Benvenuto Ospite | Iscriviti

Forum Entomologi Italiani

www.entomologiitaliani.net/forum
 
Oggi è 21/09/2019, 18:12

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Boldoriella grignensis Monzini 1987 - Carabidae Trechinae

28.VI.1986 - ITALIA - Lombardia - LC, Grigna meridionale


nuovo argomento
rispondi
Pagina 1 di 1 [ 5 messaggi ]
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 30/03/2012, 16:58 
 

Iscritto il: 30/07/2010, 8:40
Messaggi: 556
Nome: vittorino.monzini
Grigna meridionale, la più ardita fra le Prealpi dolomitiche lombarde. Boldoriella grignensis, la sua specie stenoendemica che vive nelle profondità dei suoi canaloni.


Bold.grignensis.jpg

Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Boldoriella grignensis
MessaggioInviato: 30/03/2012, 17:23 
Avatar utente

Iscritto il: 09/11/2010, 19:52
Messaggi: 4237
Località: Brescia
Nome: Luca Bodei
Stupenda...come sempre Vittorino ci illumina con queste bestioline spettacolari...sembra quasi di vederlo la sotto quelle creste... :D :ok: :hi: :birra:

_________________
Tc70


Top
profilo
MessaggioInviato: 30/03/2012, 21:42 
Avatar utente

Iscritto il: 14/03/2009, 12:59
Messaggi: 2374
Località: Milano
Nome: Gabriele Franzini
Mi è rimasto il ricordo di una camminata orrenda in un posto ingrato, ma la bestia la vale.

:hi: :hi: G.


Top
profilo
MessaggioInviato: 31/03/2012, 17:46 
Avatar utente

Iscritto il: 05/02/2009, 17:44
Messaggi: 2125
Località: Garbagnate Milanese
Nome: Augusto Franzini
Già: a quel canalone lì (quello della foto del Vittorio) ci si arriva arrampicandosi su una traccia di sentiero per diciamo seicento metri di dislivello, quasi in verticale, su una montagna nuda come la coccia di un morto ed il sole che martella. Poi bisogna calarsi dentro il canalone. Poi si scava dove c'è qualche chiazza di neve. Poi bisogna che la Boldoriella sia quella giusta, perchè lì si trova (insieme :x ) anche la B. knauthi che è sempre una bella bestiolina, ma si trova anche in altri posti e facendo meno fatica. Poi quando hai disceso il canalone per un bel pezzo, dovresti risalire ma pensi che si faccia troppa fatica e allora ti viene l'idea brillante: perchè non scendiamo di qui, già che ci siamo...e così, dopo un'altro pezzo di discesa, ti trovi di fronte (anzi di sopra) ad un baratro verticale, capisci che da lì o ti spuntano le ali o non scenderai mai e così devi risalire il doppio del preventivato...Non so se ho reso l'idea.
PS: quando poi arrivi a casa, scopri che di B. grignensis ce ne era una sola su sette...e ti riprometti di non andarci mai piùùùùùùùùùùù

_________________
Augusto (aug)
Prediction is very difficult, especially about the future (Niels Bohr, fisico)


Top
profilo
MessaggioInviato: 31/03/2012, 18:19 
Avatar utente

Iscritto il: 09/11/2010, 19:52
Messaggi: 4237
Località: Brescia
Nome: Luca Bodei
aug ha scritto:
Già: a quel canalone lì (quello della foto del Vittorio) ci si arriva arrampicandosi su una traccia di sentiero per diciamo seicento metri di dislivello, quasi in verticale, su una montagna nuda come la coccia di un morto ed il sole che martella. Poi bisogna calarsi dentro il canalone. Poi si scava dove c'è qualche chiazza di neve. Poi bisogna che la Boldoriella sia quella giusta, perchè lì si trova (insieme :x ) anche la B. knauthi che è sempre una bella bestiolina, ma si trova anche in altri posti e facendo meno fatica. Poi quando hai disceso il canalone per un bel pezzo, dovresti risalire ma pensi che si faccia troppa fatica e allora ti viene l'idea brillante: perchè non scendiamo di qui, già che ci siamo...e così, dopo un'altro pezzo di discesa, ti trovi di fronte (anzi di sopra) ad un baratro verticale, capisci che da lì o ti spuntano le ali o non scenderai mai e così devi risalire il doppio del preventivato...Non so se ho reso l'idea.
PS: quando poi arrivi a casa, scopri che di B. grignensis ce ne era una sola su sette...e ti riprometti di non andarci mai piùùùùùùùùùùù


Ma che bel racconto....fa ricordare qualcosa anche a me,anche se non delle stesse zone.....mi preme dire sopratutto per i meno esperti,che con questo racconto vero Augusto ci ha fatto capire quanta pazienza, costanza e forse anche una dose di pazzia ci vuole per amare questa passione,e se non fosse stato per molti 'pionieri' che si son fatti il c...,noi oggi sapremo ben poco sulle attuali conoscenze scientifiche. :hi: :hi: :birra:

_________________
Tc70


Top
profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
nuovo argomento
rispondi
Pagina 1 di 1 [ 5 messaggi ]

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Fabio62 e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: