Benvenuto Ospite | Iscriviti

Forum Entomologi Italiani

www.entomologiitaliani.net/forum
 
Oggi è 19/10/2020, 23:54

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Herophila tristis martinascoi (Contarini & Garagnani, 1983) Dettagli della specie

12.IV.2011 - ITALIA - Calabria - RC, Marina di Caulonia


nuovo argomento
rispondi
Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Pagina 1 di 2 [ 22 messaggi ]
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 24/11/2011, 1:45 
 

Iscritto il: 14/10/2011, 14:54
Messaggi: 226
Località: Castelnuovo Bocca d'Adda (LO)
Nome: Luciano Arcorace
Salve a tutti
sono abbastanza certo della determinazione a livello specifico di questo insetto, ma volevo chiedervi quali fossero le differenze tra le due sottospecie italiane, e quindi come distinguerle.
Ho fatto una ricerca su internet per trovare informazioni sulla Herophila tristis ssp.martinascoi (Contarini & Garagnani, 1983) e ho trovato ben poco.
Google books riporta alcune anteprime del lavoro di Contarini & Garagnani tra le quali si legge: " è strettamente ionica, con un caratteristico arco.... ".
L'esemplare in foto è stato ritrovato su un muro proprio di una località sulla costa ionica.

Grazie in anticipo e scusatemi per la foto ma non riesco a fare di meglio :cry:

Herophila tristis (Linnaeus 1767)

Calabria - Marina di Caulonia, RC., 12-IV-2011, Leg. Luciano Arcorace

18 mm

DSC01198mod.jpg


DSC01198mod1.jpg


_________________
Ciao Lucio


Top
profilo
MessaggioInviato: 24/11/2011, 15:38 
Avatar utente

Iscritto il: 21/05/2009, 14:59
Messaggi: 6524
Località: Casinalbo (MO)
Nome: Riccardo Poloni
:ok: :ok: Herophila tristis tristis (Linnaeus, 1767)

_________________
Riccardo Poloni
La dignità degli elementi
la libertà della poesia,
al di là dei tradimenti degli uomini
è magia, è magia, è magia...
Negrita, Rotolando verso sud


Top
profilo
MessaggioInviato: 24/11/2011, 17:12 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 31490
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Plagionotus ha scritto:
:ok: :ok: Herophila tristis tristis (Linnaeus, 1767)

Mi associo a Luciano: come la distinguiamo dalla ssp. martinascoi, nella cui area di diffusione questo esemplare è stato trovato?
Nemmeno io ho la descrizione di questa ssp., e dalle foto che ho trovato non noto differenze evidenti rispetto ai comuni esemplari della ssp. tipica.

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
MessaggioInviato: 26/11/2011, 9:38 
 

Iscritto il: 13/09/2009, 18:04
Messaggi: 817
Nome: Pierpaolo Rapuzzi
Si tratta di Herophila tristis martinascoi. È la sottospecie tipica cela costa ionica. Le differenze con la forma tipica sono deboli ma costanti. In questa razza le elitre sono più allungate e parallele, la colorazione della pubescenza elitrale più grigio cenere anziché bruna. Non è una gran cosa ma come dicevo è costante.
Pierpaolo


Top
profilo
MessaggioInviato: 26/11/2011, 12:10 
Avatar utente

Iscritto il: 25/11/2009, 9:31
Messaggi: 8005
Località: Lecce
Nome: Maurizio Bollino
Visto che avevo il fascicolo della SEI sotto mano, ho fatto un PDF della descrizione originale.


Contarini_Garagnani_1983-Dorcatypus tristis martinascoi n ssp.pdf [260.35 KiB]
Scaricato 261 volte

_________________
Maurizio Bollino
Top
profilo
MessaggioInviato: 26/11/2011, 18:53 
 

Iscritto il: 14/10/2011, 14:54
Messaggi: 226
Località: Castelnuovo Bocca d'Adda (LO)
Nome: Luciano Arcorace
:hp:
Maurizio grazie infinite per il pdf! non sai quanto ho cercato delle informazioni senza esito!!

Se può essere utile, faccio le foto ad un'altro esemplare con gli stessi dati di raccolta (gli unici due che ho per ora) in cui mi pare che alcuni caratteri si vedano meglio.

_________________
Ciao Lucio


Top
profilo
MessaggioInviato: 27/11/2011, 9:21 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 31490
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Si, prova a fotografare anche l'altro esemplare, visto che questa ssp. non era ancora presente sul Forum.

Grazie per il pdf, Maurizio.

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
MessaggioInviato: 27/11/2011, 14:53 
Avatar utente

Iscritto il: 21/05/2009, 14:59
Messaggi: 6524
Località: Casinalbo (MO)
Nome: Riccardo Poloni
Ahhhhhh, potevi dirlo subito che era calabrese!! Vedi la fretta :no1: :no1:

_________________
Riccardo Poloni
La dignità degli elementi
la libertà della poesia,
al di là dei tradimenti degli uomini
è magia, è magia, è magia...
Negrita, Rotolando verso sud


Top
profilo
MessaggioInviato: 27/11/2011, 15:18 
Avatar utente

Iscritto il: 26/03/2010, 14:55
Messaggi: 5828
Località: Romania
Nome: Cosmin-Ovidiu Manci
Plagionotus ha scritto:
Ahhhhhh, potevi dirlo subito che era calabrese!! Vedi la fretta :no1: :no1:


Limonium calabrum ha scritto:
...

Calabria - Marina di Caulonia, RC., 12-IV-2011, Leg. Luciano Arcorace

...


:D :D :D

_________________
Cosmin-Ovidiu Manci
**********************
cosmln's place - my blog
just insects
Dragonflies of Romania


Top
profilo
MessaggioInviato: 27/11/2011, 16:02 
 

Iscritto il: 14/10/2011, 14:54
Messaggi: 226
Località: Castelnuovo Bocca d'Adda (LO)
Nome: Luciano Arcorace
Stessi dati di raccolta dell'esemplare di sopra, a circa 20 m di distanza su un altro muro.
in questo mi pare si noti maggiormente l'addome snello e la spina del protorace non rivolta posteriormente come nella ssp. nominale e meno ottusa.

16 mm

DSC01324mod.jpg


DSC01323mod.jpg


DSC01324mod1.jpg


DSC01323mod2.jpg


_________________
Ciao Lucio


Top
profilo
MessaggioInviato: 27/11/2011, 21:02 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 31490
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Effettivamente le elitre sembrano più allungate che nella ssp. tipica, gli altri caratteri mi sembrano poco osservabili in foto (nella prima foto del secondo esemplare le spine protoraciche sembrano un po' rivolte indietro, nella successiva sembra di no!)
Comunque, se questi caratteri sono stati osservati costantemente in 160 esemplari, come ho letto nella descrizione, mi pare sufficiente per una sottospecie.

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
MessaggioInviato: 27/11/2011, 21:14 
Avatar utente

Iscritto il: 25/11/2009, 9:31
Messaggi: 8005
Località: Lecce
Nome: Maurizio Bollino
Julodis ha scritto:
se questi caratteri sono stati osservati costantemente in 160 esemplari, come ho letto nella descrizione, mi pare sufficiente per una sottospecie.


:no: 160 erano gli esemplari totali esaminati, compresi i nominali. La serie tipica è di 40 esemplari, comunque un numero significativo, ma meno che se fossero stati 160.....

_________________
Maurizio Bollino


Top
profilo
MessaggioInviato: 07/06/2012, 8:22 
Avatar utente

Iscritto il: 05/08/2009, 18:02
Messaggi: 2242
Nome: Marcello Benelli
Maurizio Bollino ha scritto:
Julodis ha scritto:
se questi caratteri sono stati osservati costantemente in 160 esemplari, come ho letto nella descrizione, mi pare sufficiente per una sottospecie.


:no: 160 erano gli esemplari totali esaminati, compresi i nominali. La serie tipica è di 40 esemplari, comunque un numero significativo, ma meno che se fossero stati 160.....


Beh...hanno descritto specie sulla base di un adulto...per quanto mi riguarda 40 exx. sono un bel numero in termini relativi!!!

_________________
Marci
"S'i fosse fuoco, arderei 'l mondo,
S'i fosse vento, lo tempesterei,
S'i fosse acqua, i' l'annegherei
s'i fosse dio, mandereil' en profondo" ( Cecco Angiolieri).


Top
profilo
MessaggioInviato: 07/06/2012, 8:58 
Avatar utente

Iscritto il: 25/11/2009, 9:31
Messaggi: 8005
Località: Lecce
Nome: Maurizio Bollino
Entomarci ha scritto:
Beh...hanno descritto specie sulla base di un adulto...


Se è per questo, un Nymphalidae africano è stato descritto nel 2002 sulla base di ...... una fotografia in natura!!!

_________________
Maurizio Bollino


Top
profilo
MessaggioInviato: 07/06/2012, 14:43 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 02/02/2009, 23:30
Messaggi: 6781
Località: Capaci (Pa)
Nome: Marcello Romano
Maurizio Bollino ha scritto:
Entomarci ha scritto:
Beh...hanno descritto specie sulla base di un adulto...


Se è per questo, un Nymphalidae africano è stato descritto nel 2002 sulla base di ...... una fotografia in natura!!!


Ma una simile descrizione, senza un tipo porta nome, è ammessa dal Codice Internazionale di Nomenclatura Zoologica?

_________________
:hi: Marcello Romano


Top
profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
nuovo argomento
rispondi
Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Pagina 1 di 2 [ 22 messaggi ]

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Termessos e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron