Benvenuto Ospite | Iscriviti

Forum Entomologi Italiani

www.entomologiitaliani.net/forum
 
Oggi è 14/10/2019, 18:44

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Ateuchetus variolosus (Fabricius, 1787) - Scarabaeidae

14.V.2017 - ITALIA - Abruzzo - AQ, Rocca Calascio


nuovo argomento
rispondi
Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Pagina 1 di 2 [ 20 messaggi ]
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 15/05/2017, 22:28 
Avatar utente

Iscritto il: 10/05/2009, 15:30
Messaggi: 6247
Località: Ancona
Nome: Giacomo Giovagnoli
:hp: :hp: :hp: :hp:

Quanto volevo incontrare questa meraviglia!!!
E finalmente ci sono riuscito, anche se ci sono dovuto arrivare in Abruzzo... :sma:

Con la scusa di portare la fidanzata a vedere Rocca Calascio (L'Aquila), ne ho approfittato per cercare coprofagi! :p

Ne ho incontrati addirittura 13 esemplari 8-) (più altri resti) su sterco ovino di un gregge, passato da poco, che avevo adocchiato dalla cima della rocca. :D
Il primo esemplare osservato -quello delle foto- era su sterco di cane, in una zona non adibita a pascolo.
Tutti erano intenti a modellare le caratteristiche palline.

Gli esemplari li sto tutti provando ad allevare... speriamo bene...

Curioso un esemplare di 12mm! :o

Image00003.jpg


Image00004.jpg


Image00001.jpg


Image00002.jpg



Ciao :)

_________________
Immagine Giacomo


Top
profilo
MessaggioInviato: 15/05/2017, 23:36 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 31249
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
In Abruzzo si trova ancora con una certa frequenza, per fortuna.

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
MessaggioInviato: 16/05/2017, 1:44 
Avatar utente

Iscritto il: 09/11/2010, 19:52
Messaggi: 4247
Località: Brescia
Nome: Luca Bodei
Julodis ha scritto:
In Abruzzo si trova ancora con una certa frequenza, per fortuna.



Come dire...''finchè c'è merd@ c'è speranza''... :mrgreen: :mrgreen: :hi:

_________________
Tc70


Top
profilo
MessaggioInviato: 16/05/2017, 6:20 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 31249
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Tc70 ha scritto:
Julodis ha scritto:
In Abruzzo si trova ancora con una certa frequenza, per fortuna.



Come dire...''finchè c'è merd@ c'è speranza''... :mrgreen: :mrgreen: :hi:

In questo caso, si. Ma non basta. Intorno a Roma i pascoli non mancano, anzi, ci sono zone dove è decisamente eccessivo, tra mucche, cavalli e pecore. Solo le capre sono fortemente diminuite rispetto a una quarantina di anni fa.
Eppure i "rotolatori sono quasi scomparsi. Si trovano ancora, con una certa frequenza, i Sysyphus e Ateuchetus laticollis, qualche volta qualche sporadico semipunctatus. Tutti gli altri sono ormai praticamente introvabili, salvo ritrovamenti occasionali. Lo stesso vale per altri stercorari, come i Gymnopleurus e i Chironitis, che una volta erano abbastanza comuni, specie i primi, ed ora sono diventati ritrovamenti molto rari. Perfino Bubas bison, che era ovunque ed innumerevole, è diventato molto più scarso. Tra i coprofagi di una certa mole reggono ancora i Copris e i Geotrupidae.

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
MessaggioInviato: 16/05/2017, 7:50 
Avatar utente

Iscritto il: 11/11/2009, 20:54
Messaggi: 4665
Località: Pesaro
Nome: Marco Paglialunga
Dai dai facci sapere la fine della storia :mrgreen: ...suppongo la fida ti abbia trenuto a distanza!! :lol1:

_________________
O voi ch'avete li 'ntelletti sani, mirate la dottrina che s'asconde sotto 'l velame de li versi strani
(InfeRRno - canto IX - vv. 61-63)


Top
profilo
MessaggioInviato: 19/05/2017, 22:33 
Avatar utente

Iscritto il: 10/05/2009, 15:30
Messaggi: 6247
Località: Ancona
Nome: Giacomo Giovagnoli
Vediamo se l'allevamento da i suoi frutti... siamo partiti benino, ecco due coppie.

Image00001.jpg


Image00002.jpg


Image00003.jpg


Image00004.jpg




Image00005.jpg


Image00006.jpg


Image00007.jpg


Image00008.jpg


Image00010.jpg


_________________
Immagine Giacomo


Top
profilo
MessaggioInviato: 31/05/2017, 8:43 
Avatar utente

Iscritto il: 11/11/2009, 20:54
Messaggi: 4665
Località: Pesaro
Nome: Marco Paglialunga
Peeping Tom !! :shock: :lol1:

_________________
O voi ch'avete li 'ntelletti sani, mirate la dottrina che s'asconde sotto 'l velame de li versi strani
(InfeRRno - canto IX - vv. 61-63)


Top
profilo
MessaggioInviato: 01/06/2017, 20:26 
Avatar utente

Iscritto il: 10/05/2009, 15:30
Messaggi: 6247
Località: Ancona
Nome: Giacomo Giovagnoli
Ecco i primi frutti! :hp:

Adesso devo portare pazienza e non rompere tutto per osservare la larva.

Notare la forma a pera; ho trovato diverse palline sferiche che credo siano solo alimentari, mentre alcune con il collo in cima al quale è deposto l'uovo e da li entra la larva: si intuiva la rosura fatta dalla larva per introdursi nella pallina.

Gli esemplari sono stati tenuti in box con terriccio misto a terreno argilloso (qui si vede la sabbia dove ho riposto le pere) ed alimentati con sterco di cane

Image00015.jpg


Image00016.jpg


_________________
Immagine Giacomo


Top
profilo
MessaggioInviato: 01/06/2017, 20:55 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 31249
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Allora il mio ricordo delle pere di sterco era giusto!

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
MessaggioInviato: 01/06/2017, 21:26 
Avatar utente

Iscritto il: 19/06/2012, 14:35
Messaggi: 4921
Località: Alfonsine (RA)
Nome: Marco Villani
Complimenti per la bella documentazione, Giacomo :birra:

_________________
La natura non conosce pause nel progresso e nello sviluppo, ed attacca la sua maledizione su tutta l'inattività.” [GOETHE]


Top
profilo
MessaggioInviato: 02/06/2017, 19:16 
Avatar utente

Iscritto il: 21/05/2009, 14:59
Messaggi: 6249
Località: Casinalbo (MO)
Nome: Riccardo Poloni
Ma Giacomo, vai a trovare stercorari con la fidanzata?!?! Mannaggia a te :mrgreen: :mrgreen: . Spero di trovarne una altrettanto paziente :gh: :gh:

_________________
Riccardo Poloni
La dignità degli elementi
la libertà della poesia,
al di là dei tradimenti degli uomini
è magia, è magia, è magia...
Negrita, Rotolando verso sud


Top
profilo
MessaggioInviato: 29/07/2017, 18:40 
Avatar utente

Iscritto il: 10/05/2009, 15:30
Messaggi: 6247
Località: Ancona
Nome: Giacomo Giovagnoli
Ecco le prime sorprese.
Ho una dozzina di "ovetti" e oggi, 29.VII.2017, mi sono azzardato a romperne uno, il più piccolo, tra gli ultimi ad essere modellato.

Agitandolo sentivo la pupa che sbatteva contro le pareti, e...
:hp: :hp: :hp:

Aggiungo che gli adulti sono quasi tutti vivi ma non vengono più in superficie. Una sorta di estivazione.
Al contrario la coppia di S. semipunctatus è morta.

Image00039.jpg


Image00040.jpg


Image00041.jpg


Image00043.jpg


Image00044.jpg


Image00045.jpg



Ciao :)

_________________
Immagine Giacomo


Top
profilo
MessaggioInviato: 29/07/2017, 21:49 
Avatar utente

Iscritto il: 19/06/2012, 14:35
Messaggi: 4921
Località: Alfonsine (RA)
Nome: Marco Villani
Complimenti! Non capita spesso di vedere le pupe dei rotolatori.
Sembra impossibile che un insetto così grosso riesca a svilupparsi nutrendosi solo di quella piccola quantità di materiale.

Mi stai facendo venire la voglia di fare una prova con l'allevamento dei coprofagi, che prima consideravo impossibile da affrontare.
Quanto è profondo il substrato che hai utilizzato?

_________________
La natura non conosce pause nel progresso e nello sviluppo, ed attacca la sua maledizione su tutta l'inattività.” [GOETHE]


Top
profilo
MessaggioInviato: 30/07/2017, 0:09 
Avatar utente

Iscritto il: 10/05/2009, 15:30
Messaggi: 6247
Località: Ancona
Nome: Giacomo Giovagnoli
Un samla ikea da 45l pieno fino a 5cm dal coperchio... saranno 28cm di substrato.

_________________
Immagine Giacomo


Top
profilo
MessaggioInviato: 30/07/2017, 7:12 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 31249
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Molto interessante ed utile per capire "dal vero" il ciclo vitale di questi insetti

StagBeetle ha scritto:
Ecco le prime sorprese.
Ho una dozzina di "ovetti" e oggi, 29.VII.2017, mi sono azzardato a romperne uno, il più piccolo, tra gli ultimi ad essere modellato.

Agitandolo sentivo la pupa che sbatteva contro le pareti, e...
:hp: :hp: :hp:

La sorpresa in questi "ovetti" è proprio ciò che vanno cercando d'estate alcuni animali opportunisti.

Qui siamo a Tolfa circa tre settimane fa. Terreno crepato, arido e duro come il cemento per la siccità prolungata, e qua e là si vedevano questi punti scavati da qualche animale (cinghiali, volpi o che altro?) per raggiungere il "nido" di qualche stercorario ed estrarre le pupe dai loro bozzoli. In questo caso credo fossero Copris.

Tolfa_10-07-2017_001.JPG



Ecco uno dei bozzoli aperti.

Tolfa_10-07-2017_002.JPG



La vita, in natura, può essere più dura che negli allevamenti di Giacomo.

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
nuovo argomento
rispondi
Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Pagina 1 di 2 [ 20 messaggi ]

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: