Benvenuto Ospite | Iscriviti

Forum Entomologi Italiani

www.entomologiitaliani.net/forum
 
Oggi è 18/09/2019, 0:00

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Sulcophanaeus faunus Fabricius 1775 - Scarabaeidae

14.VII.1995 - GUYANA FRANCESE - EE, Saint-Georges-de-l'Oyapock 4°31′0″ N, 52°21′0″W


nuovo argomento
rispondi
Pagina 1 di 1 [ 7 messaggi ]
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 10/09/2011, 20:17 
Avatar utente

Iscritto il: 18/09/2010, 17:17
Messaggi: 297
Località: Còrdoba (ARG)
Nome: Giorgio Garzaniti
Come richiesto ecco veramente uno dei più particolari fra i Phanaeini.
Sulcophanaeus faunus Fabricius, 1775. I maschi possono raggiungere i 40 mm. Questa specie ha un areale vastissimo coprendo tutto il bacino amazzonico, dalla Guyana al Brasile, dalla Colombia al Perù e Bolivia settentrionale. E' stata anche ritrovata, in Paraguay (da Carlos Aguilar). Seguendo le (poche) foreste tunnel, lungo i grandi corsi d'acqua, probabilmente è diffusa anche in altre zone. Copronecrofaga e notturna, presenta come particolarità nel maschio le protuberanze laterali nel pronoto allungate in avanti e un corno cefalico con seghettatura apicale, che nei maschi major ne danno un aspetto veramente strong! Anche la femmina non è da meno, mostrando un corno cefalico, anche se più piccolo (particolarità nei Sulcophanaeus), ma sul pronoto una serie di protuberanze, a corona, molto particolari. E' purtroppo oggetto di molta speculazione da parte dei cacciatori-venditori, che lo offrono sul mercato a prezzi assolutemente assurdi, trattandosi di una specie comune (ma affatto banale!).


Esemplare maschio, vista laterale
Sulcophanaeus faunus 1.JPG

Esemplare maschio, vista frontale
Sulcophanaeus faunus 1c.JPG

Esemplare femmina
Sulcophanaeus faunus f1.JPG


_________________
Giorgio Garzaniti
Top
profilo
MessaggioInviato: 10/09/2011, 22:17 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 31212
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Bestia impressionante! Pure la femmina non scherza. Che dimensioni hanno?

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
MessaggioInviato: 10/09/2011, 22:37 
Avatar utente

Iscritto il: 18/09/2010, 17:17
Messaggi: 297
Località: Còrdoba (ARG)
Nome: Giorgio Garzaniti
Come indicato, possono raggiungere e superare i 40 mm...dei bei bestioni!

_________________
Giorgio Garzaniti


Top
profilo
MessaggioInviato: 10/09/2011, 22:45 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 31212
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Giorgarz ha scritto:
Come indicato, possono raggiungere e superare i 40 mm...dei bei bestioni!

L'avevo pure letto! :no1: :no1: :no1:

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
MessaggioInviato: 10/09/2011, 22:52 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2010, 11:51
Messaggi: 3841
Località: Messina - Motta Sant'Anastasia (CT)
Nome: Giovanni Altadonna
Impressionante lo sviluppo del corno cefalico! :shock:

_________________
"L' uomo che è cieco alle bellezze della natura ha perduto metà del piacere di vivere"
Sir Robert Baden Powell

Giovanni Altadonna


Top
profilo
MessaggioInviato: 10/09/2011, 23:22 
Avatar utente

Iscritto il: 09/11/2010, 19:52
Messaggi: 4236
Località: Brescia
Nome: Luca Bodei
Giorgarz ha scritto:
Come richiesto ecco veramente uno dei più particolari fra i Phanaeini.
Sulcophanaeus faunus Fabricius, 1775. I maschi possono raggiungere i 40 mm. Questa specie ha un areale vastissimo coprendo tutto il bacino amazzonico, dalla Guyana al Brasile, dalla Colombia al Perù e Bolivia settentrionale. E' stata anche ritrovata, in Paraguay (da Carlos Aguilar). Seguendo le (poche) foreste tunnel, lungo i grandi corsi d'acqua, probabilmente è diffusa anche in altre zone. Copronecrofaga e notturna, presenta come particolarità nel maschio le protuberanze laterali nel pronoto allungate in avanti e un corno cefalico con seghettatura apicale, che nei maschi major ne danno un aspetto veramente strong! Anche la femmina non è da meno, mostrando un corno cefalico, anche se più piccolo (particolarità nei Sulcophanaeus), ma sul pronoto una serie di protuberanze, a corona, molto particolari. E' purtroppo oggetto di molta speculazione da parte dei cacciatori-venditori, che lo offrono sul mercato a prezzi assolutemente assurdi, trattandosi di una specie comune (ma affatto banale!).



E questo aspetto che non mi piace,con buona pace dello studio scientifico,mi vengono in mente certi cecoslovacchi....mercato,mercato,mercato..... :hi:

_________________
Tc70


Top
profilo
MessaggioInviato: 10/09/2011, 23:41 
Avatar utente

Iscritto il: 18/09/2010, 17:17
Messaggi: 297
Località: Còrdoba (ARG)
Nome: Giorgio Garzaniti
Concordo Luca...anche se grazie ai "commercianti" ci arrivano specie che altrimenti faremmo fatica a trovare, c'è (no tutti) chi specula eccessivamente, vendendo esemplari comuni a prezzi salati, solo perché sono "grossi" o "colorati" :no:

_________________
Giorgio Garzaniti


Top
profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
nuovo argomento
rispondi
Pagina 1 di 1 [ 7 messaggi ]

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: