Benvenuto Ospite | Iscriviti

Forum Entomologi Italiani

www.entomologiitaliani.net/forum
 
Oggi è 17/01/2020, 21:33

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Phoracanta sp. - Cerambycidae - Gallerie su ramo di Eucalipto - Calabria

17.XI.2011 - ITALIA - Calabria - RC, Condofuri, località San Carlo


nuovo argomento
rispondi
Pagina 1 di 1 [ 5 messaggi ]
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 25/11/2011, 3:16 
 

Iscritto il: 14/10/2011, 14:54
Messaggi: 226
Località: Castelnuovo Bocca d'Adda (LO)
Nome: Luciano Arcorace
Salve a tutti
Pochi giorni fa ho trovato un bel ramo di eucalipto a terra,lungo circa un metro e con un diametro di 4-6 cm, probabilmente si è rotto quando hanno tagliato degli alberi nelle vicinanze mesi fa.
Scortecciandolo mi sono accorto di numerose gallerie piene di rosura, apparentemente fresca. Le più larghe superiori ad 1 cm.
Seguendo queste sono riuscito a trovare due ''tappi'' di rosura che suppungo nascondano delle pupe, questi hanno una lunghezza di 10 mm e sono larghi 5 mm circa.

In verità speravo di trovare delle larve, magari di Phoracantha, da allevare. Ma a parte i due ''tappi'' vi erano solo resti di larve rinsecchiti e scuri e dei bozzoletti di seta bianchi vicino ai resti delle larve.
Ho portato il ramo, ormai privo di corteccia, a casa.

Le domande che vi pongo sono queste:
1 - secondo voi cosa potrebbe venirne fuori ?(Phoracantha? Buprestidi? altri Cerambici?)
2 - non avendo mai allevato xilofagi, come dovrei trattarlo? (umidità, temperatura)
3 - posso tagliare i pezzi di legno dove si trovano le pupe, sempre che di questo si tratti, in modo da ridurre lo spazio occupato?

Inoltre , anche se non sono sicuro sia il caso di domandare nello stesso post (se sbaglio correggetemi), a poca distanza c'era un gruppo di Acacia retinodes alcune delle quali morte o morenti e decisamente sforacchiate. I fori di uscita erano di varie dimensioni, i più grandi di poco inferiori al cm. Ho scortecciato e tagliato dei rami ma non ho trovato nulla. Sapete per caso quali xilofagi attaccano queste piante? Potrebbero essere in relazione con quelli dei vicini eucalipti? Entrambe piante australiane se non erro.

Scusate se mi sono dilungato


DSC01192mod.jpg

Foro tappato da rosura
DSC01189mod.jpg


_________________
Ciao Lucio
Top
profilo
MessaggioInviato: 25/11/2011, 9:23 
Avatar utente

Iscritto il: 05/08/2009, 18:02
Messaggi: 2228
Nome: Marcello Benelli
Sicuramente phoracantha ssp.

_________________
Marci
"S'i fosse fuoco, arderei 'l mondo,
S'i fosse vento, lo tempesterei,
S'i fosse acqua, i' l'annegherei
s'i fosse dio, mandereil' en profondo" ( Cecco Angiolieri).


Top
profilo
MessaggioInviato: 25/11/2011, 9:25 
Avatar utente

Iscritto il: 05/08/2009, 18:02
Messaggi: 2228
Nome: Marcello Benelli
Non necessita di manutenzione essendo legna secca e la phoracantha è piuttosto coriacea.
Taglia pure la legna in tocchetti di 15/20 cm. e stoccala in delle scatole senza troppi accorgimenti, vedrai che sfarfalleranno tra maggio e luglio.
Questo criterio va bene per la phoracantha ovviamente, se sei interessato a raccogliere altra legna attaccata da xilofagi ho lasciato, a suo tempo, vari post nella sezione sistemi di raccolta...

Ciao ciao
Marcello

_________________
Marci
"S'i fosse fuoco, arderei 'l mondo,
S'i fosse vento, lo tempesterei,
S'i fosse acqua, i' l'annegherei
s'i fosse dio, mandereil' en profondo" ( Cecco Angiolieri).


Top
profilo
MessaggioInviato: 25/11/2011, 9:32 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 31280
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Ciao Luciano. Quelle sono sicuramente gallerie di Phoracantha. La mia impressione è che siano di P. recurva, ma potrebbe anche essere la semipunctata, visto che spesso convivono (da quel che ho visto qui nel Lazio, la recurva tende col tempo a sostituire la semipunctata).

Le larve rinsecchite con i bozzoletti immagino fossero nelle gallerie tra corteccia e legno, e non erano altro che larve di Phoracantha uccise da parassitoidi sfarfallati poi dai bozzoletti.
I tappi di segatura dovrebbero portare alla celletta ninfale, poco sotto la superficie. Potresti togliere il legno esterno con un coltello, procedendo un pezzetto per volta e con cautela, seguendo il senso delle fibre, per vedere se dentro c'è l'adulto, in attesa di sfarfallare ai primi caldi del prossimo anno, oppure morto (la mortalità in questa fase è piuttosto alta, forse anche perchè il clima non è proprio identico al loro originario), ed in genere recuperabile, o la larva, viva o morta che sia.
Oppure potresti tenere i legni in una cassetta in attesa che sfarfalli qualcosa. Visto il tipo di legno e le sue condizioni (scortecciato), tolto ciò che ha scavato i fori tappati con la segatura non dovrebbe esserci altro. Quindi ti conviene tagliare il ramo in pezzi comprendenti i fori, circa 10 cm prima e 10 cm dopo ciascuno di essi, ed eliminare il resto. Facendo questi tagli, potresti trovare delle gallerie all'interno del legno. Per scrupolo potresti spaccare longitudinalmente le parti scartate prima di buttarle. Non si sa mai.
Come contenitori io uso cassette di legno con almeno un lato in reticella metallica (tipo zanzariera), oppure scatole di plastica a cui faccio dei forellini con una punta di trapano molto piccola, e li tengo sul balcone, in modo che prendano un po' di luce (per ridurre le formazioni di muffe) e risentano delle variazioni stagionali. C'è anche chi usa sacchi di juta con un barattolo trasparente attaccato da una parte, in cui di solito vanno gli insetti, o tanti altri tipi di contenitori più o meno rimediati. L'importante è che ci sia un po' di passaggio d'aria, anche se minimo, e che il legno venga inumidito ogni tanto, ma solo quando è veramente secco (dopo mesi), per evitare marciumi e ristagno d'acqua. Se invece usi cassette in legno con pareti in rete, puoi bagnarli molto più spesso senza problemi.

In quanto all'Acacia, sicuramente non viene attaccata dalle stesse specie che attaccano l'eucalipto, con l'eccezione di alcune specie molto polifaghe occasionalmente adattatecisi, come Chrysobothris affinis. Per quanto ricordo, non ci sono specie importate di Coleotteri di origine australiana legati all'Acacia. Ci sono però specie nostrane che ci si sono adattate, come ad esempio l'Acmaeoderella adspersula, che fa dei piccoli fori d'uscita rotondi, che sembrano quelli fatti dai pallini di un fucile da caccia, la Chrysobothris di cui parlavo prima, l'Anthaxia umbellatarum e qualche altra specie di altre famiglie xilofaghe. C'è comunque una remota possibilità. In Sicilia è stata trovata anni fa una specie di Chrysobothris legata alle leguminose arboree, che io sapevo essere (da come mi è stato riferito da chi ha visto l'esemplare) Chrysobothris dorsata, specie africana appunto legata all'Acacia, a larghissima distribuzione, ma che sul catalogo di Loebl & Smetana è citata come Chrysobothris chalcophana mediterranea, descritta, se ricordo bene, di Grecia (dintorni di Salonicco?). Non è detto che, se questa specie non possa vivere pure in Calabria e possa attaccare piante di Acacia di origine esotica.
Sarebbe il caso di prendere degli spezzoni di rami di diversa sezione, di lunghezza di 30-40 cm, e metterli in una cassetta per vedere che ne esce. Preferisci rami morti da poco o con parti nella zona di contatto tra il vivo e il morto. Quelli morti da troppo tempo, con tanti fori d'uscita, legno sotto corteccia e corteccia stessa completamente mangiati, di solito danno solo resti e frammenti di ciò che c'era, qualche individuo morto e più o meno recuperabile, poche specie che vivono nel legno vecchio (di solito molto polifaghe) specie che si nutrono di detriti o di micelio, o che predano queste ultime, e altre che ci si rifugiano per l'inverno, ma generlamente non legate ad una specifica essenza vegetale.

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
MessaggioInviato: 26/11/2011, 2:21 
 

Iscritto il: 14/10/2011, 14:54
Messaggi: 226
Località: Castelnuovo Bocca d'Adda (LO)
Nome: Luciano Arcorace
Grazie a entrambi per gli utili consigli
domattina allora taglio a tonchetti il ramo e gli cerco una sistemazione adatta. Per ora non cercherò di trovare gli adulti in cella pupale per evitare di danneggiarli.
Nelle prossime settimane comunque dovrei tornare in quella zona e prenderò dei rami di Acacia qualsiasi cosa ne esca per me che sono alle prime armi sarà molto interessante
:hi:

_________________
Ciao Lucio


Top
profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
nuovo argomento
rispondi
Pagina 1 di 1 [ 5 messaggi ]

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: