Benvenuto Ospite | Iscriviti

Forum Entomologi Italiani

www.entomologiitaliani.net/forum
 
Oggi è 02/12/2020, 18:02

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Carabus (Chaetocarabus) lefebvrei lefebvrei Dejean, 1826 (m. aspromontanus Born) - Carabidae

ITALIA - Calabria - RC, Gambarie


nuovo argomento
rispondi
Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Pagina 1 di 2 [ 26 messaggi ]
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 19/01/2010, 21:12 
 

Iscritto il: 05/12/2009, 12:44
Messaggi: 74
Località: Czech
Nome: Milo Blackbird
Italy-Calabria
Mts.Aspromonte
Gambaria


Please, this determination is correct? Thank you for your response .....
intricatus.jpg

DEUVE.jpg



Top
profilo
MessaggioInviato: 19/01/2010, 21:36 
Avatar utente

Iscritto il: 19/09/2009, 22:25
Messaggi: 5594
Località: Brescia
Nome: Vinicio Salami
aspromontanus Born designate specimens lefebvrei small present on Aspromonte.
as you know I hold and search all these forms, also if in synonymy.
anyway is a lefebvrei Dejean, not an intricatus Linné.

ciao :ok: :ok:

_________________
ciao, Vinicio


Top
profilo
MessaggioInviato: 19/01/2010, 21:54 
 

Iscritto il: 05/12/2009, 12:44
Messaggi: 74
Località: Czech
Nome: Milo Blackbird
Chaetocarabus intricatus = Subsp. intricatus,Subsp. lefebvrei and Subsp. krueperi


Top
profilo
MessaggioInviato: 20/01/2010, 15:59 
Avatar utente

Iscritto il: 04/02/2009, 17:49
Messaggi: 5190
Località: Cagliari
Nome: Daniele Sechi
Milo ha scritto:
Chaetocarabus intricatus = Subsp. intricatus,Subsp. lefebvrei and Subsp. krueperi


ma quindi lefebvrei è ora ssp. di intricatus?

Faunaeur le considera ancora due specie distinte

_________________
:hi:
Daniele


Top
profilo
MessaggioInviato: 20/01/2010, 23:47 
Avatar utente

Iscritto il: 05/02/2009, 17:31
Messaggi: 8994
Località: milano
Nome: maurizio pavesi
ciao ragazzi

io (per quel che conta) lo considero specie distinta, e cmq è stato considerato specie distinta su questo forum, come è stato considerato specie distinta il C. (Chaetocarabus) merlini, chiaramente più vicino (come arcadicus e krueperi) al lefebvrei che all'intricatus

quello che non è un genere distinto è Chaetocarabus, quindi per quanto mi riguarda Carabus (Chaetocarabus) quel-che-volete

e l'altro punto decisamente sbagliato è "bayardi forma (suppongo si intenda morpha) aspromontanus", l'aspromontanus è una morpha (cioè in pratica un sinonimo) del lefebvrei lefebvrei, non del lefebvrei bayardi, che a sud arriva fino alla sila

quindi per me dovrebbe essere

Carabus (Chaetocarabus) lefebvrei lefebvrei Dejean, 1826 (m. aspromontanus Born)... carabari, che ne dite :mrgreen: ?

_________________
*****************
Immagine maurizio


Top
profilo
MessaggioInviato: 21/01/2010, 0:41 
Avatar utente

Iscritto il: 09/12/2009, 14:24
Messaggi: 343
Località: Cialla - Udine
Nome: Ivan Rapuzzi
Salve, Maurizio mi ha preso sul tempo... Avrei voluto proporre la stessa classificazione per il C. (Chaetocarabus) dell'Aspromonte.
A mio modesto parere condivido in linea di massima anche la visione sistematica di C. (Chaetocarabus) proposta sempre da Maurizio con la sola eccezione che C. (Chaetocarabus) merlini andrebbe considerato, per valutazioni morfologiche e di vicarianza geografica, come una sottospecie ben distinta -ma pur sempre una sottospecie- di C. (C.) arcadicus. Quindi Carabus (Chaetocarabus) arcadicus merlini Shaum, 1861. Cosa ne pensate?
Con amicizia,
Ivan


Top
profilo
MessaggioInviato: 21/01/2010, 3:48 
Avatar utente

Iscritto il: 19/09/2009, 22:25
Messaggi: 5594
Località: Brescia
Nome: Vinicio Salami
gomphus ha scritto:
Carabus (Chaetocarabus) lefebvrei lefebvrei Dejean, 1826 (m. aspromontanus Born)... carabari, che ne dite :mrgreen: ?


tutto perfetto quello che hai scritto...l'Aspromonte non ha nulla a che vedere con la ssp bayardi ed ospita solo la forma tipica; nel caso ns. non posso che essere d'accordo con te considerando aspromontanus solo come forma alticola (morpha) di lefebvrei tipico (anche se in collezione la tengo col nome che le ha affibbiato Born :to: )

_________________
ciao, Vinicio


Top
profilo
MessaggioInviato: 21/01/2010, 4:05 
Avatar utente

Iscritto il: 19/09/2009, 22:25
Messaggi: 5594
Località: Brescia
Nome: Vinicio Salami
Ivan ha scritto:
...con la sola eccezione che C. (Chaetocarabus) merlini andrebbe considerato, per valutazioni morfologiche e di vicarianza geografica, come una sottospecie ben distinta -ma pur sempre una sottospecie- di C. (C.) arcadicus. Quindi Carabus (Chaetocarabus) arcadicus merlini Shaum, 1861. Cosa ne pensate?...


mah...mi sono andato a rileggere quello che scrive Casale su Fauna d'Italia in merito a questa diatriba, ovverosia che, al contrario di quanto sostiene Bruno (1969), Chaetocarabus arcadicus, Chaetocarabus krueperii e Chaetocarabus merlini (come pure C. lefebvrei) siano specie distinte.
però vedo comunque molto "intricato" (tanto per restare in tema) il ragionamento che porterebbe alla giusta collocazione di queste entità.
inoltre, se dovessimo ritenere (come hai scritto tu) che merlini sia ssp di arcadicus, come collocheresti krueperi e weiratheri?

ciao e grazie. :ok: :ok:

_________________
ciao, Vinicio


Top
profilo
MessaggioInviato: 21/01/2010, 10:31 
Avatar utente

Iscritto il: 09/12/2009, 14:24
Messaggi: 343
Località: Cialla - Udine
Nome: Ivan Rapuzzi
Ciao Vinicio,
è vero è una situazione un poco complicata. A riguardo di C. weiratheri -descritto di Korfu e della prospicente zona costiera di Llogara in Albania- questo dovrebbe essere sicuramente considerato una sottospecie di C. intricatus. Purtroppo, oltre alla descrizione originale, ho a disposizione in collezione solo i resti di due exx ritrovati a Llogara da mio fratello Pierpaolo e da quanto si può dedurre sembrano proprio degli intricatus. Hai per caso del materiale di Korfu o del Llogara in buone condizioni? Sarebbe interessantissimo vederli!
Il C. krueperi, a mio avviso, è un Taxon ben differenziato anche se sicuramente più affine ad intricatus che ad arcadicus, isolato sulla penisola del Pilion e circondato da popolazioni di C. arcadicus: a mio avviso può essere considerata una specie a sè.
C. arcadicus e C. merlini invece sono reciprocamente molto prossimi morfologicamente e geograficamente.
La mia domanda è invece la seguente: perchè consideri C. lefebvrei lefebvrei (m. aspromontanus) come una forma alticola di C. lefebvrei? Gambarie (credo ci sia un'errore nell'indicazione della località fornita da Milo "Gambaria") è collocata a 1360m di quota ed anche se consideriamo la vetta dell'Aspromonte questa è di altezza paragonabile con le cime dei Nebrodi e delle Madonie. Di conseguenza sicuramente non si può parlare di forma alticola e se invece fosse qualcosa di diverso?
Un caro saluto,
Ivan


Top
profilo
MessaggioInviato: 21/01/2010, 11:14 
Avatar utente

Iscritto il: 05/02/2009, 17:31
Messaggi: 8994
Località: milano
Nome: maurizio pavesi
caro ivan

premetto che non intendevo addentrarmi più di tanto nella sistematica dei Chaetocarabus greci; volevo solo rilevare che mi sembrano tutti (a parte ovviamente intricatus macedonicus) sostanzialmente più strettamente imparentati con il lefebvrei che con l'intricatus, e che quindi avrei trovato illogico trattare lefebvrei (o bayardi) come ssp. di intricatus, e merlini come specie a sé

quanto al weiratheri, a corfù non l'ho mai visto, né vivo né morto... e non sarei nemmeno così sicuro che esista ancora, i boschi a corfù non sono più quelli dei tempi di weirather :cry: ... e neanche a llogara, temo :cry: :cry: :cry:

infine, quanto all'aspromontanus, è forse una forma "alticola" nel senso che quelli presi a 1300-1400 m sono mediamente più piccoli di quelli presi 1000 mt più giù... ma io sospetto che sia stato descritto paragonandolo a quello apparentemente più prossimo, cioè il silaensis (morpha di bayardi), e non al tipico lefebvrei, visto che di mezzo c'era il mare

e tenete anche conto che sono cmq bestie variabili, anche quelli, che so, del lazio, di policoro e della sila non sono proprio uguali... però sempre bayardi sono

_________________
*****************
Immagine maurizio


Top
profilo
MessaggioInviato: 21/01/2010, 21:23 
Avatar utente

Iscritto il: 19/09/2009, 22:25
Messaggi: 5594
Località: Brescia
Nome: Vinicio Salami
Ivan ha scritto:
...Hai per caso del materiale di Korfu o del Llogara in buone condizioni? Sarebbe interessantissimo vederli!


ciao Ivan...di weiratheri ne ho solo una coppia (almeno dovrebbero essere loro) di Filiates Epiro NO, Grecia...aprirò una nuova discussione per poter postare le foto, appena convinco mia figlia a farmele... :lov3:

Ivan ha scritto:
...Il C. krueperi, a mio avviso, è un Taxon ben differenziato anche se sicuramente più affine ad intricatus che ad arcadicus, isolato sulla penisola del Pilion e circondato da popolazioni di C. arcadicus: a mio avviso può essere considerata una specie a sè.


parere che condivido in pieno.

Ivan ha scritto:
..perchè consideri C. lefebvrei lefebvrei (m. aspromontanus) come una forma alticola di C. lefebvrei?


sono in sintonia con quanto ha scritto Maurizio, che, alla fine è anche il parere di Casale (di cui mi fido ciecamente)...inoltre ho una femmina di aspromontanus, catturata a 800 m. che è praticamente identica a lefebvrei tipico, anche per le dimensioni.

ci aggiorniamo più tardi...un caro saluto.
Vinicio

_________________
ciao, Vinicio


Top
profilo
MessaggioInviato: 22/01/2010, 2:12 
Avatar utente

Iscritto il: 19/09/2009, 22:25
Messaggi: 5594
Località: Brescia
Nome: Vinicio Salami
posto la foto (accettatela così com'è) del lefebvrei di Serra S.Bruno (VV) m.800 XII/02 (mm 28).

Immagine

ciao :ok: :ok:

_________________
ciao, Vinicio


Top
profilo
MessaggioInviato: 22/01/2010, 3:30 
 

Iscritto il: 05/12/2009, 12:44
Messaggi: 74
Località: Czech
Nome: Milo Blackbird
So with the view of Th. Deuve disagree? The author genus Carabus scheme is right? I think that the current situation is very chaotic ...... every author has a different view on the scheme. And it will take a long time before, in order to do that !!!!! Who to believe ?....... probably every man must do his own opinion ..... God help us, colleagues ...........


Top
profilo
MessaggioInviato: 22/01/2010, 4:13 
Avatar utente

Iscritto il: 19/09/2009, 22:25
Messaggi: 5594
Località: Brescia
Nome: Vinicio Salami
Milo ha scritto:
So with the view of Th. Deuve disagree? The author genus Carabus scheme is right? I think that the current situation is very chaotic ...... every author has a different view on the scheme. And it will take a long time before, in order to do that !!!!! Who to believe ?....... probably every man must do his own opinion ..... God help us, colleagues ...........


these different opinions there are many other subgenres, such as Platycarabus.
bye, Vinicio.

:bln: :bln:

_________________
ciao, Vinicio


Top
profilo
MessaggioInviato: 22/01/2010, 14:08 
Avatar utente

Iscritto il: 09/12/2009, 14:24
Messaggi: 343
Località: Cialla - Udine
Nome: Ivan Rapuzzi
Evidentemente la forma è eterogenea. Gli esemplari che possiedo della Serra S. Bruno, catturati anche loro a 800m, sono più piccoli e snelli rispetto agli esemplari siciliani provenienti da località di altezza simile o superiore.
Ivan


Top
profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
nuovo argomento
rispondi
Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Pagina 1 di 2 [ 26 messaggi ]

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: