Benvenuto Ospite | Iscriviti

Forum Entomologi Italiani

www.entomologiitaliani.net/forum
 
Oggi è 25/05/2020, 20:41

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Trappole aeree: percentuali soluzione vino-sale



nuovo argomento
rispondi
Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Pagina 1 di 2 [ 17 messaggi ]
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 02/07/2014, 17:04 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2010, 11:51
Messaggi: 3843
Località: Messina - Motta Sant'Anastasia (CT)
Nome: Giovanni Altadonna
Ciao a tutti! :hi:

Volevo sottoporvi un domanda urgente, per la quale faccio appello alla vostra esperienza e disponibilità. :)

Sabato e Domenica probabilmente andrò con mio padre a Castelmola e Cesarò, e con l' occasione avevo pensato di posizionare delle trappole aeree con vino nelle suddette località; il problema è che potrò andare a ritirarle solo il mese prossimo, probabilmente all' inizio di agosto.
Questo mi preoccupa un poco: ho sempre desistito dal tentare trappolamenti in località così lontane da casa (rispettivamente 60 e 120 km), seppur interessanti, perchè difficoltoso mi si è sempre prospettato recuperare le trappole.
Inoltre, per un tempo così lungo, la percentuale di sale, che impedisce la fermentazione del vino, deve essere abbastanza ma non troppa, altrimenti le trappole perdono di efficacia, ma neanche troppo poca, pena l' evaporazione totale del liquido e la conseguente distruzione del materiale catturato che, soprattutto a Cesarò, mi aspetto numeroso.

La mia domanda è quindi la seguente: quale percentuale di sale devo applicare al vino?

Vi ringrazio in anticipo per le risposte.

Ciao

Giovanni

_________________
"L' uomo che è cieco alle bellezze della natura ha perduto metà del piacere di vivere"
Sir Robert Baden Powell

Giovanni Altadonna


Top
profilo
MessaggioInviato: 03/07/2014, 2:26 
Avatar utente

Iscritto il: 19/09/2009, 22:25
Messaggi: 5455
Località: Brescia
Nome: Vinicio Salami
Lucanus tetraodon ha scritto:
...La mia domanda è quindi la seguente: quale percentuale di sale devo applicare al vino?


se rimarranno a lungo esposte, il mio consiglio è quello di saturare il vino.
sentiamo come la pensano i più esperti di me di trappole aeree...io, come sai, mi occupo di trappole a caduta per Carabidi.

:birra:

_________________
ciao, Vinicio


Top
profilo
MessaggioInviato: 04/07/2014, 7:41 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 31392
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
eurinomio ha scritto:
se rimarranno a lungo esposte, il mio consiglio è quello di saturare il vino.
sentiamo come la pensano i più esperti di me di trappole aeree...io, come sai, mi occupo di trappole a caduta per Carabidi.

:birra:

Condivido. Per tempi così lunghi, ed in questa stagione, non risparmiare sul sale. Se non vuoi arrivare a saturazione, almeno mettici 100 g di sale per litro di soluzione, circa il triplo dell'acqua di mare. Se invece ne metti poco o niente, preparati a raccogliere soprattutto necrofori!
Per ridurre l'evaporazione, fai aperture più piccole per il passaggio degli insetti (se fai aperture laterali, una sola invece di due). Un foro di 2-3 cm di diametro è sufficiente per il passaggio di tutto ciò che ci può andare da noi (esclusi eventuali grossi Lucanus, che però in genere vanno solo in trappole messe a terra o molto basse sui o dentro i tronchi).

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
MessaggioInviato: 05/07/2014, 13:12 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2010, 11:51
Messaggi: 3843
Località: Messina - Motta Sant'Anastasia (CT)
Nome: Giovanni Altadonna
Grazie a entrambi! :birra:
Purtroppo oggi sono rimasto a casa, quindi avrò due trappole in più per domani ma nessuna per Castelmola, che era la meta di oggi.
Mi ero posto come obbiettivo la c.da Luppineria di Castelmola per via delle numerose roverelle, anche vetuste e cariate, presenti in questa località...
Ecco una foto dell'estate scorsa, per avere un'idea della zona:


IMG_5939.JPG


_________________
"L' uomo che è cieco alle bellezze della natura ha perduto metà del piacere di vivere"
Sir Robert Baden Powell

Giovanni Altadonna
Top
profilo
MessaggioInviato: 05/07/2014, 20:47 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2010, 11:51
Messaggi: 3843
Località: Messina - Motta Sant'Anastasia (CT)
Nome: Giovanni Altadonna
Ragazzi, ci siamo! :ok:
Preparate sette trappole a vino e cinque a caduta, che disporrò lungo un transetto in varie località fra i Nebrodi e l'Alcantara. Chissà che in quelle a caduta non ci vada pure qualche Lucanus tetraodon sicilianus... :mrgreen:

_________________
"L' uomo che è cieco alle bellezze della natura ha perduto metà del piacere di vivere"
Sir Robert Baden Powell

Giovanni Altadonna


Top
profilo
MessaggioInviato: 06/07/2014, 19:41 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2010, 11:51
Messaggi: 3843
Località: Messina - Motta Sant'Anastasia (CT)
Nome: Giovanni Altadonna
Eccomi tornato da questo giretto sui Nebrodi. :D
Posterò due reportage distinti per le due località oggetto della ricerca odierna.

Per il momento inserisco in questo post qualche foto di ambiente: i risultati si vedranno prossimamente... :ok:

Cesarò (ME): Colle Finocchio (1143 m), querceto

IMG_8925.JPG


IMG_8929.JPG


IMG_8930.JPG



Randazzo (CT): Bosco del Flascio (970 m), querceto

IMG_9009.JPG


IMG_9010.JPG



A presto! :)

_________________
"L' uomo che è cieco alle bellezze della natura ha perduto metà del piacere di vivere"
Sir Robert Baden Powell

Giovanni Altadonna


Top
profilo
MessaggioInviato: 13/07/2014, 18:05 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2010, 11:51
Messaggi: 3843
Località: Messina - Motta Sant'Anastasia (CT)
Nome: Giovanni Altadonna
Carissimi,
stamattina ho ritirato le trappole; avrei dovuto farlo ad inizio agosto, ma per impegni vari in quella data ho dovuto anticipare a oggi. Le trappole sono rimaste in loco quindi una settimana invece che tre, ma per certi versi è stato meglio così. Prima di tutto perchè, nonostante l'abbondante sale, il vino in alcune trappole è evaporato ampiamente causa le abbondanti mosche cadute nella bottiglia.
Per quanto riguarda l'esito complessivo, è importante specificare che almeno due-tre giorni c'è stato maltempo nei luoghi dove ho trappolato, e che il breve periodo di attività ha influito negativamente sul numero degli insetti raccolti, per cui non mi aspettavo nè pretendevo di catturare granchè; ma non sono deluso: anzi, sono soddisfatto di aver provato a trappolare in nuovi posti, che mi propongo di indagare il prossimo anno più sistematicamente, magari con nuovi metodi di raccolta.

Procediamo con ordine.

Come anticipato ho posizionato le trappole lungo un transetto, in varie località:

TRAPPOLE 1-2: Francavilla di Sicilia (ME), 400 m s.l.m.: querceto rado con qualche castagno.
Una bottiglia da 50 cl e una da 1 l. Contenuto: spumante e sale.

Il risultato: un Uromenus, qualche lepidottero, molti ditteri

TRAPPOLA 3: Mojo Alcantara, 550 m s.l.m.: radura ai margini di un querceto.
Una bottiglia da 2 l. Contenuto: vino e sale.

Il risultato: una Aplidia hirticollis, pochi lepidotteri, qualche dittero.

TRAPPOLE 4-5-6-7: Bosco del Flascio (Randazzo), 970 m s.l.m.: querceto misto (Q. gussonei, Q. dalechampii, Q. virgiliana s.l., Acer sp.)
Quattro bottiglie da 2 l. Contenuto: vino e sale.

Il risultato: alcune Catocala, molti lepidotteri, TONNELLATE di ditteri di varie specie.

TRAPPOLE 8-9: Colle Finocchio (Cesarò), 1143 m s.l.m.: radura ai margini di un querceto misto (Q. gussonei, Q. dalechampii, Pyrus sp.)
Due bottiglie da 2 l. Contenuto: vino e sale.

Il risultato: qualche Catocala, alcuni lepidotteri di altra specie, molti ditteri.

Trappole ad aceto: Bosco del Flascio (Randazzo), 970 m s.l.m.: querceto misto (Q. gussonei, Q. dalechampii, Q. virgiliana s.l., Acer sp.)
Tre barattoli posti ai piedi di tre querce. Contenuto: aceto e sale.

Il risultato: due enormi bruchi di lepidottero, uno Pterostichus sp., una larva di Carabus, tanti microscopici ditteri, tre Lycosidae di cui un grande esemplare di Hogna radiata.

PS: l' obbiettivo delle trappole ad aceto, che hanno funzionato, come c'era da aspettarsi, anche da trappola a caduta, erano i Lucanidi Dorcus parallelipipedus e Lucanus tetraodon, che si sono fatti desiderare entrambi.


:hi: :hi:


IMG_9058.JPG


_________________
"L' uomo che è cieco alle bellezze della natura ha perduto metà del piacere di vivere"
Sir Robert Baden Powell

Giovanni Altadonna
Top
profilo
MessaggioInviato: 13/07/2014, 22:54 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 31392
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
In quanto a coleotteri, veramente pochi! Immagino che il problema sia stato il tempo poco adatto al funzionamento di queste trappole e, soprattutto per quelle a terra con l'aceto, le hai lasciate troppo poco. Per un tempo così limitato, sarebbe stato probabilmente meglio non mettere il sale, che rallenta la fermentazione.
Tenta di nuovo, e vedrai che prima o poi beccherai posto, clima e stagione giusta, e in un colpo solo ti rifarai di tutti i tentativi senza grandi risultati (che capitano spesso, purtroppo, poi quest'anno mi sembra anche peggio del solito).

PS - Mi sa che hai una concezione molto personale di transetto!

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
MessaggioInviato: 14/07/2014, 0:03 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2010, 11:51
Messaggi: 3843
Località: Messina - Motta Sant'Anastasia (CT)
Nome: Giovanni Altadonna
Julodis ha scritto:
In quanto a coleotteri, veramente pochi! Immagino che il problema sia stato il tempo poco adatto al funzionamento di queste trappole e, soprattutto per quelle a terra con l'aceto, le hai lasciate troppo poco. Per un tempo così limitato, sarebbe stato probabilmente meglio non mettere il sale, che rallenta la fermentazione.
Tenta di nuovo, e vedrai che prima o poi beccherai posto, clima e stagione giusta, e in un colpo solo ti rifarai di tutti i tentativi senza grandi risultati (che capitano spesso, purtroppo, poi quest'anno mi sembra anche peggio del solito).

PS - Mi sa che hai una concezione molto personale di transetto!


:ok:

Transetto... dal punto di vista dell'automobile, non del percorso a piedi! :mrgreen:
Hai ragione, avrei dovuto metterlo tra virgolette... non si tratta di vari punti di un unico ambiente. ;)


Una panoramica degli esemplari raccolti (senza ovviamente contare la maggior parte dei ditteri, che non ho tenuto, se non qualcuno in bustina, e la maggior parte dei lepidotteri, anch'essi in bustina-chi ne vuole si faccia avanti).

PS: Mi sono dimenticato di aggiugere che sono arrivati pure degli imenotteri, come Vespa crabro e Vespula... qualcuno l' ho tenuto per la località, tutti gli altri sono per Andricus! :ok:
PPS: L' ortottero di Francavilla, che nella bottiglia mi sembrava un Uromenus, mi sembra in realtà un Dectitus... mi incuriosiscono molto anche i due grossi bruchi presi nelle trappole ad aceto nel Bosco del Flascio... entrambi prossimamente su questi schermi! :D


IMG_9078.JPG



Gli aracnidi
IMG_9074.JPG


_________________
"L' uomo che è cieco alle bellezze della natura ha perduto metà del piacere di vivere"
Sir Robert Baden Powell

Giovanni Altadonna


Top
profilo
MessaggioInviato: 14/07/2014, 0:13 
Avatar utente

Iscritto il: 02/09/2009, 20:57
Messaggi: 8502
Località: Cagliari
Nome: Roberto Rattu
Mi sa che i bruchi sono di Lymantria dispar. Il nottuide scuro sopra le due Catocala è una Mormo maura.

:hi:


Top
profilo
MessaggioInviato: 14/07/2014, 0:35 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2010, 11:51
Messaggi: 3843
Località: Messina - Motta Sant'Anastasia (CT)
Nome: Giovanni Altadonna
Grazie Roberto.
Fumea crassiorella ha scritto:
Mi sa che i bruchi sono di Lymantria dispar.


Domani pomeriggio li vedrai meglio in "Nuove richieste". ;)

Fumea crassiorella ha scritto:
Il nottuide scuro sopra le due Catocala è una Mormo maura.


Grazie. Molto bella. E' l'unico lepidottero completamente intatto fra quelli raccolti.

:hi: :hi:

_________________
"L' uomo che è cieco alle bellezze della natura ha perduto metà del piacere di vivere"
Sir Robert Baden Powell

Giovanni Altadonna


Top
profilo
MessaggioInviato: 14/07/2014, 4:07 
Avatar utente

Iscritto il: 18/06/2010, 0:03
Messaggi: 1214
Località: Predore ( BG)
Nome: Claudio Deiaco
Julodis ha scritto:
poi quest'anno mi sembra anche peggio del solito


:no: non direi. Almeno dalle mie parti. Penso che il motivo sia da cercare nella miscela dell'innesco.
Vino, bianco o rosso, non fa nessuna differenza, frutta chiara (banane, pere,mele) zucchero. Su 5 litri di vino mezzo chilo di frutta e 800gr di zucchero. Lasciare fermentare per almeno 10 giorni. Solo a miscela fermentata e prima dell'utilizzo ci aggiungo 1 kg di sale.
Inoltre le bottigliette da mezzo litro sono troppo piccole. Usa bottiglie da 1,5 o 2 litri con almeno 1 litro di innesco. Ti dura 1 mese anche in ambienti molto caldi, e se il liquido dovesse evaporare tutto, troverai gli insetti inglobati in un blocco di sale. (i cetonini sembrano capperi sotto sale :lol1: )
Non importa, perché basterà versarci dell'acqua e nell'arco di pochi minuti potrai svuotare agevolmente la trappola senza rovinare il contenuto.
I prossimi giorni posterò qualche immagine di trappole e catture.
PS: I Lucanus cervus vanno anche in trappole a 7 metri da terra. :mrgreen:

_________________
Claudio Deiaco
_____________________________________


Top
profilo
MessaggioInviato: 14/07/2014, 8:00 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 31392
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Aspetta Claudio, perchè nel Nord Italia, a quanto ho sentito in questi mesi, c'è stata, fino a poco tempo fa, una primavera/inizio estate mica male. Ho visto che quasi sempre le temperature erano più alte al Nord che qui.
Al contrario, nel Centro-Sud, abbiamo avuto un lungo periodo particolarmente piovoso, e soprattutto con temperature inferiori al normale. Nelle poche trappole che ho messo quest'anno (che quindi non possono essere indicative più di tanto), ci ho preso, fino ad ora, molto meno che in anni passati, sia in quelle con vino, ecc. sugli alberi, sia in quelle con aceto per Carabidae e simili, sia in quelle con la carne per i necrofori, ecc. (che negli ultimi anni metto quasi sempre sugli alberi, per evitare il problema cinghiali).
In anni con clima così strano, capita che specie comuni non si trovino per niente o quasi, e che specie normalmente sporadiche si trovino con maggiore facilità. Così come può cambiare l'efficienza dei vari sistemi di ricerca/raccolta.

Per esempio in certi anni mi ritrovo le trappole sugli alberi piene fino all'orlo di Cetoniidae e Cerambycidae vari (soparattutto i soliti Purpuricenus, Cerambyx e Callidiini). Quest'anno sono semivuote. Poco fa stavo facendo il lavaggio del contenuto di una singola bottiglia con vino appesa per 3 settimane in una boscaglia xerica in area collinare alle pendici del Monte Morrone (Abruzzo), unica superstite delle tre che avevo messo come blando tentativo di beccare la Protaetia squamosa, che ancora mi sfugge. Ci ho trovato solo (a parte le solite falene e calabroni), 1 Protaetia cuprea, 2 Cetonia aurata grosse quanto cuprea medio-grandi, qualche Phymatodes testaceus, parecchi Elateridae che mi sembrano tutti uguali, e una serie di Anthicidae, che spero almeno siano qualcosa di interessante. Una fauna di un banale che più banale non si può.

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
MessaggioInviato: 14/07/2014, 11:35 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2010, 11:51
Messaggi: 3843
Località: Messina - Motta Sant'Anastasia (CT)
Nome: Giovanni Altadonna
Grazie Claudio e Maurizio per le risposte.

Julodis ha scritto:
Aspetta Claudio, perchè nel Nord Italia, a quanto ho sentito in questi mesi, c'è stata, fino a poco tempo fa, una primavera/inizio estate mica male. Ho visto che quasi sempre le temperature erano più alte al Nord che qui.
Al contrario, nel Centro-Sud, abbiamo avuto un lungo periodo particolarmente piovoso, e soprattutto con temperature inferiori al normale.


Confermo quanto scritto da Maurizio. Ad esempio, il 2 giugno scorso mi trovavo nella Piana di Catania, presso il fiume Simeto, una delle località più aride d'Italia... con cielo cupo e un vento tale che sembrava di essere in autunno! :(

_________________
"L' uomo che è cieco alle bellezze della natura ha perduto metà del piacere di vivere"
Sir Robert Baden Powell

Giovanni Altadonna


Top
profilo
MessaggioInviato: 14/07/2014, 15:21 
Avatar utente

Iscritto il: 18/06/2010, 0:03
Messaggi: 1214
Località: Predore ( BG)
Nome: Claudio Deiaco
Probabilmente hai ragione Maurizio. Questo confermerebbe la mia delusione al ritiro di 4 trappole innescate a vino settimana scorsa, appese a metà Maggio nei pressi di Orvieto in una zona apparentemente buona.
Oltre a ca 400 regine di calabrone ho trovato di numero: 3 Cermbyx scopolii 4 Phymatodes testaceus, 5 Oedermidae 1 Cetonia aurata pisana, innumerevoli mosche, e un numero contenuto di lepidotteri.
Mentre nei boschi attorno a casa mia quest'anno faccio dei numeri mai visti prima......
Ieri ho ritirato 8 trappole divise in gruppi da tre-tre-due, appese tutte su rami morti di querce ancora vive, ad altezze da 3 a 10 metri dal suolo, a quote diverse. Le prime tre a 240m, la seconda triade a 400m e le ultime due a 550m.
Premetto che le trappole sono attive dal 15 marzo di quest'anno, e le svuoto e ripristino ogni 3 settimane.
I numeri complessivi della raccolta ieri:
542 Purpuricenus kaehleri ( poi con calma controllerò se mai ci sia anche un globulicollis)
32 Protaetia cuprea metallica (e/o obscura?)
140 Cetonia aurata pisana
4 Protaetia (Cetoniscema) aeruginosa
50 Protaetia (Eupotosia) affinis nelle varianti cromatiche dal verde scuro a ramate
1 Protaetia (Eupotosia) affinis quasi nera con riflessi rossi
2 Gnorimus variabilis
1 Netocia morio
3 Plagionotus detritus
1 Leptura aurulenta
3 Anaglyptus gibbosus
4 Chlorophorus glabromaculatus
35 Xylotrechus antilope
2 Phymatodes testaceus
6 Elateridi (sembrano della stessa specie)
3 Curculio nucum cf
2 altri curculionidi simili al nucum ma grigi scuri con zampe rossastre
4 Agrilus sp (verdi sui 5-6mm)
25 Oedemera femoralis (almeno suppongo sia lui)
3 Lucanus cervus (maschi tra 55-60mm)
3 Cerambyx scopolii
3 regine e 2 operaie di Vespa crabro
1 regina di Vespula vulgaris
1 Dendroxena quadrimaculata
3 larve di Carabidae
in una delle trappole un intera colonia di formiche nere sui 7-8 mm non identificata ( in pratica hanno riempito la bottiglia)
In realtà pochi immenotteri, e mosche, e fortunatamente modesta presenza anche di lepidotteri.
Certo tante specie banalissime, ma anche alcune chicche. Visti volare si, ma non avevo mai preso un Lucanus nel "mio" bosco. La Leptura aurulenta poi.....
Interessante la cattura degli Agrilus. Lascia pure che vi siano caduti a caso, ma quattro in due trappole?
Vedo se riesco a fare qualche foto per inviare le richieste di determinazione per i Cetonidi. Devo dire che stò amoreggiando con questa famiglia. Non le avevo mai raccolte ma ora che mi invadono, le trovo affascinanti.

_________________
Claudio Deiaco
_____________________________________


Top
profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
nuovo argomento
rispondi
Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Pagina 1 di 2 [ 17 messaggi ]

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: