Benvenuto Ospite | Iscriviti

Forum Entomologi Italiani

www.entomologiitaliani.net/forum
 
Oggi è 23/09/2019, 12:16

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Aradus serbicus Horvàth, 1888 (cf.) - Aradidae

13.V.2007 - ITALIA - Lazio - RM, Carpineto Romano


nuovo argomento
rispondi
Pagina 1 di 1 [ 9 messaggi ]
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 25/11/2011, 21:37 
 

Iscritto il: 10/07/2010, 14:42
Messaggi: 3777
Nome: Giuseppe Pace
Non sono riuscito a capire cosa realmente sia questo esemplare.

E’ molto simile ad A. somcheticus ma, gli articoli delle antenne sono conformati in modo diverso, in particolare il secondo.
Tra le specie sistematicamente vicine, citate per l’Italia, c’è l’A. dissimilis che non ho mai visto ma, i caratteri sembrano non corrispondere.
Escludo anche l’A. depressus, più piccolo e con antenne diversamente conformate.

Qui serve il parere di un esperto.

dimensioni mm. 7 c.a.
3 (rid) sp. (cfr. somcheticus)  b.jpg



Ciao
Giuseppe


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Aradus sp. (cfr. somcheticus)
MessaggioInviato: 30/11/2011, 0:55 
Avatar utente

Iscritto il: 31/12/2009, 1:47
Messaggi: 561
Località: Bellano (LC)
Nome: Martino Salvetti
Ciao Giuseppe, secondo me si tratta di un esemplare di Aradus depressus con il secondo antennomero particolarmente lungo (normalmente dovrebbe essere 1,1-1,2 volte più lungo del terzo) e di dimensioni massime della specie (arriva fino a 6,5 mm mediamente). Il carattere distintivo è la metà anteriore biancastra delle lame laterali del pronoto. Anche la forma del bordo del pronoto e la seghettatura coincidono. Inoltre la metà anteriore delle emielitre è visibilmente rigonfia come nel tuo esemplare.
Il somcheticus gli somiglia abbastanza, ma ha il margine laterale del pronoto quasi liscio e la macchia bianca sulla metà anteriore del pronoto è più piccola. Inoltre ha antenne più slanciate e la porzione anteriore delle emielitre è meno rigonfia.

Quindi,a meno di essere smentito da Paride, direi che si tartta di Aradus depressus depressus (Fabricius, 1794)


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Aradus sp. (cfr. somcheticus)
MessaggioInviato: 30/11/2011, 21:00 
 

Iscritto il: 10/07/2010, 14:42
Messaggi: 3777
Nome: Giuseppe Pace
Ciao Martino,
ti ringrazio per avermi illustrato il tuo parere.
Purtroppo non riesco a fare fotografie più nitide che consentano di apprezzare i caratteri distintivi.
A ciò aggiungiamo che non hai visionato direttamente l'esemplare ed io non conosco i caratteri distintivi, delle varie specie, riportati nella Fauna de France.
Allego un lavoro che può aiutarci nelle reciproche affermazioni:
http://www.landesmuseum.at/pdf_frei_remote/LBB_0032_2_1163-1174.pdf

Ho alcuni esemplari di A. depressus, maschi e femmine di varie regioni italiane e, ti assicuro sono diversi dall'esemplare postato.

marsal ha scritto:
Il carattere distintivo è la metà anteriore biancastra delle lame laterali del pronoto.

E' il carattere di tutto il gruppo. Nel depressus interessa tutto il bordo anteriore. Nelle altre specie la macchia è ben delimitata.
marsal ha scritto:
Anche la forma del bordo del pronoto e la seghettatura coincidono

Questo era il carattere distintivo tra A. depressus (irregolare-seghettato) ed A. somchetichus (quasi liscio). Nell'esemplare postato è uguale a quello del somchetichus.
marsal ha scritto:
Inoltre la metà anteriore delle emielitre è visibilmente rigonfia come nel tuo esemplare.

Nell'esemplare, rispetto al depressus, risulta ancora più regolarmente rigonfia.

Non conosco però i caratteri distintivi delle specie vicine al somchetichus e resto nel dubbio.

Giuseppe


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Aradus sp. (cfr. somcheticus)
MessaggioInviato: 03/12/2011, 1:13 
Avatar utente

Iscritto il: 31/12/2009, 1:47
Messaggi: 561
Località: Bellano (LC)
Nome: Martino Salvetti
ciao Giuseppe, le tue risposte sono molto circostanziate, ed in effetti ho continuato ad avere dubbi soprattutto per la lunghezza delle antenne.
E se fosse qualche altra specie? :roll:
Sul depressus confermo i tuoi dubbi, ma anche il somcheticus soprattutto nel disegno delle chiavi di Heiss è diverso; in particolare il rigonfiamento del corio ha i margini praticamente paralleli, mentre qui hanno una curvatura regolare....
forse dobbiamo guardare altrove


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Aradus sp. (cfr. somcheticus)
MessaggioInviato: 03/12/2011, 20:41 
 

Iscritto il: 10/07/2010, 14:42
Messaggi: 3777
Nome: Giuseppe Pace
marsal ha scritto:
soprattutto nel disegno delle chiavi di Heiss

... proprio quelle che non sono ancora riuscito a consultare.

Ciao
Giuseppe


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Aradus sp. (cfr. somcheticus)
MessaggioInviato: 04/12/2011, 1:38 
Avatar utente

Iscritto il: 05/02/2009, 17:34
Messaggi: 828
Località: Sondrio - Lombardia - Italia
Nome: Paride Dioli
Antenne più lunghe che nelle altre specie del gruppo di A.depressus: lunghezza doppia rispetto allo spazio inter-oculare. Primo articolo più piccolo e sottile rispetto agli altri, secondo articolo più lungo del terzo (1.2 volte ca.) ma anche il più largo di tutti: Aradus serbicus Horvàth 1888.
In Italia: Lazio (diverse località) Abruzzo (abbastanza frequente): sotto cortecce di faggio e quercia. Segnalato di poche località dell'Austria, Ungheria, Penisola Balcanica, Italia centrale e Francia Meridionale.

_________________
Link: http://www.ndsu.nodak.edu/ndsu/rider/Pentatomoidea/Researchers/Dioli_Paride.htm
Papers in PDF format: https://www.researchgate.net/profile/Paride_Dioli/?ev=hdr_xprf/


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Aradus serbicus Horvàth 1888
MessaggioInviato: 04/12/2011, 19:42 
 

Iscritto il: 10/07/2010, 14:42
Messaggi: 3777
Nome: Giuseppe Pace
Un grazie a Paride e Martino.
Da solo non sarei giunto ad A. serbicus.
Non sapevo neanche che era già indicato dell’Italia centrale.
Bene così.

Ciao
Giuseppe


Top
profilo
MessaggioInviato: 07/12/2011, 2:43 
Avatar utente

Iscritto il: 05/02/2009, 17:34
Messaggi: 828
Località: Sondrio - Lombardia - Italia
Nome: Paride Dioli
Mi sembra la specie più probabile, ma c'è sempre il beneficio del dubbio quando si ha a che fare con una foto!

_________________
Link: http://www.ndsu.nodak.edu/ndsu/rider/Pentatomoidea/Researchers/Dioli_Paride.htm
Papers in PDF format: https://www.researchgate.net/profile/Paride_Dioli/?ev=hdr_xprf/


Top
profilo
MessaggioInviato: 07/12/2011, 20:28 
 

Iscritto il: 10/07/2010, 14:42
Messaggi: 3777
Nome: Giuseppe Pace
Dioli ha scritto:
Mi sembra la specie più probabile, ma c'è sempre il beneficio del dubbio quando si ha a che fare con una foto!

Conoscevo l'Aradus serbicus per la foto in questo lavoro:
http://www.bio.bg.ac.rs/eds/AES/Vol11/01.pdf
Anche se di un maschio, forma e dimensione delle antenne, erano quelle che più corrispondevano.
Si trattava però di una specie che sapevo estranea alla fauna italiana.
Alla luce delle citazioni per il Lazio e l'Abruzzo, però, tutto sembra concordare.
:ok:

Ciao
Giuseppe


Top
profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
nuovo argomento
rispondi
Pagina 1 di 1 [ 9 messaggi ]

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: