Benvenuto Ospite | Iscriviti

Forum Entomologi Italiani

www.entomologiitaliani.net/forum
 
Oggi è 18/01/2018, 16:11

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

consiglio microscopio per osservazione inclusioni in ambra



nuovo argomento
rispondi
Pagina 1 di 1 [ 12 messaggi ]
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 21/01/2017, 16:14 
 

Iscritto il: 22/01/2014, 13:40
Messaggi: 6
Nome: Massimiliano Picheo
Buongiorno a tutti voi mi chiamo Max sono un appasionato di fossili e paleontologia ..sono nuovo del forum..Mi sono iscritto cercando principalmente un aiuto nella scelta di un microscopio per l'osservazione di inclusioni fossili in ambra..
Diciamo con un costo contenuto tra i 200 e i 500 ..Grazie dell'aiuto!


Top
profilo
MessaggioInviato: 21/01/2017, 16:33 
Avatar utente

Iscritto il: 22/12/2009, 13:31
Messaggi: 7782
Località: Napoli
Nome: Francesco Izzillo
Massimiliano, così come richiedono le regole del Forum, devi presentarti nella sezione "primo ingresso" dopo di ciò puoi attivare qualunque richiesta. :hi:

_________________
Francesco Izzillo


Top
profilo
MessaggioInviato: 21/01/2017, 16:57 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 30234
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
fallenrain ha scritto:
..sono nuovo del forum..

Ma risulti iscritto da tre anni! :?

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
MessaggioInviato: 21/01/2017, 20:22 
 

Iscritto il: 22/01/2014, 13:40
Messaggi: 6
Nome: Massimiliano Picheo
Julodis ha scritto:
fallenrain ha scritto:
..sono nuovo del forum..

Ma risulti iscritto da tre anni! :?

sì ma non ho postato nulla..anzi forse mi sono solo presentato xd :mrgreen:


Top
profilo
MessaggioInviato: 21/01/2017, 20:48 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 30234
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
fallenrain ha scritto:
Mi sono iscritto cercando principalmente un aiuto nella scelta di un microscopio per l'osservazione di inclusioni fossili in ambra..
Diciamo con un costo contenuto tra i 200 e i 500 ..Grazie dell'aiuto!

Prima qualche domanda:

- che gamma di ingrandimenti ti serve? La solita che serve agli entomologi, più o meno tra 6 e 50x?
- devi usarlo anche per le foto?
- devi fare solo osservazioni in luce riflessa o anche trasmessa?
- ti interessa solo nuovo o anche usato?

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
MessaggioInviato: 21/01/2017, 23:16 
 

Iscritto il: 22/01/2014, 13:40
Messaggi: 6
Nome: Massimiliano Picheo
Julodis ha scritto:
fallenrain ha scritto:
Mi sono iscritto cercando principalmente un aiuto nella scelta di un microscopio per l'osservazione di inclusioni fossili in ambra..
Diciamo con un costo contenuto tra i 200 e i 500 ..Grazie dell'aiuto!

Prima qualche domanda:

- che gamma di ingrandimenti ti serve? La solita che serve agli entomologi, più o meno tra 6 e 50x?
- devi usarlo anche per le foto?
- devi fare solo osservazioni in luce riflessa o anche trasmessa?
- ti interessa solo nuovo o anche usato?
allora valutiamo prima qualcosa senza trinoculare e poi con il il supporto fotografico...Non saprei rispondere a molte di queste domande anche perchè non è che sia molto ferrato in microscopia..Mi affidavo principalmente alla vostra esperienza..
Sì non è un problema per me valutare un acquisto usato...


Top
profilo
MessaggioInviato: 22/01/2017, 0:23 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 30234
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Quindi restiamo un po' sul vago.

Ecco alcuni esempi di modelli usati, diversi come prezzo e caratteristiche, ma tutti rientranti nel tuo budget e adatti ad un uso generale da entomologi o geologi.

Lomo MB-S 9

Zeiss Technival 2 Il Lomo di prima è costruito prendendo spunto dal progetto di questo

Olympus sz51

Nikon SMZ-1b

Altrimenti, nel nuovo, bisogna andare su marche come Bresser, Celestron, Euromex, ecc. per restare nella cifra.

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
MessaggioInviato: 22/01/2017, 14:36 
 

Iscritto il: 22/01/2014, 13:40
Messaggi: 6
Nome: Massimiliano Picheo
Julodis ha scritto:
Quindi restiamo un po' sul vago.

Ecco alcuni esempi di modelli usati, diversi come prezzo e caratteristiche, ma tutti rientranti nel tuo budget e adatti ad un uso generale da entomologi o geologi.

Lomo MB-S 9

Zeiss Technival 2 Il Lomo di prima è costruito prendendo spunto dal progetto di questo

Olympus sz51

Nikon SMZ-1b

Altrimenti, nel nuovo, bisogna andare su marche come Bresser, Celestron, Euromex, ecc. per restare nella cifra.

ti ringrazio ..ma volevo chiederti come illuminazione vanno bene per osservare inclusi?ad esempio nello zeiss non vedo l'illuminazione basale(non so come si chiami come terminologia)che per quel poco che ne so dovrebbe essere la più potente..


Top
profilo
MessaggioInviato: 22/01/2017, 17:38 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 30234
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
fallenrain ha scritto:
ti ringrazio ..ma volevo chiederti come illuminazione vanno bene per osservare inclusi?ad esempio nello zeiss non vedo l'illuminazione basale(non so come si chiami come terminologia)che per quel poco che ne so dovrebbe essere la più potente..

Per questo ti avevo chiesto:
Julodis ha scritto:
- devi fare solo osservazioni in luce riflessa o anche trasmessa?

Non è questione di potenza, ma semplicemente del fatto che alcuni soggetti, come la maggior parte degli insetti, si osservano necessariamente in luce riflessa (in altre parole, illuminati da sopra), perchè non sono trasparenti. Altri si vedono meglio in luce trasmessa, ovvero illuminati da sotto, con la luce che li attraversa e poi raggiunge le lenti del microscopio. Questo sistema, ovviamente, va bene solo per i corpi almeno in parte trasparenti, perché se lo usi con un corpo opaco, vedi solo unasagoma nera su uno sfondo bianco.
Gli entomologi lavorano praticamente solo in luce riflessa, eccetto per alcuni minuti particolari, ma in quel caso di solito si usa un microscopio biologico.
Per l'osservazione dell'ambra con inclusioni bisogna vedere come sia meglio illuminare. Se le inclusioni sono opache, con la sola luce trasmessa ci si fa poco.
Le foto a questi due coleotteri le ho fatte entrambe in luce riflessa, usando però fonti di luce diverse e con diversi diffusori, con risultati molto diversi (era comunque diversa anche la trasparenza del materiale):
http://www.entomologiitaliani.net/public/forum/phpBB3/viewtopic.php?f=278&t=32133
http://www.entomologiitaliani.net/public/forum/phpBB3/viewtopic.php?f=278&t=48747
Da quel poco che ho visto, per le foto in ambra conviene usare una illuminazione riflessa in posizione laterale, spostando di volta in volta le fonti di luce per evitare i riflessi sulla superficie.

Dei quattro microscopi che ti ho indicato, solo il Lomo ed il Nikon hanno una base con l'illuminazione "da sotto". Negli altri due bisognerebbe prendere un accessorio aggiuntivo che si attacca sotto la base, o sostituirla con un'altra.
Nei miei due binoculari, uno, un MBC-10 molto simile al Lomo di cui sopra, ma "più antico", ha una base simile a quella dello Zeiss, ma sotto c'è un pezzo che lo alza, contenente uno specchio mobile e un innesto per l'illuminatore esterno, che si può quindi usare sia per illuminare da sopra che da sotto. Questo pezzo si può smontare (ha un innesto velocissimo) rendendo la base sottile come quella dello Zeiss ed il microscopio più basso e comodo da usare (io infatti lo uso senza la base con lo specchio).

Immagine

(nella foto è montato sulla base un disco in metallo con un lato bianco ed uno nero, ma in dotazione ce n'è anche uno in vetro trasparente, se si vuole usare la luce trasmessa)

L'altro mio binoculare, un Leica MZ6, ha una base che non prevede l'illuminazione da sotto, per la quale andrebbe acquistata una base diversa o aggiungere un apposito accessorio sotto la base, entrambi di costo spropositato (in realtà, ora volendo ci si potrebbe mettere sotto un bel LED COB rotondo, spesso solo qualche mm e largo 6-7 cm, sostituendo il disco in metallo con uno di vetro smerigliato, e con pochi euro si risolverebbe, senza comprare altro).

Immagine


Comunque, in linea di massima, quasi tutti i binoculari, soprattutto quelli di qualche anno fa, hanno una illuminazione standard penosa, per cui la prima cosa da fare, in genere, è sostituirla con una migliore. Per fortuna ora ci sono degli illuminatori a LED, circolari o di altra forma, che funzionano benissimo, facendo molta più luce, più bianca, scaldando poco, ed a prezzi irrisori rispetto agli illuminatori addizionali di una volta, a fibre ottiche o simili. Lo stesso discorso vale anche per molti modelli nuovi, anche se attualmente diversi escono già con illuminatori a LED. Ci sono poi varie possibilità di illuminatori "fatti in casa", che possono essere anche migliori, e soprattutto più adatti per le foto.

(le foto dei due microscopi non sono mie, ma le ho prese dal web)

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
MessaggioInviato: 01/02/2017, 18:45 
Avatar utente

Iscritto il: 11/08/2015, 0:29
Messaggi: 39
Località: Ferrara
Nome: Andrea Bosi
.

Senza parole !


0.JPG



2.JPG



3.JPG




https://youtu.be/csYKQah5_Ag


:hi:

_________________
Andrea

URL: http://spazioinwind.libero.it/andrea_bosi/index.htm


Ogni oggetto ha la sua storia,
. . . io non vendo oggetti,
. . . . . . io racconto storie. (Enotria)


Top
profilo
MessaggioInviato: 02/02/2017, 15:36 
 

Iscritto il: 22/01/2014, 13:40
Messaggi: 6
Nome: Massimiliano Picheo
alla fine ho optato per questo http://www.ebay.it/itm/132053643848?_tr ... EBIDX%3AIT
Ma sia l'alimentazione che la fonte luminosa sono fuori uso..Il microscopio l'ho testato con una fonte luminosa potentissima (avete presente quelle lampade ad asta che si possono regolare in altezza?) e funziona benissimo e in maniera favolosa..
Ma ovviamente non posso impegnare la lampada solo per il micro :mrgreen:
Mi potreste suggerire una fonte luminosa laterale che possa essere compatibile con il mio micro..in rete purtroppo non è che ho trovato molto a riguardo della serie del mio micro--
Grazie a tutti...


Top
profilo
MessaggioInviato: 02/02/2017, 16:40 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 30234
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
fallenrain ha scritto:
alla fine ho optato per questo http://www.ebay.it/itm/132053643848?_tr ... EBIDX%3AIT
Ma sia l'alimentazione che la fonte luminosa sono fuori uso..Il microscopio l'ho testato con una fonte luminosa potentissima (avete presente quelle lampade ad asta che si possono regolare in altezza?) e funziona benissimo e in maniera favolosa..
Ma ovviamente non posso impegnare la lampada solo per il micro :mrgreen:
Mi potreste suggerire una fonte luminosa laterale che possa essere compatibile con il mio micro..in rete purtroppo non è che ho trovato molto a riguardo della serie del mio micro--
Grazie a tutti...

Anche su uno dei miei binoculari, quasi identico a questo, ho avuto in passato lo stesso problema: si era bruciato l'alimentatore. Allora, o si rimediava un altro alimentatore compatibile, o si doveva trovare il modo di cambiare anche la lampadina con una alimentabile in altro modo, soluzione più complessa ma sicuramente migliore, in quanto la lampadina originale faceva la classica luce giallognola e decisamente insufficiente rispetto ai parametri normali. Al momento attuale, ci sono diverse facili soluzioni:

1 - se vuoi mantenere quella specie di faretto (dotato di una lente per concentrare la luce e, se necessario, innestabile in un foro sul retro della base per dare la luce da sotto) ti suggerisco di togliere la lampadina ed adattarci un led. Potresti mettercene uno ad alta potenza da 3W a luce bianca, tipo questo (l'ideale è il cosiddetto bianco puro, circa 4000-4500°K, seguito dal bianco freddo, circa 6000°K, con dominante azzurrina, e dal bianco caldo, circa 3000°K, che è più o meno del colore delle lampade ad incandescenza, ovvero un po' giallastro). Ci vuole un po' di manualità per alloggiarlo nel proiettore, ma ci si riesce, e fa una luce molto più potente della lampada originale. Per alimentarlo ci vuole un apposito driver, che comunque costa poco.
Oppure puoi usare una lampadina a led da automobile, tipo questa. E' probabilmente più facile da inserire, e si può alimentare con un qualsiasi alimentatore da 12V e 250/500 mA.

2 - se invece non vuoi mantenere il proiettore originale, puoi sempre fissare al suo supporto un normale portalampada E14 o E27, ed avvitarci un faretto LED come questi, che vanno direttamente a 220V.

3 - c'è poi la soluzione più drastica e semplice da realizzare. Togli tutto l'illuminatore originale (svitando la ghiera sul bordo dell'obiettivo puoi togliere anche tutto il braccetto di sostegno dell'illuminatore) e compra un illuminatore anulare per microscopio. Ci sono sia a led che fluorescenti, costano poco e vanno bene. Si montano in un minuto con tre vitine che stringono sul bordo esterno dell'obiettivo, senza bisogno di fori o modifiche al microscopio. Due esempi: a led, e fluorescente.

4 - Infine, una veloce soluzione per pigri: due faretti Ikea Jansio agganciati col morsetto all'asta del microscopio, uno che illumina da destra, l'altro da sinistra. Usano dei led che credo siano da 1W di potenza, ma bastano e avanzano. Non necessitano di alcun cambiamento nel microscopio, e se ti stufi puoi sempre usarli come lampade da comodino o da scrittoio.

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
nuovo argomento
rispondi
Pagina 1 di 1 [ 12 messaggi ]

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: