Benvenuto Ospite | Iscriviti

Forum Entomologi Italiani

www.entomologiitaliani.net/forum
 
Oggi è 01/12/2020, 17:16

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Badister (Baudia) bucciarellii (Monguzzi, 1976) - Carabidae

21.X.2008 - ITALIA - Sardegna - CA, Cagliari


nuovo argomento
rispondi
Vai alla pagina Precedente  1, 2
Pagina 2 di 2 [ 23 messaggi ]
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 14/08/2009, 14:20 
Avatar utente

Iscritto il: 02/02/2009, 23:32
Messaggi: 5644
Località: da Ferrara ad Alghero
Nome: Roberto A. Pantaleoni
La spiegate anche a me 'sta meraviglia. Non è che tutti devono essere informati su questi minusculi ed insignificanti carabini.

E pur non capendone nulla, ma un poco di lagune salmastre sì, consiglio a Daniele di provare con la trappola luminosa soprattutto dopo un acquazzone di fine estate (a ciel sereno naturalmente). Poi fammi sapere.

Roberto :to:

_________________
verum stabile cetera fumus


Top
profilo
MessaggioInviato: 14/08/2009, 14:37 
Avatar utente

Iscritto il: 06/02/2009, 9:03
Messaggi: 5832
Località: Bubano di Mordano (Bologna)
Nome: Augusto Degiovanni
Haaa però.... hai preso proprio la più comune :gh: :gh:
Bel colpo Daniele :ok:
Ciao

P.S. Perchè gli consigliate di provare con una trappola luminosa :? , Daniele sicuramente lo sapeva già ;) visto che ha detto che l'ha presa con quella :gh: :ok:

_________________
CIAO :hi: Augusto Degiovanni

http://anthicidaeecarabidae.altervista.org


Top
profilo
MessaggioInviato: 14/08/2009, 15:21 
Avatar utente

Iscritto il: 05/02/2009, 17:31
Messaggi: 8991
Località: milano
Nome: maurizio pavesi
Hemerobius ha scritto:
La spiegate anche a me 'sta meraviglia. Non è che tutti devono essere informati su questi minusculi ed insignificanti carabini...

beh, in sintesi... si tratta di una specie, apparentemente endemica di sardegna, molto differente dalle altre specie note del sottogenere (grandi la metà e di colore nero uniforme, più o meno iridescente) e da qualunque altro carabide europeo e mediterraneo conosciuto, di cui fino al 1974, anno del congresso di entomologia di sassari, si ignorava l'esistenza; cioè, non è che, come altre volte, guardandosi al microscopio serie di qualche specie già nota qualcuno ha scoperto che in mezzo c'era qualcosa di diverso, no no :no:

in quell'occasione, l'amico riccardo monguzzi, raccogliendo allo stagno di pilo presso stintino, ha raccolto una piccola serie di un carabide, apparentemente una Baudia ma diversa da qualunque cosa di conosciuto, successivamente risultata nuova

la specie non risulta affatto comune; in genere, quando la trovi, ne raccogli pochi esemplari con una gran fatica... ma quello in genere vale anche per le altre Baudia, certo, se hai il colpo di c*** voglio dire il "tocco di classe" che contraddistingue il grande entomologo :to: , puoi anche prenderne un c****o (leggi: un cesto :lol1: ), ma quel che è curioso, a meno di catture di cui non sono a conoscenza (augusto nonché notoxus, sono in ansiosa attesa di essere contraddetto ;) , anzi non chiedo di meglio :sma: ), è che a dispetto delle ricerche svolte in tutta l'isola, la specie è attualmente nota di due sole località ai capi opposti della sardegna, ossia lo stagno di pilo e le zone umide nei dintorni di cagliari :o

a daniele: sicuramente nei periodi secchi, dopo gli acquazzoni si osserva un pullulare di fauna che esce da dove si teneva nascosta in attesa di tempi migliori... però, come sicuramente sai, per le trappole luminose le serate migliori sono quelle calde umide afose coi-vestiti-che-ti-si-incollano-addosso (per quanto riguarda i carabidi, a quanto ho visto personalmente al di sotto di 25°C non vola praticamente nulla), e quelle che seguono immediatamente gli acquazzoni raramente sono così... a questo punto, meglio un tentativo in più che uno in meno :gh:

a roberto: tieni conto che molti coleotteri, carabidi compresi, a differenza di certi loro sciocchi e insulsi parenti :lol1: possono essere, come dopo un acquazzone, in piena attività senza per questo avere alcuna necessità di alzarsi in volo

p.s.

Notoxus59 ha scritto:
... Perchè gli consigliate di provare con una trappola luminosa :? , Daniele sicuramente lo sapeva già ;) visto che ha detto che l'ha presa con quella :gh: :ok:

nell'entusiasmo non ci avevo fatto caso :oops: ... ma non importa :to: , dato che a fine ottobre, anche in sardegna, la temperatura di sera non è certo quella ideale perché una trappola luminosa renda al meglio :sma:

_________________
*****************
Immagine maurizio


Ultima modifica di gomphus il 14/08/2009, 15:27, modificato 1 volta in totale.

Top
profilo
MessaggioInviato: 15/08/2009, 0:47 
Avatar utente

Iscritto il: 06/02/2009, 9:03
Messaggi: 5832
Località: Bubano di Mordano (Bologna)
Nome: Augusto Degiovanni
Cita:
ma quel che è curioso, a meno di catture di cui non sono a conoscenza (augusto nonché notoxus, sono in ansiosa attesa di essere contraddetto , anzi non chiedo di meglio ), è che a dispetto delle ricerche svolte in tutta l'isola, la specie è attualmente nota di due sole località ai capi opposti della sardegna, ossia lo stagno di pilo e le zone umide nei dintorni di cagliari

Mi spiace Maurizio :( sinceramente non l'ho mai cercata :shock: .
Devi pensare che sono più di 20 anni che vado in Sardegna, ma non ho mai avuto il piacere di trovarla anche per c..o.
Tieni presente però, il periodo che di solito andiamo non è per nulla favorevole per cercarla (Dicembre, Gennaio, Febbraio, ed ora ultimamente Marzo ) quest'ultimo, è il mese più profiquo per le Typhloreicheie da noi più appetite ;) , ma con questo non voglio per nulla snobbare questa specie che è una signora specie s'intenda !! :ok:.
Per cui il ritrovamento di Daniele a cui faccio i complimenti per la cattura è come dici tu molto interessante, il che può portare in un prossimo futuro ad una più vasta zona di ricerca in tutte le zone umide della Sardegna.

Ciao

_________________
CIAO :hi: Augusto Degiovanni

http://anthicidaeecarabidae.altervista.org


Top
profilo
MessaggioInviato: 15/08/2009, 19:41 
Avatar utente

Iscritto il: 05/02/2009, 17:31
Messaggi: 8991
Località: milano
Nome: maurizio pavesi
ciao ragazzi

voglio solo aggiungere che il ritrovamento di daniele, per quanto interessantissimo, non è una novità assoluta, anni fa fernando angelini l'aveva trovata (e pure in serie :D ) in settembre allo stagno di santa gilla, non so di preciso dove... e quindi a tutt'oggi mancano segnalazioni nei territori intermedi della sardegna, penso ad es. agli stagni di oristano, in particolare santa giusta, che dovrebbe avere ambienti adatti

se questo può aiutare qualcuno, almeno allo stagno di pilo, e credo anche altrove, preferisce acque non, o almeno poco, salmastre, in pratica l'avevo trovata (con l'amico aug ;) , in due giorni di ricerca, al ritmo medio di una ogni mezz'ora fra tutti e due :cry: ) nella zona dove entra l'immissario e la vegetazione è formata da Typha, procedendo lungo la riva in direzione del mare, con le acque che diventavano via via più salmastre e le Typha che cedevano il posto ai Phragmites, a un certo punto spariva :( ...

_________________
*****************
Immagine maurizio


Top
profilo
MessaggioInviato: 16/08/2009, 9:45 
Avatar utente

Iscritto il: 04/02/2009, 17:49
Messaggi: 5190
Località: Cagliari
Nome: Daniele Sechi
gomphus ha scritto:
ciao ragazzi

voglio solo aggiungere che il ritrovamento di daniele, per quanto interessantissimo, non è una novità assoluta, anni fa fernando angelini l'aveva trovata (e pure in serie :D ) in settembre allo stagno di santa gilla, non so di preciso dove... e quindi a tutt'oggi mancano segnalazioni nei territori intermedi della sardegna, penso ad es. agli stagni di oristano, in particolare santa giusta, che dovrebbe avere ambienti adatti

se questo può aiutare qualcuno, almeno allo stagno di pilo, e credo anche altrove, preferisce acque non, o almeno poco, salmastre, in pratica l'avevo trovata (con l'amico aug ;) , in due giorni di ricerca, al ritmo medio di una ogni mezz'ora fra tutti e due :cry: ) nella zona dove entra l'immissario e la vegetazione è formata da Typha, procedendo lungo la riva in direzione del mare, con le acque che diventavano via via più salmastre e le Typha che cedevano il posto ai Phragmites, a un certo punto spariva :( ...


Ok, preso nota! Ma una ogni mezz'ora in 2 giorni fanno quasi 100 esemplari :o

_________________
:hi:
Daniele


Top
profilo
MessaggioInviato: 16/08/2009, 13:06 
Avatar utente

Iscritto il: 05/02/2009, 17:31
Messaggi: 8991
Località: milano
Nome: maurizio pavesi
Daniele Sechi ha scritto:
Ok, preso nota! Ma una ogni mezz'ora in 2 giorni fanno quasi 100 esemplari :o

non proprio :gh: ... questo se uno avesse (anzi, se due avessero :to: ) cercato ventiquattrore al giorno... ma la ricerca consisteva nell'infilarsi nel canneto (termine improprio, ma "tifeto" mi faceva schifo :sick: ) facendosi largo nel folto, cercare i punti al confine fra terra asciutta e acqua e calpestare il terreno e la base dei fusti, soprattutto quelli già morti, raccogliendo ciò che ne usciva: carabidi assortiti, soprattutto un sacco di Europhilus thoreyi che da quelle parti hanno costantemente colorazione rossastro chiara con capo e apice delle elitre più scuri, esattamente come la Baudia, e ogni volta rischiavi un coccolo :cry: ... e ogni mezz'ora fra tutt'e due, ossia ogni ora a cranio, ne usciva una...

e questo senza contare gli "assaggi" in punti non adatti, che ci voleva un po' per riconoscere come tali, in pratica quando in capo a dieci minuti-un quarto d'ora non era ancora uscito un c...arabo

e dopo qualche ora così, baudia o non baudia, uno ne aveva le p***e (voglio dire le provette :lol1: ) piene...

_________________
*****************
Immagine maurizio


Top
profilo
MessaggioInviato: 19/08/2009, 9:01 
Avatar utente

Iscritto il: 05/02/2009, 17:44
Messaggi: 2330
Località: Garbagnate Milanese
Nome: Augusto Franzini
Gomphus ricorda bene...quando uno cerca la Baudia dove la si trova, cioè in quell'ambiente pungente, poco luminoso e pieno di roba che gli somiglia (a vista, ovviamente) come Stenolphus, Europhilus etc. tre ore sono più che sufficienti.
E poi, la stessa bestiola è scherzevole, perchè mi ricordo che una volta con Gabriele (gabrif) stavamo letteralmente a pochi metri di distanza e lui (che è più bravo di me) non ne ha preso praticamente nessuna mentre io ne ho rimediato una decina. Ci vuole anche molto c...apacità!
La cattura in autunno è interessante, perchè sinora, per quello che ne so, è sempre uscita in primavera.

_________________
Augusto (aug)
Prediction is very difficult, especially about the future (Niels Bohr, fisico)


Top
profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
nuovo argomento
rispondi
Vai alla pagina Precedente  1, 2
Pagina 2 di 2 [ 23 messaggi ]

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: