Benvenuto Ospite | Iscriviti

Forum Entomologi Italiani

www.entomologiitaliani.net/forum
 
Oggi è 21/09/2019, 20:36

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Acrotylus insubricus insubricus (Scopoli, 1786) - Acrididae

6.VIII.2015 - ITALIA - Sardegna - OT, Arzachena, Stazzi Sarraiola, Pietro Leo leg.


nuovo argomento
rispondi
Pagina 1 di 1 [ 5 messaggi ]
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 21/10/2015, 22:23 
Avatar utente

Iscritto il: 05/02/2009, 17:47
Messaggi: 7141
Località: Cagliari
Nome: Piero Leo
Altro ortottero raccolto la scorsa estate da mio figlio in Gallura.
Sul genere andrei abbastanza sicuro con Acrotylus, per la specie credo possa essere A. insubricus insubricus (Scopoli, 1786) ma è gradita conferma o smentita.

Lunghezza totale 23 mm
Acrotylus 1a.jpg


Acrotylus 1b.jpg


Acrotylus 1c.jpg



:) Ciao
Piero


Top
profilo
MessaggioInviato: 22/10/2015, 15:12 
Avatar utente

Iscritto il: 19/06/2012, 14:35
Messaggi: 4913
Località: Alfonsine (RA)
Nome: Marco Villani
Io avrei detto Acrotylus longipes...
Per sapere di che si tratta basterebbe aprire le ali.
:hi:

_________________
La natura non conosce pause nel progresso e nello sviluppo, ed attacca la sua maledizione su tutta l'inattività.” [GOETHE]


Top
profilo
MessaggioInviato: 22/10/2015, 16:11 
Avatar utente

Iscritto il: 05/02/2009, 17:47
Messaggi: 7141
Località: Cagliari
Nome: Piero Leo
marco villa ha scritto:
Io avrei detto Acrotylus longipes...
Per sapere di che si tratta basterebbe aprire le ali.
Preferirei che avessi ragione tu (perché longipes sarebbe nuovo per la Sardegna); temo però che si tratti proprio di insubricus: da quel che intravedo osservando l'insetto da sotto le ali sembrerebbero rosse e nere. Stasera provo ad allargare le tegmine e a fare foto.

:) Ciao
Piero


Top
profilo
MessaggioInviato: 22/10/2015, 16:30 
Avatar utente

Iscritto il: 19/06/2012, 14:35
Messaggi: 4913
Località: Alfonsine (RA)
Nome: Marco Villani
Ho controllato sul web e rimangio quanto detto: il longipes ha il margine posteriore della metazona più troncato. Avevo escluso l'insubricus solo per la colorazione del pronoto, ma ora vedo sul web che è una forma cromatica piuttosto ricorrente.
:hi:

_________________
La natura non conosce pause nel progresso e nello sviluppo, ed attacca la sua maledizione su tutta l'inattività.” [GOETHE]


Top
profilo
MessaggioInviato: 22/10/2015, 22:23 
Avatar utente

Iscritto il: 05/02/2009, 17:47
Messaggi: 7141
Località: Cagliari
Nome: Piero Leo
Qui c'è la foto dove si possono intravedere le ali rosse con banda nera (tolti gli spilli le tegmine sono poi tornate a posto e l'esemplare non ha avuto alcun danno).

Acrotylus 1d.JPG



Ho fotografato anche l'arolio, per confrontarlo con la figura di Fauna d'Italia
Acrotylus 1e.JPG



Quindi se siamo d'accordo si può "accendere" come Acrotylus insubricus insubricus (Scopoli, 1786).

:) Ciao
Piero


Top
profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
nuovo argomento
rispondi
Pagina 1 di 1 [ 5 messaggi ]

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: