Benvenuto Ospite | Iscriviti

Forum Entomologi Italiani

www.entomologiitaliani.net/forum
 
Oggi è 14/07/2020, 5:08

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Carabus (Chaetocarabus) lefebvrei bayardi Solier, 1835 - Carabidae

20.II.2016 - ITALIA - Basilicata - MT, Policoro


nuovo argomento
rispondi
Vai alla pagina Precedente  1, 2
Pagina 2 di 2 [ 20 messaggi ]
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 21/02/2016, 23:16 
Avatar utente

Iscritto il: 10/05/2010, 22:31
Messaggi: 4015
Località: Follonica (GR)
Nome: marco bastianini
Non so rispondere a questa domanda;oltre a quello che hai detto te posso azzardare anche una riduzione delle risorse alimentari :roll:

_________________
:to: Marco


Top
profilo
MessaggioInviato: 22/02/2016, 1:57 
Avatar utente

Iscritto il: 19/09/2009, 22:25
Messaggi: 5509
Località: Brescia
Nome: Vinicio Salami
probabilmente le larve delle bestiole che vivono più in alta quota, dispongono di meno tempo per nutrirsi e conseguentemente dovrebbero crescere di meno, dando così origine ad esemplari più piccoli...almeno credo.
l'esatto contrario si osserva in allevamento (teste E.Busato), dove l'abbondanza e la regolarità del cibo producono esemplari mediamente più grandi.

:birra:

_________________
ciao, Vinicio


Top
profilo
MessaggioInviato: 22/02/2016, 8:22 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 31399
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
eurinomio ha scritto:
probabilmente le larve delle bestiole che vivono più in alta quota, dispongono di meno tempo per nutrirsi e conseguentemente dovrebbero crescere di meno, dando così origine ad esemplari più piccoli...almeno credo.
l'esatto contrario si osserva in allevamento (teste E.Busato), dove l'abbondanza e la regolarità del cibo producono esemplari mediamente più grandi.

:birra:

E' la prima cosa che avevo pensato anche io. Poi mi sono chiesto: perché vale per i Carabus ma non, per esempio, per Cerambycidae o Buprestidae? La risposta che mi sono dato è che questi ultimi, pur avendo, in montagna, un periodo in cui si nutrono ridotto, a causa delle temperature, come i carabi, possono semplicemente prolungare il periodo di sviluppo all'anno successivo, finchè non hanno raggiunto una dimensione adatta della larva. Se, come credo, lo sviluppo larvale dei carabi si compie in un solo anno, questi avrebbero effettivamente meno tempo per crescere in ambienti montani (senza contare però, eventuali fenomeni di estivazione, che in certe situazioni potrebbero ridurre sensibilmente il periodo di vita attiva anche a bassa quota).

Anche così, comunque, non mi spiego perché, ad esempio, nei necrofori, non si nota questa variazione di dimensioni a seconda dell'altitudine. Eppure anche loro si sviluppano entro l'anno. Forse perché il loro sviluppo larvale è molto veloce e quindi può avvenire completamente anche durante una stagione favorevole ridotta?

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
MessaggioInviato: 22/02/2016, 12:41 
 

Iscritto il: 06/02/2009, 9:09
Messaggi: 437
Località: Milano
Nome: Nicola Pilon
Le specie di Ocypus (anche loro predatori e con sviluppo annuale) che si trovano entro un range altitudinale grande (tipo O. italicus, tenebricosus, ophtalmicus) fanno come i Carabus, piccolini in alto, grandi in pianura.
Nic


Top
profilo
MessaggioInviato: 23/02/2016, 23:39 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2010, 11:51
Messaggi: 3846
Località: Messina - Motta Sant'Anastasia (CT)
Nome: Giovanni Altadonna
aguaplano ha scritto:

Lucanus tetraodon ha scritto:
Ciao Giuseppe, bella bestia; in Sicilia la sottospecie tipica è legata ad ambienti boschivi umidi, di alta collina e montagna. Questo esemplare, proveniente da una località di pianura, l'hai trovato nel Bosco Pantano o in ambiente aperto (comunque umido)?
Ciao Giovanni, l'ho trovato nel bosco pantano in ambiente boschivo igrofilo :ok:


Julodis ha scritto:
Lucanus tetraodon ha scritto:
Ciao Giuseppe, bella bestia; in Sicilia la sottospecie tipica è legata ad ambienti boschivi umidi, di alta collina e montagna. Questo esemplare, proveniente da una località di pianura, l'hai trovato nel Bosco Pantano o in ambiente aperto (comunque umido)?

Qui stanno da pochi metri dal mare fino alle faggete appenniniche, ma sempre in ambiente boschivo.
Tra l'altro, con dimensioni mediamente minori salendo di quota.


Grazie per la conferma, come pensavo si tratta di una specie esclusivamente silvicola.

_________________
"L' uomo che è cieco alle bellezze della natura ha perduto metà del piacere di vivere"
Sir Robert Baden Powell

Giovanni Altadonna


Top
profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
nuovo argomento
rispondi
Vai alla pagina Precedente  1, 2
Pagina 2 di 2 [ 20 messaggi ]

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: