Benvenuto Ospite | Iscriviti

Forum Entomologi Italiani

www.entomologiitaliani.net/forum
 
Oggi è 02/06/2020, 23:21

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Pygopleurus koniae (Petrovitz, 1958) - Glaphyridae

9.V.2011 - TURCHIA - EE, Beypinari (Sivas), 1500 m


nuovo argomento
rispondi
Vai alla pagina Precedente  1, 2
Pagina 2 di 2 [ 27 messaggi ]
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 13/06/2011, 23:35 
Avatar utente

Iscritto il: 02/09/2009, 20:57
Messaggi: 8508
Località: Cagliari
Nome: Roberto Rattu
L'ho visto nella collezione di Marco Uliana, è veramente una bestia clamorosa :hp: :shock: :shock:


Top
profilo
MessaggioInviato: 13/06/2011, 23:36 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 31392
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Isotomus ha scritto:
Può essere; sono note alcune sottospecie. Gli specialisti ci diranno a quale appartiene questa popolazione.

Non è che la colorazione cambia col passare del tempo? In certi Julodis le macchie tomentose rosse diventano prima arancioni, poi gialle, poi nel corso degli anni sempre più sbiadite, fino a diventare bianche. In molte altre specie alcuni individui hanno macchie gialle (almeno in parte), altri bianche, ma col tempo quelle gialle scoloriscono comunque.
Stranamente in altre specie (molte di quelle del Sud Africa) la colorazione non cambia.

P.S. - Bellissimo animale!

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
MessaggioInviato: 14/06/2011, 0:29 
Avatar utente

Iscritto il: 26/03/2010, 14:55
Messaggi: 5828
Località: Romania
Nome: Cosmin-Ovidiu Manci
che bello :p :p :lov3: :lov3: !!!!

_________________
Cosmin-Ovidiu Manci
**********************
cosmln's place - my blog
just insects
Dragonflies of Romania


Top
profilo
MessaggioInviato: 14/06/2011, 1:04 
Avatar utente

Iscritto il: 05/02/2009, 17:28
Messaggi: 2986
Nome: Marco Uliana
Isotomus ha scritto:
Marco Uliana che, da qualche parte, l’ha definito il più bel coleottero che conosce

Privatamente, a diverse persone ;) :lov3:

Isotomus ha scritto:
Forse è esagerato
:x :no: :gun:
Isotomus ha scritto:
ma è un bell’insetto senza dubbio
salvo in corner :bln:

Isotomus ha scritto:
Ne abbiamo raccolto una bella serie
:p ritiro ogni ostilità :mrgreen: :lov2:

Isotomus ha scritto:
A questo punto, mi chiedo se la specie
citata da Marco "a further species of unidentified Pygopleurus, of which a single female was collected" non sia proprio la femmina di P. koniae

Ovviamente me lo sono chiesto anch'io, non avendone mai vista una identificabile senza dubbio, tuttavia ritengo improbabile l'ipotesi in quanto la morfologia non corrisponde a quella descritta per le femmine di koniae, inclusi gli scleriti genitali, anzi, in base alla scultura pronotale appartiene a tutto un altro gruppo di specie. Fortunatamente ora ci sono delle femmine di koniae con cui potrò confrontarlo :birra:

Isotomus ha scritto:
Mi chiedo anche se Amphicoma balcanica, nota solo su esemplari maschi, non possa essere il maschio di una specie già descritta su esemplari femmine :?

Se ti riferisci a A. graeca, posso ragionevolmente escluderlo, in quanto oltre a lei non è nota nessuna altra Amphicoma fra l'Italia e il Pakistan ;)

Tornando al nostro, permettimi di aggiungere una foto di un esemplare del Nemrut. Non è in condizioni perfette, quando lo fotografai non avevo ancora imparato a pettinrali bene... ma è passabile.

Turkey, Adiyaman, Nemrut Dagi 1.5.2000 leg. C. Sola
Pygopleurus konyae.jpg




Questo, come gli esemplari trovati da Gianfranco, è intensamente rosso, prrobabilmente riferibile a quella che in letteratura è indicata come ab. cerasinus e che è nota anche di Sivas. Esiste una forma più sbiadita, color rosa-arancio, che ricorda abbastanza il P. vulpes. Io ne ho raccolto un paio di esemplari presso Akseki (catena del Tauro), frammisti a P. foina, specie onnipresente.
Sono stati riferiti a questa specie 4 nomi di categorie infrasubspecifiche, trattati da Baraud come sinonimi o come forme individuali... io non ho visto sufficiente materiale per esprimermi in merito.
Fortunatamente la peluria di questa specie non sembra sbiadire col tempo :ok:

Deve essere stato davvero un incontro emozionante. Io i miei li ho trovati nel modo "classico", dentro ai papaveri.


Top
profilo
MessaggioInviato: 14/06/2011, 3:49 
Avatar utente

Iscritto il: 19/09/2009, 22:25
Messaggi: 5456
Località: Brescia
Nome: Vinicio Salami
veramente una bestiola splendida!!!!!!!

:hp: :hp: :hp:

_________________
ciao, Vinicio


Top
profilo
MessaggioInviato: 14/06/2011, 7:28 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 31392
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Glaphyrus ha scritto:
Turkey, Adiyaman, Nemrut Dagi 1.5.2000 leg. C. Sola
....
Esiste una forma più sbiadita, color rosa-arancio, che ricorda abbastanza il P. vulpes. Io ne ho raccolto un paio di esemplari presso Akseki (catena del Tauro)

E pensare che sul Nemrut ci sono stato, e ad Akseki ci ho passato circa una settimana, e non ne ho visto uno! Ma forse luglio non era il periodo più adatto! I prof hanno più ferie, ma non possono scegliere in che periodo prendersele. :sick:

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
MessaggioInviato: 14/06/2011, 9:29 
Avatar utente

Iscritto il: 05/02/2009, 17:28
Messaggi: 2986
Nome: Marco Uliana
Julodis ha scritto:
E pensare che sul Nemrut ci sono stato, e ad Akseki


Certo a luglio non è che puoi aver preso molti glafiridi. Magari qualche Eulasia vittata ad Akseki?
Pensa che io sono andato in entrambi i posti la seconda metà di maggio e non è che abbia avuto avuto una grande fortuna. Ad Akseki ero andato in particolare per trovare due taxa di incerta identificazione, raccolti da altri proprio nei giorni in cui ci sono stato io: non ne ho trovato uno (almeno mi pare, è ancora tutto in freezer ;) ), ma ho trovato tutte le altre specie di glafiridi note per l'area e attive nello stesso periodo!

Da quanto ho visto, questi scarabei possono essere abbondantissimi in certo un campo di papaveri, e mancare anche completamente dal campo cento metri più avanti. Per esempio, P. vulpes lo abbiamo trovato in un solo posto (di molti saggiati), ma lì ce n'era tanti che ci siamo stancati di raccoglierli.

Queste cose le ha imparate bene Roberto Rattu, che più volte mi ha pacatamente :D espresso sardo disappunto :to: per le continue fermate a cui lo costringevo a ogni ciuffo di papaveri, tanto che a fine giornata non scendeva nemmeno più dalla macchina.


Top
profilo
MessaggioInviato: 14/06/2011, 9:38 
Avatar utente

Iscritto il: 17/12/2009, 19:19
Messaggi: 569
Località: Miane (TV)
Nome: Franco Sandel
Un Pygopleurus veramente al di fuori degli schemi classici
del genere, un vero batuffolo di ovatta arancio.

Mai visto prima d'ora, molto bello,
complimenti Gianfranco,

Franco :ok:

_________________
Effe Esse


Top
profilo
MessaggioInviato: 14/06/2011, 10:13 
Avatar utente

Iscritto il: 02/09/2009, 20:57
Messaggi: 8508
Località: Cagliari
Nome: Roberto Rattu
Glaphyrus ha scritto:

Queste cose le ha imparate bene Roberto Rattu, che più volte mi ha pacatamente :D espresso sardo disappunto :to: per le continue fermate a cui lo costringevo a ogni ciuffo di papaveri, tanto che a fine giornata non scendeva nemmeno più dalla macchina.


La verità è che ormai vedevo i glafiridi direttamente dal finestrino senza ricorrere al palpeggiamento papaverico.... :mrgreen: :mrgreen:


Top
profilo
MessaggioInviato: 15/06/2011, 14:44 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2010, 11:51
Messaggi: 3843
Località: Messina - Motta Sant'Anastasia (CT)
Nome: Giovanni Altadonna
Che batuffolino adorabile!!! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

_________________
"L' uomo che è cieco alle bellezze della natura ha perduto metà del piacere di vivere"
Sir Robert Baden Powell

Giovanni Altadonna


Top
profilo
MessaggioInviato: 15/06/2011, 18:36 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 31392
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Fumea crassiorella ha scritto:
Glaphyrus ha scritto:
Julodis ha scritto:

Queste cose le ha imparate bene Roberto Rattu, che più volte mi ha pacatamente :D espresso sardo disappunto :to: per le continue fermate a cui lo costringevo a ogni ciuffo di papaveri, tanto che a fine giornata non scendeva nemmeno più dalla macchina.


La verità è che ormai vedevo i glafiridi direttamente dal finestrino senza ricorrere al palpeggiamento papaverico.... :mrgreen: :mrgreen:

Io questo non l'ho mai scritto! :roll:

Marco, so benissimo che luglio è un periodaccio per i Glaphyridae, ma purtroppo insegnando ci sono poche alternative. L'unica volta che ci sono andato in un altro periodo, ad aprile, approfittando delle vacanze di Pasqua, ho preso una settimana di pioggia, neve e freddo. Solo una mezza giornata decente dalle parti di Silifke, e un'oretta scarsa di sole verso mezzogiorno dalle parti di Hassa, e in quel breve tempo ho preso il 99% di tutti i floricoli di quel viaggio (ad Hassa anche qualche Glaphyridae sui papaveri, che un giorno o l'altro fotograferò per il Forum, tanto per sapere che è).

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
MessaggioInviato: 15/06/2011, 19:40 
Avatar utente

Iscritto il: 02/09/2009, 20:57
Messaggi: 8508
Località: Cagliari
Nome: Roberto Rattu
Julodis ha scritto:
Io questo non l'ho mai scritto! :roll:


Ho sbagliato io a citare, ho modificato il messaggio!!


Top
profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
nuovo argomento
rispondi
Vai alla pagina Precedente  1, 2
Pagina 2 di 2 [ 27 messaggi ]

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: