Benvenuto Ospite | Iscriviti

Forum Entomologi Italiani

www.entomologiitaliani.net/forum
 
Oggi è 22/09/2018, 23:29

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Flash anulare per macro in natura



nuovo argomento
rispondi
Pagina 1 di 1 [ 10 messaggi ]
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Flash anulare per macro in natura
MessaggioInviato: 09/05/2015, 16:37 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 30892
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Uno dei problemi maggiori nella macro è riuscire ad avere abbastanza luce per poter usare un tempo sufficintemente breve da non avere foto mosse, ed un diaframma abbastanza chiuso da avere la necessaria profondità di campo.
Quando possibile, preferisco fotografare con la luce naturale, ma spesso non è sufficiente.
Nel corso degli anni ho quindi provato varie fonti di luce artificiale.
Escludendo a priori l'illuminazione fissa, perchè o troppo ingombrante o troppo debole (anche gli illuminatori a LED richiedono tempi lunghi), restano vari tipi di flash.

Il flash incorporato nelle reflex e nelle bridge si può usare, se non si ha altro, ma tende a dare troppi rifliessi e una illuminazione troppo netta. Inoltre con certi obiettivi il soggetto, molto vicino, può restare in ombra. Migliora schermandolo con uno dei tanti diffusori in commercio (ce ne sono di pieghevoli, gonfiabili, ecc.).

I normali flash esterni, anch'essi schermati con qualche diffusore, danno risultati migliori, anche perchè si possono posizionare meglio, ma per ottenere i risultati ottimali bisognerebbe usarne due, in posizioni da trovare ogni volta che si trova un nuovo soggetto. Un ingombro ed una perdita di tempo eccessivi, per chi è prima entomologo e poi fotografo.

Rimangono i flash studiati per la macro. Ce ne sono essenzialmente di due tipi: quelli anulari e quelli con due flash accoppiati (generalmente montati su una ghiera circolare che si avvita sull'obiettivo).

Quelli del secondo tipo sono generalmente molto costosi, per cui non li ho mai presi in cosiderazione, anche perchè molto ingombranti.

Tra quelli del primo tipo, ovvero i cosiddetti ring flash, fin da qualche decennio fa esistevano, oltre a modelli di prezzo elevato, altri più economici. Molti anni fa avevo comprato, infatti, un Vivitar Macroflash 5000 (trovato intorno a 70.000 Lire di allora, fine anni '80). Flash economico, piccolo e leggero, dal funzionamento più che onesto, che funziona anche sulle digitali, ma che ha un problema: un lungo tempo di ricarica, per cui spesso scatta a potenza ridotta, perchè non si è ancora caricato completamente. Inoltre il numero guida è fisso, pari a 5, per cui ha un ridotto campo di utilizzo (un po' troppo luminoso per un obiettivo macro di focale corta, un po' troppo poco per uno di focale lunga). Inoltre funziona con due sole pile stilo, che danno una autonomia piuttosto limitata (e quando cominciano a scaricarsi i tempi di ricarica si allungano a dismisura).
Soffre di un problema che hanno tutti i flash anulari: l'illuminazione è tale da far sparire quasi del tutto le ombre, appiattendo quindi l'immagine.
In conclusione, l'ho usato per un po', e poi sono passato ad un normale flash esterno con diffusore, che mi fornisce una illuminazione migliore, regolabile in potenza e posizione, e dura più a lungo.

Recentemente mi è capitata una occasione su Ebay, e sono riuscito a comprare usato, per 55 Euro, un flash commercializzato anni fa dalla Olympus per le sue reflex a pellicola. Si tratta dell'Olympus T10 Ring Flash 1. Con questa configurazione veniva venduto, a suo tempo, ad un prezzo pari a circa 600 Euro attuali.

T10_9-V-2015_Fu_002.JPG



E' un flash modulare costituito da due parti: l'illuminatore vero e proprio, che è un anello di dimensioni molto contenute (largo praticamente come il mio obiettivo Sigma 150mm f/2.8 EX DG APO HSM Macro o come il Canon MP-E 65/2.8). Ha un doppio attacco filettato, da 49 e 55 mm, che permette, con un anello adattatore, di attaccarlo a quasi tutti gli obiettivi.

T10_9-V-2015_Fu_003.JPG



C'è poi una unità di comando, che contiene anche il vano per le 4 pile stilo. La connessione è ottenuta con un connettore proprietario. E' interessante notare che alla stessa centralina è possibile collegare un flash T8, con luce più diffusa, oppure un flash T28, costituito da due unità indipendenti.

T10_9-V-2015_Fu_005.JPG



Sul lato rivolto verso l'operatore c'è un pannello di controllo, che permette di impostare il livello di potenza e indica il diaframma da usare a seconda della distanza e della sensibilità. Sulle digitali la funzione TTL non è attiva, per cui bisogna basarsi sui diaframmi indicati dai punti verdi e rossi sulla scala.

T10_9-V-2015_Fu_006.JPG



Ecco il flash montato sulla mia Olympus E-620, forse la più piccola reflex digitale.

T10_9-V-2015_Fu_008.JPG



Funziona correttamente, impostato in manuale, anche sulla Canon 550D e sulla Fuji Finepix HS20 (una bridge).

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Flash anulare per macro in natura
MessaggioInviato: 11/05/2015, 9:20 
Avatar utente

Iscritto il: 14/03/2010, 1:25
Messaggi: 88
Località: Rovigo
Nome: Matteo Gallimberti
Scusa Maurizio ma tra il flash anulare Olympus e la Canon 550D interponi qualcosa per non danneggiare l'elettronica della digitale? e comunque bel'affare con quell'anulare ! complimenti xche' sono flash sempe cari .

_________________
Matteo

:hi:


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Flash anulare per macro in natura
MessaggioInviato: 11/05/2015, 9:52 
Avatar utente

Iscritto il: 08/07/2010, 10:53
Messaggi: 3161
Località: Matera
Nome: Domenico Cardinale
Maurizio già hai fatto prove sul campo?

_________________
Saluti :hi: Mimmo


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Flash anulare per macro in natura
MessaggioInviato: 31/05/2015, 19:11 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 30892
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Matteo Gallimberti ha scritto:
Scusa Maurizio ma tra il flash anulare Olympus e la Canon 550D interponi qualcosa per non danneggiare l'elettronica della digitale? e comunque bel'affare con quell'anulare ! complimenti xche' sono flash sempe cari .

Veramente l'ho preso per la mia Olympus E 620, che è quella che uso per le foto sul campo (la Canon 550D la uso solo a casa su stativo, perchè non ho obiettivi buoni per la macro, a parte un vecchio 100/2.8 mezzo scassato) perchè è più piccola e leggera, ha obiettivi più compatti, ha lo stabilizzatore incorporato nel corpo (anche se di solito non lo uso), il visore orientabile e ho già due obiettivi macro, un 35 mm ed un 150 mm.
Tra l'altro, ho scoperto che posso scattare con questa macchina e col flash anulare con tempi anche di 1/320, che è un ottimo tempo.
L'elettronica non dovrebbe danneggiarsi, perché il flash necessita solo della chiusura del circuito, per scattare. Ovviamente, non può funzionare in automatismo TTL, come faceva sulle vecchie Olympus OM a pellicola, ma non è un problema. Basta impostarlo sul livello di potenza più idoneo e scattare in manuale ad 1/320 e diaframma a seconda della distanza.

Mimmo011 ha scritto:
Maurizio già hai fatto prove sul campo?

Ancora no. Mi mancava un anello step-down per montare il flash sui miei obiettivi (ha due filettature fisse, da 49 e 55 mm, mentre i miei obiettivi macro le hanno da 52 e da 72 mm). Nelle foto precedenti il flash era solo appoggiato.
Questa settimana mi sono arrivati gli anelli per il montaggio sul 150/2.8. Malgrado la riduzione da 72 a 49 mm, per fortuna non vignetta (grazie al sensore piccolo delle Olympus).
Per ora ho fatto un paio di prove a casa e sul balcone. Poi le metto (ora sto preparando delle cose per scuola)

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Flash anulare per macro in natura
MessaggioInviato: 31/05/2015, 21:21 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 30892
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Ecco il flash montato sul 150 mm macro. Praticamente è largo come l'obiettivo. Purtroppo per montarlo ho dovuto usare una serie di anelli progressivamente più piccoli, perchè usando un solo anello 72-49 mm, il cavo del flash toccava contro l'obiettivo ed impediva il montaggio. Per fortuna in Cina costano pochissimo. Così mi si allunga l'obiettivo, e tutto il complesso montato non mi entra nella borsa, per cui dovrò montarlo ogni volta al momento di usarlo, finchè non troverò una borsa diversa.

Olympus_ring_flash_150mm.jpg



Ecco un paio di prove fatte velocemente ad un Cebrionidae sullo stenditoio, in casa, e ad una euforbia sul balcone, in ombra.

prova1.jpg



prova2.jpg


_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Flash anulare per macro in natura
MessaggioInviato: 31/05/2015, 23:50 
Avatar utente

Iscritto il: 02/09/2009, 20:57
Messaggi: 8256
Località: Cagliari
Nome: Roberto Rattu
Julodis ha scritto:
Ecco un paio di prove fatte velocemente ad un Cebrionidae sullo stenditoio, in casa

Carino, è dal Neartico? Sembra uno Scaptolenus.

:hi:


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Flash anulare per macro in natura
MessaggioInviato: 01/06/2015, 0:48 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 30892
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Fumea crassiorella ha scritto:
Julodis ha scritto:
Ecco un paio di prove fatte velocemente ad un Cebrionidae sullo stenditoio, in casa

Carino, è dal Neartico? Sembra uno Scaptolenus.

:hi:

Infatti lo è. Ne ho due. Se vuoi uno è per te. Purtroppo mi sono arrivati in alcool, e seccando le elitre si aprono. Ho provato a riammorbidirli e riprepararli, ma si sono riaperte, anche cercando di bloccarle con gli spilli. Dovrei incollarle sull'addome, ma preferisco evitare.

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Flash anulare per macro in natura
MessaggioInviato: 03/06/2015, 16:16 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 30892
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Ecco qualche prova fatta con l'Olympus E620, obiettivo 150/2.8 Apo Macro Sigma e il flash anulare Olympus T10. Ai pochi soggetti disponibili.

Prima una foto facile facile: un Dittero non particolarmente lucido e fermo su una foglia, all'ombra di un albero.

Manziana_3-VI-2015_OL_001.JPG



Quindi una con gioco di luci ed ombre, ma con uno sfondo contrastante col colore dell'insetto (nel bosco, in un punto in cui filtrava un po' di sole).

Manziana_3-VI-2015_OL_022.JPG



Infine, una in ombra completa, con luce molto scarsa, nel folto del bosco, su substrato uniforme e di colore quasi uguale a quello degli insetti (in movimento continuo).

Manziana_3-VI-2015_OL_034.JPG



In tutte e tre è evidente il difetto tipico dei flash anulari: l'appiattimento dell'immagine a causa della mancanza o riduzione delle ombre visibili. Si nota meno in quella dell'Amphycoma carceli sulla foglia, solo per la presenza di un po' di luce solare che filtrava tra il fogliame, sufficiente a far comparire un'ombra sbiadita. E' comunque sopportabile per questo tipo di flash.

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Flash anulare per macro in natura
MessaggioInviato: 03/06/2015, 16:22 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 30892
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Ed ecco una foto per cui questo tipo di illuminazione proprio non va bene (non tenete conto della qualità dell'immagine, perchè la foglia era mossa dal vento, quindi non sono riuscito a fare la foto a fuoco): un insetto convesso e lucido (una interessante variazione cromatica della solita Harmonia, presumo). Il risultato è che si vede l'immagine del flash riflessa sulla cuticola.

Manziana_3-VI-2015_OL_011.JPG


_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Flash anulare per macro in natura
MessaggioInviato: 04/06/2015, 9:44 
Avatar utente

Iscritto il: 02/09/2009, 20:57
Messaggi: 8256
Località: Cagliari
Nome: Roberto Rattu
Julodis ha scritto:
Fumea crassiorella ha scritto:
Julodis ha scritto:
Ecco un paio di prove fatte velocemente ad un Cebrionidae sullo stenditoio, in casa

Carino, è dal Neartico? Sembra uno Scaptolenus.

:hi:

Infatti lo è. Ne ho due. Se vuoi uno è per te. Purtroppo mi sono arrivati in alcool, e seccando le elitre si aprono. Ho provato a riammorbidirli e riprepararli, ma si sono riaperte, anche cercando di bloccarle con gli spilli. Dovrei incollarle sull'addome, ma preferisco evitare.


Lo gradisco senz'altro :lov2: :lov3:

:hi:


Top
profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
nuovo argomento
rispondi
Pagina 1 di 1 [ 10 messaggi ]

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: