Forum Entomologi Italiani
http://www.entomologiitaliani.net/public/forum/phpBB3/

Paysandisia archon (Burmeister, 1880) - Castniidae
http://www.entomologiitaliani.net/public/forum/phpBB3/viewtopic.php?f=264&t=39753
Pagina 1 di 1

Autore:  Luciano Nuccitelli [ 23/10/2012, 16:27 ]
Oggetto del messaggio:  Paysandisia archon (Burmeister, 1880) - Castniidae

Contribuisco con immagini dell'insetto in assetto normale, non immagini di allevamento o post-cattura.
Inoltre vorrei offrire elementi di riconoscimento di un'infestazione da Paysandisia, affinchè chi dovesse osservarli può segnalare il ritrovamento ai SFR competenti per territorio. Credo che la cosa sia utile a chi voglia provare a raccogliere larve o crisalidi per ottenere lo "sfarfallamento". Vi rammento però che l'adulto non può essere diffuso.
saluti

Allegati:
Adulto su palma Phoenix canariensis
IMG_3817.JPG


Autore:  Luciano Nuccitelli [ 23/10/2012, 16:40 ]
Oggetto del messaggio:  Paysandisia archon - Lepidottero castniidae

Il lepidottero predilige maggiormente palme del tipo Chamaerops humilis e Trachycarpus spp. Infestazioni sono state rilevate anche su Phoenix e Washingtonia.

Su palme connotate da fogliame "palmato" (Chamaerops, Trachycarpus e Washingtonia) i segnali più evidenti della presenza di infestazione sono i cosiddetti "origami" sulle foglie. Queste decorazioni sono operate normalmente dalle larve a livello di apice, quando ancora le foglie sono serrate a pacchetto. La larva praticamente attraversa con una galleria il pacchetto costituito dalle foglie strettamente serrate, così facendo, alla distensione della foglia questa risulta "bucherellata" a raggiera.

saluti

Allegati:
origami 2
PIC_0052.JPG

origami 1
IMG_2157.JPG


Autore:  Luciano Nuccitelli [ 23/10/2012, 16:55 ]
Oggetto del messaggio:  Paysandisia archon - Lepidottero castniidae

L'attività larvale su palme di Chamaerops, Trachycarpus e Washingtonia, può essere osservata sullo stipite o tronco delle piante. Se all'interno c'è una larva in attività che scava, all'esterno si può osservare un ammasso mucillaginoso rappresentato dalla rosura. Il materiale esposto all'aria solidifica e indurisce, assume una consistenza "vetrosa" e, ossidandosi, scurisce.

Quando le larve percorrono in lunghezza i fusti esili di queste palme e raggiungono l'apice vegetativo, distruggendolo, l'infestazione diventa letale per la pianta.

Allegati:
Rosura larvale
IMG_2161.JPG

Larva in galleria, messa in evidenza con la sezionatura del tronco
IMG_2179b.jpg

Larva, particolare della testa
IMG_2180b.jpg


Autore:  mauriziomei [ 23/10/2012, 17:00 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Paysandisia archon - Lepidottero castniidae

Documentazione molto interessante.
Hai idea della distribuzione da noi di questo lepidottero? Io sapevo che era stato trovato ai Castelli, ma non so quanto è effettivamente diffuso nel Lazio e in Italia in generale (non mi è mai capitato di vederlo né ho mai fatto caso a palme danneggiate, prima d'ora...).
Grazie e ciao!
maurizio

Autore:  Luciano Nuccitelli [ 23/10/2012, 17:08 ]
Oggetto del messaggio:  Paysandisia archon - Lepidottero castniidae

Su Phoenix la Paysandisia quasi mai è letale, poichè l'attacco larvale è portato normalmente a livello dei grossi piccioli carnosi delle foglie. La femmina ovideponente non deambula e, diversamente da quella del punteruolo rosso, si limita ad ovideporre all'esterno. Per tale motivo l'apice vegetativo di questo tipo di palme verrà interessato dall'escavazione di gallerie da parte delle larve. Le larve tendono a restare il più esterne possibile e, a fine ciclo, si incrisalidano quasi in superficie con bozzoli evidenti all'occhio esperto. Ciò per favorire la fuoriuscita dell'adulto che deve dispiegare le ali ed essere pronto a spiccare il volo.
Nei punti di imbozzolamento, a sfarfallamento avvenuto, è possibile rilevare in modo visibile l'esuvia della crisalide.

Saluti

Allegati:
Larva in galleria in picciolo fogliare di Phoenix
IMG_2184b.jpg

Gallerie di larve in picciolo fogliare di Phoenix
IMG_3825.JPG

Esuvia della crisalide che emerge dal bozzolo superficiale, infisso in un picciolo fogliare di Phoenix
DSCN2657.JPG


Autore:  mazzeip [ 24/10/2012, 8:44 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Paysandisia archon - Lepidottero castniidae

mauriziomei ha scritto:
Documentazione molto interessante.
Hai idea della distribuzione da noi di questo lepidottero? Io sapevo che era stato trovato ai Castelli, ma non so quanto è effettivamente diffuso nel Lazio e in Italia in generale (non mi è mai capitato di vederlo né ho mai fatto caso a palme danneggiate, prima d'ora...).
Grazie e ciao!
maurizio

Osservazioni personali: presente in discreto numero all'interno di un vivaio ad Ariccia, visti due adulti a Morena.

Autore:  T.spinai [ 24/10/2012, 12:27 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Paysandisia archon - Lepidottero castniidae

Complimenti belle foto.
Molto spesso si scambiano i danni di Paysandisia per quelli del Punteruolo.
Comunque come al solito l'abbiamo importata con palme infestate... stavolta dal Sud America!! :no:

Autore:  Luciano Nuccitelli [ 24/10/2012, 13:19 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Paysandisia archon - Lepidottero castniidae

mazzeip ha scritto:
mauriziomei ha scritto:
Documentazione molto interessante.
Hai idea della distribuzione da noi di questo lepidottero? Io sapevo che era stato trovato ai Castelli, ma non so quanto è effettivamente diffuso nel Lazio e in Italia in generale (non mi è mai capitato di vederlo né ho mai fatto caso a palme danneggiate, prima d'ora...).
Grazie e ciao!
maurizio

Osservazioni personali: presente in discreto numero all'interno di un vivaio ad Ariccia, visti due adulti a Morena.


Ciao Paolo se il vivaio di Ariccia a cui ti riferisci è quello della caccia con carabina, nel 2010 ha distrutto tutte le circa 80 Chamaerops che deteneva.... era diventato un allevamento del lepidottero.

Allegati:
triturazione 1
a1.jpg

triturazione 2
a2.jpg

il trinciato
a3.jpg


Autore:  Luciano Nuccitelli [ 24/10/2012, 13:35 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Paysandisia archon - Lepidottero castniidae

mauriziomei ha scritto:
Documentazione molto interessante.
Hai idea della distribuzione da noi di questo lepidottero? Io sapevo che era stato trovato ai Castelli, ma non so quanto è effettivamente diffuso nel Lazio e in Italia in generale (non mi è mai capitato di vederlo né ho mai fatto caso a palme danneggiate, prima d'ora...).
Grazie e ciao!
maurizio


E' stata trovata anche a Roma, Piazza Venezia, da un iscritto a questo forum. Io personalmente l'ho rinvenuta a Pomezia, aprilia, Albano, Grottaferrata e Ciampino aeroporto.
Ho segnalazioni da Fiumicino e Latina.

@ T.Spinai: circa l'importazione di palme infestate, e non solo quelle, ormai siamo un colabrodo. C'è l'aggravio che non sono previsti in frontiera sondaggi e/o campionamenti con pratiche cruente, ovvero con procedure di taglio e sezionamento che, nel caso di palme, equivale alla distruzione del vegetale (monocotiledone). La globalizzazione e il WTO fanno il resto. Le ispezioni in frontiera sono quindi solo visive e se un trafficante qualsiasi rimuove la rosura o recide una foglia con origami, la Paysandisia entra con tutti gli onori col suo bel cavallo di Troia.
Saluti

Pagina 1 di 1 Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
http://www.phpbb.com/