Benvenuto Ospite | Iscriviti

Forum Entomologi Italiani

www.entomologiitaliani.net/forum
 
Oggi è 27/01/2020, 6:02

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Acinopus (Osimus) ammophilus Dejean, 1829 - Carabidae

14.V.2016 - ITALIA - Emilia-Romagna - FE, Bosco della Mesola (Parco delle Duchesse)


nuovo argomento
rispondi
Pagina 1 di 1 [ 12 messaggi ]
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 14/05/2016, 18:54 
Avatar utente

Iscritto il: 09/06/2012, 20:57
Messaggi: 4170
Località: Mesola (FE)
Nome: Daniele Maccapani
Vi lascio immaginare l'emozione che ho provato nell'incontrare questa specie, che qualcuno dava per localmente estinta... Invece evidentemente una volta spariti i daini si è rapidamente ripresa il suo habitat! :hp:
Ne avevo trovati dei resti un paio di settimane fa, penso risalenti all'anno scorso; oggi mentre ero al Boscone per altri motivi ho voluto dedicare una mezzoretta a cercare (senza troppa convinzione) degli adulti in attività. Appena arrivato nel luogo giusto, ho iniziato a vedere decine di buchi nella sabbia compatibili con l'Acinopo; purtroppo non avevo con me una paletta per verificare se erano abitati. Ho cercato di scavare con un coltello, ma perdevo subito l'andamento della galleria.
Continuando a cercare, ho finalmente trovato un esemplare vivo e all'aperto, nascosto sotto muschio secco :hp:
Dopo un po' ho iniziato a vedere dei "posteriori" di acinopi nascosti nei loro fori, a un centimetro o due dall'apertura.
Ho infine trovato un esemplare morto ma perfetto e freschissimo, probabilmente era morto giusto ieri... Questo mi ha ovviamente seguito a casa :to: :p
In totale ho visto sei o sette esemplari nel giro di 10-15 minuti... Direi quindi che la specie è tornata comune come una volta o quasi! :hp: (mi rifaccio ai racconti di chi ha vissuti i "tempi d'oro", dato che io non avevo mai avuto occasione prima di incontrarli)

Acinopus ammophilus 1.JPG


Acinopus ammophilus 2.JPG



Questa foto è orribile, probabilmente avevo gli ISO troppo alti :sick: Ma volevo mostrare come risultavano ben visibili i posteriori degli acinopi in alcuni dei fori:
Acinopus ammophilus 3.JPG



:hi:

_________________
"Lasciate questo mondo un po' migliore di come lo avete trovato" (Sir Robert Baden Powell)
Immagine Daniele


Top
profilo
MessaggioInviato: 14/05/2016, 19:03 
Avatar utente

Iscritto il: 19/06/2012, 14:35
Messaggi: 5011
Località: Alfonsine (RA)
Nome: Marco Villani
Grande Daniele, bravissimo! :birra: :hp:
E' una specie davvero particolare, che spero, un giorno, di poter raccogliere anch'io.
Per caso hai notato intorno una particolare abbondanza di piante di Medicago minima? E' la pianta nutrice di A. ammophilus (i frutti spinosi che si vedono spesso all'ingresso delle tane sono proprio di M. minima).
Ancora complimenti :hi:

_________________
La natura non conosce pause nel progresso e nello sviluppo, ed attacca la sua maledizione su tutta l'inattività.” [GOETHE]


Top
profilo
MessaggioInviato: 14/05/2016, 19:18 
Avatar utente

Iscritto il: 05/02/2009, 17:44
Messaggi: 2188
Località: Garbagnate Milanese
Nome: Augusto Franzini
Complimenti :hp: assolutamente giustificati.
:hi:

_________________
Augusto (aug)
Prediction is very difficult, especially about the future (Niels Bohr, fisico)


Top
profilo
MessaggioInviato: 14/05/2016, 19:30 
Avatar utente

Iscritto il: 09/06/2012, 20:57
Messaggi: 4170
Località: Mesola (FE)
Nome: Daniele Maccapani
aug ha scritto:
Complimenti :hp: assolutamente giustificati.
:hi:

Grazie :D :birra:

marco villa ha scritto:
Per caso hai notato intorno una particolare abbondanza di piante di Medicago minima? E' la pianta nutrice di A. ammophilus (i frutti spinosi che si vedono spesso all'ingresso delle tane sono proprio di M. minima).

Giusto, non l'ho scritto :ok: Ci ho fatto particolarmente attenzione, e nella radura c'è una bella concentrazione di erba medica minore (che ho visto ancora tutta in fiore, senza legumi).
Quindi: sparito il disturbo del daino, e buona disponibilità alimentare... Direi che c'è da essere ottimisti :hp:
Sarei curioso di scoprire altre zone del Bosco in cui la specie possa vivere... Mi pare assurdo che da sempre sia confinata esclusivamente a questa piccola radura (il parco delle duchesse); chiederò ai forestali se conoscono altre radure simili.

Mi viene da commentare che la situazione generale del Boscone è preoccupante: è ricco di specie/sottospecie che in zona vivono esclusivamente lì, senza che se ne trovi traccia all'esterno (cervo rosso italico, acinopo delle sabbie, due specie di tritoni, carabi cancellato e italico, ecc..); questo le rende tutte molto molto vulnerabili... (come si è visto per l'Acinopo, che probabilmente l'ha scampata per poco; se avessero tardato qualche altro anno con l'eradicazione dei daini magari lo avremmo perso davvero)

:birra:

_________________
"Lasciate questo mondo un po' migliore di come lo avete trovato" (Sir Robert Baden Powell)
Immagine Daniele


Top
profilo
MessaggioInviato: 14/05/2016, 19:46 
Avatar utente

Iscritto il: 19/06/2012, 14:35
Messaggi: 5011
Località: Alfonsine (RA)
Nome: Marco Villani
Daniele Maccapani ha scritto:
Sarei curioso di scoprire altre zone del Bosco in cui la specie possa vivere... Mi pare assurdo che da sempre sia confinata esclusivamente a questa piccola radura (il parco delle duchesse); chiederò ai forestali se conoscono altre radure simili.


Guardando sulle mappe il Parco della Duchessa sembra l'unica del Boscone in realtà (eccetto un'altra radura più grande ed antropizzata che vedo poco più a nord e di cui non so il nome). Come molte specie praticole, gli esemplari abitano il bosco nelle sue zone più assolate, specialmente i margini dei sentieri ed i bordi dei canali (questi luoghi più isolati potrebbero anche essere stati la salvezza dell'A. ammophilus), per poi avere concentrazioni molto, molto maggiori nelle zone ben più esposte, quindi le radure.
Al massimo proverei a guardare lungo il sentiero che costeggia il confine ovest, che pare appunto poco coperto dalla vegetazione ai lati.

_________________
La natura non conosce pause nel progresso e nello sviluppo, ed attacca la sua maledizione su tutta l'inattività.” [GOETHE]


Top
profilo
MessaggioInviato: 14/05/2016, 21:07 
Avatar utente

Iscritto il: 14/03/2009, 12:59
Messaggi: 2428
Località: Milano
Nome: Gabriele Franzini
Che bella notizia :birra: :birra: !! Bravo Daniele.

Ciao G.


Top
profilo
MessaggioInviato: 14/05/2016, 22:03 
 

Iscritto il: 08/12/2013, 1:52
Messaggi: 2961
Località: Bagnacavallo (RA)
Nome: Giorgio Pezzi
:p :p :p Si potrebbe tentare di cercarlo nella zona di Lido di Dante (retroduna a Tortuletum): Medicago ce n'è se ricordo bene! :hi:


Top
profilo
MessaggioInviato: 14/05/2016, 22:37 
Avatar utente

Iscritto il: 19/06/2012, 14:35
Messaggi: 5011
Località: Alfonsine (RA)
Nome: Marco Villani
Chalybion ha scritto:
:p :p :p Si potrebbe tentare di cercarlo nella zona di Lido di Dante (retroduna a Tortuletum): Medicago ce n'è se ricordo bene! :hi:


Chissà, potrebbe anche esserci. Il fatto è che vive in zone sabbiose di duna nelle zone interne, non direttamente sulla costa (da quel che so). Se dovessi trovare un buon posto sarebbe il Bardello, nei punti più sopraelevati. Però non so se c'è la Medicago minima (e sottolineo che sta solo su M. nimima, non sulle altre Medicago).
In realtà potrebbe benissimo essere diffuso in tutte le nostre pinete storiche, se non fosse che ormai non c'è una sola radura buona :no1: .

_________________
La natura non conosce pause nel progresso e nello sviluppo, ed attacca la sua maledizione su tutta l'inattività.” [GOETHE]


Top
profilo
MessaggioInviato: 15/05/2016, 11:51 
 

Iscritto il: 03/02/2015, 11:23
Messaggi: 984
Località: Policoro (MT)
Nome: Giuseppe Cancelliere
Ciao Daniele, complimenti per il ritrovamento. Di Carabidi conosco molto poco, qual è la distribuzione di questo? :hi:


Top
profilo
MessaggioInviato: 15/05/2016, 22:00 
Avatar utente

Iscritto il: 05/02/2009, 17:31
Messaggi: 8686
Località: milano
Nome: maurizio pavesi
ciao giuseppe

qualcosa che riguarda le tue parti lo trovi qui

_________________
*****************
Immagine maurizio


Top
profilo
MessaggioInviato: 15/05/2016, 22:03 
 

Iscritto il: 03/02/2015, 11:23
Messaggi: 984
Località: Policoro (MT)
Nome: Giuseppe Cancelliere
Grazie, hai ragione Maurizio :gh: Ho perso il filo del discorso, sto invecchiando pure io :lol:


Top
profilo
MessaggioInviato: 15/05/2016, 22:44 
Avatar utente

Iscritto il: 09/06/2012, 20:57
Messaggi: 4170
Località: Mesola (FE)
Nome: Daniele Maccapani
marco villa ha scritto:
Guardando sulle mappe il Parco della Duchessa sembra l'unica del Boscone in realtà (eccetto un'altra radura più grande ed antropizzata che vedo poco più a nord e di cui non so il nome).

Certo, come giustamente dici nel Bosco della Mesola le radure di dimensioni notevoli sono solo due: il Parco delle Duchesse e l'Elciola; quest'ultima è la più grande che hai notato, caratterizzata da un grande laghetto artificiale e da due vecchie costruzioni oggi usate come magazzini. Nell'Elciola vive quasi costantemente gran parte della popolazione di cervi, quindi l'impatto di calpestio e brucatura sono notevoli; inoltre il suolo è più compatto rispetto alle Duchesse. Credo quindi che qui l'acinopo non ci possa stare. Bisognerebbe cercare altre radure più piccole e magari non completamente scoperte dagli alberi e quindi non ben distinguibili dall'immagine aerea, non per forza entro il perimetro della riserva. Trovo verosimile la tua ipotesi che possa stare lungo le sponde dei canali, anche se da quello che leggo è una specie abbastanza xerofila.
Non mi resta che cercare :D

marco villa ha scritto:
Il fatto è che vive in zone sabbiose di duna nelle zone interne, non direttamente sulla costa

Dato che oggi in Italia sta praticamente in due soli posti, magari il fatto che siano interni anziché costieri può essere un caso, non una regola :roll: Fuori dall'Italia in che ambienti sta? Vorrei sapere l'opinione di chi ne sa più di noi :oops: Pensate che possa valer la pena cercarlo su dune costiere? (il Bosco della Mesola arriva fino al mare, quindi magari potenziali habitat in cui possa stare potrebbero trovarsi anche lì...)

:hi:

_________________
"Lasciate questo mondo un po' migliore di come lo avete trovato" (Sir Robert Baden Powell)
Immagine Daniele


Top
profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
nuovo argomento
rispondi
Pagina 1 di 1 [ 12 messaggi ]

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: