Benvenuto Ospite | Iscriviti

Forum Entomologi Italiani

www.entomologiitaliani.net/forum
 
Oggi è 17/10/2019, 23:39

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Onthophagus (Palaeonthophagus) coenobita (Herbst, 1783) - Scarabaeidae

9.VIII.2012 - ITALIA - Campania - AV, Bosco di Montemarano.


nuovo argomento
rispondi
Pagina 1 di 1 [ 12 messaggi ]
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 10/08/2012, 19:14 
Avatar utente

Iscritto il: 04/08/2012, 14:41
Messaggi: 133
Località: Montella , Avellino - Campania / Bologna - Emilia Romagna
Nome: Gerardo Moscariello
forumndef.jpg

Trovato vicino al presunto Anoplotrupes Stercorosus di prima , su di un piccolo pezzo di legno marcescente. Lunghezza: 8-9mm.

_________________
Immagine Gerardo Moscariello


Top
profilo
MessaggioInviato: 10/08/2012, 20:07 
Avatar utente

Iscritto il: 23/09/2009, 23:06
Messaggi: 941
Nome: Stefano Ziani
Si tratta di Onthophagus (Palaeonthophagus) coenobita (Herbst, 1783).


Top
profilo
MessaggioInviato: 10/08/2012, 22:24 
Avatar utente

Iscritto il: 09/06/2012, 20:57
Messaggi: 4164
Località: Mesola (FE)
Nome: Daniele Maccapani
Chiedo scusa a Gerardo se mi intrometto :)...
Vorrei chiedere a Stefano, o a chiunque altro voglia rispondermi ;), come si riconosce l'O. coenobita (sempre se è possibile senza stereoscopio) e, più in generale, le specie con le elitre chiare con una punteggiatura scura più o meno densa. (nella mia zona le due specie più frequenti di Onthophagus sono il furcatus e una (o alcune :roll:) che hanno questo aspetto e che avevo determinato ad occhiometro appunto come O. coenobita, ma con taanti dubbi :no1:).

Grazie :hi:

_________________
"Lasciate questo mondo un po' migliore di come lo avete trovato" (Sir Robert Baden Powell)
Immagine Daniele


Top
profilo
MessaggioInviato: 11/08/2012, 9:07 
Avatar utente

Iscritto il: 23/09/2009, 23:06
Messaggi: 941
Nome: Stefano Ziani
O. coenobita fa parte di quelle specie italiane con le elitre ocracee più o meno maculate e con gli angoli anteriori del pronoto sinuati. Si differenzia a prima vista per le elitre quasi completamente senza macchie scure e soprattutto per il colore del pronoto, solitamente rosso ramato (come quello della foto) ma anche verde metallico. E' abbastanza comune - ma mai in serie numerose - soprattutto in sterco umano e di cane. Sono note anche le sue abitudini necrofaghe, e secondo la letteratura viente attratto da trappole innescate con pesce.
Daniele, se posti la foto dell'altra specie di Onthophagus che trovi nelle tue zone, forse riusciamo a darle un nome.


Top
profilo
MessaggioInviato: 11/08/2012, 12:28 
Avatar utente

Iscritto il: 09/06/2012, 20:57
Messaggi: 4164
Località: Mesola (FE)
Nome: Daniele Maccapani
Grazie Stefano :birra:
Creedence ha scritto:
elitre quasi completamente senza macchie scure e soprattutto per il colore del pronoto, solitamente rosso ramato (come quello della foto) ma anche verde metallico. E' abbastanza comune - ma mai in serie numerose - soprattutto in sterco umano e di cane. Sono note anche le sue abitudini necrofaghe, e secondo la letteratura viente attratto da trappole innescate con pesce.

La descrizione corrisponde, in particolare in alcuni ambienti ne ho catturati in serie molto numerose appunto con le trappole con pesce (mentre con la ricerca diretta confermo che non ho mai trovato serie numerose); l'unica cosa che mi lascia perplesso è il numero di macchie: a volte sono quasi assenti, in altri casi più numerose (ma mai molto dense), quindi forse sono due specie. Comunque appena riesco cerco di fare una delle mie scansioni :D e a postare l'immagine, anche se non penso di poter ottenere un gran chè...

:hi:

_________________
"Lasciate questo mondo un po' migliore di come lo avete trovato" (Sir Robert Baden Powell)
Immagine Daniele


Top
profilo
MessaggioInviato: 11/08/2012, 14:53 
Avatar utente

Iscritto il: 04/08/2012, 14:41
Messaggi: 133
Località: Montella , Avellino - Campania / Bologna - Emilia Romagna
Nome: Gerardo Moscariello
Creedence ha scritto:
Si tratta di Onthophagus (Palaeonthophagus) coenobita (Herbst, 1783).
Daniele Maccapani ha scritto:
Chiedo scusa a Gerardo se mi intrometto :)...
Vorrei chiedere a Stefano, o a chiunque altro voglia rispondermi ;), come si riconosce l'O. coenobita (sempre se è possibile senza stereoscopio) e, più in generale, le specie con le elitre chiare con una punteggiatura scura più o meno densa. (nella mia zona le due specie più frequenti di Onthophagus sono il furcatus e una (o alcune :roll:) che hanno questo aspetto e che avevo determinato ad occhiometro appunto come O. coenobita, ma con taanti dubbi :no1:).

Grazie :hi:


Grazie mille Stefano per l'identificazione ...e nessun problema Daniele ! la questione interesse molto anche me ;)

:hi: :hi:

_________________
Immagine Gerardo Moscariello


Top
profilo
MessaggioInviato: 11/08/2012, 15:31 
Avatar utente

Iscritto il: 02/10/2009, 17:40
Messaggi: 631
Località: Osimo
Nome: Alberto Strocchi
Carissimi Junger e Daniele,
i vostri dubbi mi riportano indietro di tanti anni quando, ancora inesperto e privo sia di colleghi autorevoli e internet era solo sui libri di fantascenza, mi arrangiavo come potevo e sintetizzai con delle schede, quello che potevo più facilmente ricordre.
Riassunsi, così, i caratteri principali di veri Generi in modo sintetico copiando quasi alla lettera ciò che veniva descritto dagli autori quali Porta e Baraud.
Sapevo di non potermi fidare ciecamente di ciò che avevo "costruito" (e Credence, quando li vide - parecchi anni dopo -, si espresse in un suo sorrisetto critco quanto mai esplicativo ... e aveva ragione). Tuttavia, all'epoca mi furono utili per inquadrare, in linea di massima, la situazione. Vi propongo quelli relativi agli Onthophagus per farne l'uso che credete (compreso la pallacanestro con il cesto della cartastaccia) o magari stimolarvi a farne dei migliori.
A me scrivere di proprio pugno, aiuta a ricordare, più che leggere semplicemente ... vedete voi. Ricordatevi solo che:
1 - sono appunti "giovanili" (per esempio l' O. medius non era nemmeno contemplato!)
2 - non hanno assolutamente la pretesa di sostituire le tavole dicotomiche più autorevoli e ufficiali. Quindi al minimo dubbio ... !
3 - le silouette in "bianco" avevano il compito di essere colorate a mano (all'epoca non esistevano stampanti "casalinghe" in grado di farlo).
Ciao


det.Onthophagus2.pdf [17.17 KiB]
Scaricato 52 volte
det.Onthophagus1.pdf [46.47 KiB]
Scaricato 52 volte
det-sp-Onthoph.pdf [16.54 KiB]
Scaricato 45 volte
Top
profilo
MessaggioInviato: 11/08/2012, 15:34 
Avatar utente

Iscritto il: 02/10/2009, 17:40
Messaggi: 631
Località: Osimo
Nome: Alberto Strocchi
Scusate ... ma ho fatto diverse prove e alla fine di ogni tentativo, mi appaiono gli allegati (come potete vedere) con la scritta "mal scaricato" !
Non so cosa devo fare: ho cercato inutilmente delle "istruzioni per l'uso" ma ne ho trovate solo a riguardo delle foto.
Se avete dei problemi ditemi cosa devo fare ... perchè non ne ho la più pallida idea.
Magari vanno bene lo stesso!
Ciao


Top
profilo
MessaggioInviato: 11/08/2012, 15:59 
Avatar utente

Iscritto il: 09/06/2012, 20:57
Messaggi: 4164
Località: Mesola (FE)
Nome: Daniele Maccapani
dorbodervus ha scritto:
Vi propongo quelli relativi agli Onthophagus per farne l'uso che credete (compreso la pallacanestro con il cesto della cartastaccia)

Ma noo... Dovrei prima sprecare inchiostro per stamparli! :gh: No, seriamente, grazie mille di averle condivise :lov2: Sranno pure scritti giovanili poco precisi, ma per chi come me muove ancora i primi passi sono forse più utili questi che certe chiavi complicatissime scritte con una linguaggio scientifico incomprensibile ai comuni mortali :D!
dorbodervus ha scritto:
A me scrivere di proprio pugno, aiuta a ricordare, più che leggere semplicemente ...

Lo stesso vale per me: ad esempio quando studio, molto spesso mi faccio degli schemi su quanto ho letto... Magari ci impiego il triplo del tempo, ma poi le cose me le ricordo ;)! Quindi direi che sei riuscito nel tuo intento:
dorbodervus ha scritto:
magari stimolarvi a farne dei migliori

Grazie ancora :birra:

:hi:

PS: non ho avuto problemi a scaricarli, però in effetti esce la scritta "mal scaricato" :?
PPS: ora non più :)

_________________
"Lasciate questo mondo un po' migliore di come lo avete trovato" (Sir Robert Baden Powell)
Immagine Daniele


Top
profilo
MessaggioInviato: 11/08/2012, 22:46 
Avatar utente

Iscritto il: 04/04/2010, 22:20
Messaggi: 997
Località: S.Giovanni al Natisone
Nome: Alessandro Drago
dorbodervus ha scritto:
Scusate ... ma ho fatto diverse prove e alla fine di ogni tentativo, mi appaiono gli allegati (come potete vedere) con la scritta "mal scaricato" !


c'era scritto "mai scaricato"...ora invece gli allegati risultano scaricati un po' di volte....

_________________
- SoNo un PoMpIeRe -


Top
profilo
MessaggioInviato: 12/08/2012, 20:24 
Avatar utente

Iscritto il: 04/08/2012, 14:41
Messaggi: 133
Località: Montella , Avellino - Campania / Bologna - Emilia Romagna
Nome: Gerardo Moscariello
dorbodervus ha scritto:
Carissimi Junger e Daniele,
i vostri dubbi mi riportano indietro di tanti anni quando, ancora inesperto e privo sia di colleghi autorevoli e internet era solo sui libri di fantascenza, mi arrangiavo come potevo e sintetizzai con delle schede, quello che potevo più facilmente ricordre.
Riassunsi, così, i caratteri principali di veri Generi in modo sintetico copiando quasi alla lettera ciò che veniva descritto dagli autori quali Porta e Baraud.
Sapevo di non potermi fidare ciecamente di ciò che avevo "costruito" (e Credence, quando li vide - parecchi anni dopo -, si espresse in un suo sorrisetto critco quanto mai esplicativo ... e aveva ragione). Tuttavia, all'epoca mi furono utili per inquadrare, in linea di massima, la situazione. Vi propongo quelli relativi agli Onthophagus per farne l'uso che credete (compreso la pallacanestro con il cesto della cartastaccia) o magari stimolarvi a farne dei migliori.
A me scrivere di proprio pugno, aiuta a ricordare, più che leggere semplicemente ... vedete voi. Ricordatevi solo che:
1 - sono appunti "giovanili" (per esempio l' O. medius non era nemmeno contemplato!)
2 - non hanno assolutamente la pretesa di sostituire le tavole dicotomiche più autorevoli e ufficiali. Quindi al minimo dubbio ... !
3 - le silouette in "bianco" avevano il compito di essere colorate a mano (all'epoca non esistevano stampanti "casalinghe" in grado di farlo).
Ciao


Grazie mille !! le tavole mi sono risultate utilissime proprio oggi ! Vedrò di ricambiare ;) :lov1:

_________________
Immagine Gerardo Moscariello


Top
profilo
MessaggioInviato: 12/08/2012, 23:51 
Avatar utente

Iscritto il: 02/10/2009, 17:40
Messaggi: 631
Località: Osimo
Nome: Alberto Strocchi
Non ti devi sentire in obbligo, assolutamente.
Sono già contento se ti sono state utili!
Ciao
A.


Top
profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
nuovo argomento
rispondi
Pagina 1 di 1 [ 12 messaggi ]

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: