Benvenuto Ospite | Iscriviti

Forum Entomologi Italiani

www.entomologiitaliani.net/forum
 
Oggi è 25/05/2020, 18:18

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Erebia alberganus (de Prunner, 1798), aberrazione - Nymphalidae Satyrinae

VII.1999 - ITALIA - Veneto - BL, Dintorni di Rocca Pietore


nuovo argomento
rispondi
Pagina 1 di 1 [ 4 messaggi ]
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 06/02/2012, 11:19 
Avatar utente

Iscritto il: 23/04/2010, 15:29
Messaggi: 586
Località: Morgano (TV)
Nome: Michele Carraretto
Aberrazione di erebia alberganus

In questo periodo di "grande attività" mi è venuta voglia di guardarmi un po' la collezione.
Mi sono ricordato di qualche aberrazione e per questo ho pensato di condividere con Voi i miei esemplari. Se ritenete interessante l'argomemento potremmo inserire qualche altro esemplare.
Saluti a tutti
michele


Aberrazione.jpg

Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Aberrazione di erebia alberganus
MessaggioInviato: 06/02/2012, 23:00 
Avatar utente

Iscritto il: 05/02/2009, 17:47
Messaggi: 7185
Località: Cagliari
Nome: Piero Leo
Bella, molto differente.
Da profano: l'hai determinata perché volava con esemplari normali di questa specie o i caratteri specifici sono ancora riconoscibili?
Altra domanda: mi sembra di ricordare d'aver letto da qualche parte che questo tipo di aberrazioni si riscontrano con crisalidi che sono rimaste più di altre esposte al freddo. È realmente così?

:) Ciao
Piero


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Aberrazione di erebia alberganus
MessaggioInviato: 07/02/2012, 12:04 
Avatar utente

Iscritto il: 23/04/2010, 15:29
Messaggi: 586
Località: Morgano (TV)
Nome: Michele Carraretto
Ciao Piero :hi:
La determinazione è stata molto facile in quanto la specie è inconfondibile con altre congeneri; la maggior parte dei caratteri specifici sono ben visibili, anche se mascherati dal fatto che le "lacune" presenti nelle ali tendono un po' a fuorviare l'osservazione.
Per quanto riguarda l'ipotesi di una crisalide esposta maggiormente al freddo, la mia ipotesi è che potrebbe anche essere questa la causa, ma osservando le ali al binoculare si evidenzia che le "quame" nella zona meno scura, più che essere di un colore differente, sono più piccole (quasi atrofizzate) e nelle chiazze chiare sono presenti solo i "gambini" di attacco tra squama e ala. Sembra quasi che le squame, in quella zona, si siano strappate, ma la simmetria con qui si manifestano le chiazze e soprattutto il fatto che i bordi delle ali sono perfettamente integri, esclude eventuali danneggiamenti accidentali.
La mia ipotesi è che sia una sorta aberrazione dovuta ad una "malattia", una sorta di "calvizie" che ha attaccato una zona delle ali, ma non tutte.
Con la parola "calvizie" sono certo di aver fatto ridere più d'uno :D :D , ma effettivamente non trovo una parola più adeguata a descrivere il fenomeno.
Chiedo se qualcuno ha qualche altra ipotesi (ripeto che l'esemplare era fresco e non logoro) che possa spiegare il fenomeno.
Grazie :hi: :hi:
michele


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Aberrazione di erebia alberganus
MessaggioInviato: 07/02/2012, 18:32 
Avatar utente

Iscritto il: 05/02/2009, 17:47
Messaggi: 7185
Località: Cagliari
Nome: Piero Leo
:) Ciao Michele, grazie per le spiegazioni.
Per me le Erebia restano un mistero; sarà anche il fatto che non ci ho mai avuto a che fare, visto che il genere è del tutto assente in Sardegna.
Il termine "calvizie" rende bene l'idea. Si vede che non ha mai conosciuto Cesare Ragazzi; oppure, per i più stagionati, non ha mai usato la brillantina Linetti (stesso errore del mitico Ispettore Rock) :D

:) Ciao
Piero


Top
profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
nuovo argomento
rispondi
Pagina 1 di 1 [ 4 messaggi ]

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: