Benvenuto Ospite | Iscriviti

Forum Entomologi Italiani

www.entomologiitaliani.net/forum
 
Oggi è 18/12/2018, 18:11

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Consiglio per acquisto fotocamera per microscopio



nuovo argomento
rispondi
Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3
Pagina 3 di 3 [ 43 messaggi ]
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 10/02/2017, 9:56 
Avatar utente

Iscritto il: 05/02/2009, 17:28
Messaggi: 2604
Nome: Marco Uliana
Mi è capitato, raramente, che con soggetti poco dettagliati (es: superfice giallo crema uniforme di un pupa) il programma di stacking desse risultati inferiore all'atteso perchè faceva fatica a "capire" quale fotogramma fosse più a fuoco degli altri. L'ho verificato "sporcando" con quache granello di terra la parte interessata e ottenendo risutati migliori.
Dovresti trovare un pennarello sottile sottile e fare un puntino sul diverticolo :D


Top
profilo
MessaggioInviato: 10/02/2017, 11:11 
Avatar utente

Iscritto il: 10/06/2011, 10:05
Messaggi: 830
Località: Monterotondo (RM)
Nome: andrea hallgass
Premesso che il soggetto non è facile ... zone molto scure e zone traslucide .... io ci vedo soprattutto problemi di illuminazione .... come lo illumini e che diffusore utilizzi ?
In ripresa con il 4x NA 0.1 gli step dovrebbero esser di 50 micron mentre con il 10x NA 0.25 step di 10 micron


Top
profilo
MessaggioInviato: 10/02/2017, 12:02 
Avatar utente

Iscritto il: 25/11/2009, 9:31
Messaggi: 7805
Località: Lecce
Nome: Maurizio Bollino
andreah ha scritto:
Premesso che il soggetto non è facile ... zone molto scure e zone traslucide .... io ci vedo soprattutto problemi di illuminazione .... come lo illumini e che diffusore utilizzi ?
In ripresa con il 4x NA 0.1 gli step dovrebbero esser di 50 micron mentre con il 10x NA 0.25 step di 10 micron


La mia illuminazione è questa, ma considera che ora ho montato 7 led al posto degli originali 3. Ho provato a utilizzare sia il diffusore (un tubo di plastica opalina simile a quella dei vecchi portanegativi bianchi) che a fotografare senza. Quest'ultima foto è fatta senza diffusore perchè diffondendo, e attenuando quindi i contrasti, veniva molto peggio.
Ho fatto step da circa 20 micron con entrambi gli obiettivi.

_________________
Maurizio Bollino


Top
profilo
MessaggioInviato: 11/02/2017, 1:41 
Avatar utente

Iscritto il: 10/06/2011, 10:05
Messaggi: 830
Località: Monterotondo (RM)
Nome: andrea hallgass
Fiat Lux ... :D
Parlo della mia esperienza e non sostengo assolutamente che le mie soluzioni siano le migliori .... quando feci prove con molti punti di sorgente luminosa i risultati erano peggiori di quanto ottenevo con solo due punti luce .... le immagini mi venivano molto piatte.
Non uso mai più di due sorgenti cercando di orientarle per mettere in risalto i particolari e scegliendo il materiale del diffusore in funzione della riflettenza del soggetto .... una piccola componente di direzionalità della luce non fa male soprattutto su particolari che non hanno bordi ben definiti.


Top
profilo
MessaggioInviato: 11/02/2017, 6:51 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 30914
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
andreah ha scritto:
Fiat Lux ... :D
Parlo della mia esperienza e non sostengo assolutamente che le mie soluzioni siano le migliori .... quando feci prove con molti punti di sorgente luminosa i risultati erano peggiori di quanto ottenevo con solo due punti luce .... le immagini mi venivano molto piatte.
Non uso mai più di due sorgenti cercando di orientarle per mettere in risalto i particolari e scegliendo il materiale del diffusore in funzione della riflettenza del soggetto .... una piccola componente di direzionalità della luce non fa male soprattutto su particolari che non hanno bordi ben definiti.

Qui c'è però da fare una distinzione. Se si fanno foto come quelle che fai tu, in cui prevale l'aspetto artistico o, se vogliamo, estetico, sicuramente si ottengono risultati migliori con due fonti di luce, orientate e schermate in modo diverso a seconda del soggetto. In questo modo si riesce a far risaltare i particolari e la non uniformità di illuminazione dalle varie direzioni diventa un fattore positivo, invece che negativo, specialmente quando gli insetti non sono posti preparati nella classica posizione dorsale.
Se invece si vogliono fare foto, per esempio, per confrontare specie diverse dello stesso genere, su esemplari preparati ed in visione dorsale, bisogna cercare di avere una illuminazione più uniforme ed inoltre possibilmente uguale per i vari soggetti. Per cui bisogna sempre scegliere una soluzione di compromesso tra una luce perfettamente uniforme e diffusa, che permette di attenuare le zone d'ombra e quelle molto illuminate, ed una più direzionale, che permette di evidenziare i particolari come la scultura della cuticola, e che non dà l'effetto di appiattimento dell'immagine.
Dopo tutti questi anni di prove, sono arrivato alla conclusione che i risultati che più mi soddisfano li ottengo con più punti luce (4, o una sorgente anulare), più o meno schermati con diffusori di diversa densità, per foto ad insetti abbastanza grandi (con fattori di ingrandimento fino intorno a 3x), mentre per foto ad insetti più piccoli, da circa 3x a 20x, mi trovo molto meglio con due punti luce (sempre schermati).
Recentemente ho provato ad usare una illuminazione, quando fotografo con gli obiettivi da microscopio, quindi ad ingrandimenti da circa 3x in su, costituita, invece che dai due faretti LED Ikea Jansio che uso normalmente, da 4 LED COB rettangolari dati per 8W, come questi. Fanno una gran bella luce, sono adesivi, quindi si montano facilmente su un qualsiasi supporto, non scaldano praticamente per niente, e quindi non necessitano di dissipatore di calore, ed emettono una luce già abbastanza diffusa. Ed infine costano pochissimo (e si possono alimentare direttamente con un qualunque alimentatore o batteria a 12V DC - hanno già un piccolo limitatore di corrente incorporato).
Con le prove che ho fatto ho comunque constatato che i risultati, malgrado la luce molto più forte e ben distribuita, sono peggiori che usando i due faretti Jansio, in accordo con quanto scritto da Andrea.


Questo (0,7x) e questo (0,8x) sono due esempi di foto scattate ad insetti grandi con 4 faretti a led e schermatura media (tubo di plastica bianca semitrasparente, simile a quella dei bicchieri di plastica).

Questa coi led anulari, schermatura doppia (1x). Anche questa, più piccola, ma sempre coi led anulari e schermatura doppia (circa 2x).
Questa invece, sempre coi led anulari, ma con schermatura al minimo, per evidenziare la convessità dell'insetto.

Questo è un esempio di una specie più piccola, fotografata coi due faretti Jansio (e diffusore costituito da un foglio di carta bianca sottile, vedi carta da forno), a circa 6x.
Idem, circa 10x.

Per contro, questa è fatta a circa 8x usando i quattro LED COB e schermatura simile alle due precedenti. Un vera schifezza.
Ora proverò a riunire i 4 led in due gruppi contrapposti, ciascuno costituito da due led affiancati, per vedere se i risultati migliorano (mi dispiacerebbe rinunciare a tutta quella luce, che tra l'altro è di un bianco migliore di quello dei faretti Jansio).

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
MessaggioInviato: 11/02/2017, 7:54 
Avatar utente

Iscritto il: 25/11/2009, 9:31
Messaggi: 7805
Località: Lecce
Nome: Maurizio Bollino
Andrea, come dice giustamente Maurizio, cerca la foto con prevalente valore artistico ed estetico, mentre io concordo con l'approccio scientifico e documentale del mio omonimo. A questo aggiungo che sono disposto a perdere in qualità a favore della standardizzazione del metodo, risparmiando tempo (sempre tiranno) nella fase di ripresa e post-produzione. Per questo ho deciso di usare un unico sistema di illuminazione per tutte le mie foto, cambiando solo le ottiche e il diffusore a secondo delle situazioni. Inoltre i miei 7 led sono collegati in serie da 3 e 4, così che posso (solo in teoria, perchè in pratica non lo faccio mai) decidere l'intensità dell'illuminazione, e conseguentemente giostrare con tempi e/o diaframmi.
Nel caso delle foto che vi ho sottoposto, comunque, credo che il punto debole sia soprattutto la qualità delle ottiche. Qui di seguito allego due foto ad altri preparati in cui il fattore di ingrandimento è minore (il primo soggetto ha una dimensione di circa 4 mm, il secondo è lungo circa 7 mm). Le foto sono entrambe ottenute con un Rodenstock Rodagon 60mm f/5.6 montato su un soffietto più due anelli di prolunga, in cui il differente fattore di ripresa è ottenuto variando l'estensione del soffietto. L'illuminazione è sempre quella dei 7 led, e come diffusore lo stesso tubo di plastica opalina. Per le mie esigenze (documentare la morfologia ed eventualmente pubblicare la foto, che verrà certamente rimpicciolita), sono abbastanza soddisfatto della qualità delle immagini.

Artapocyrtus-comes-endofallo-laterale.jpg


Pachyrhynchus-banglas-n-sp-endofallo-laterale.jpg



Incidentalmente, tornando all'argomento iniziale di questo topic, avevo chiesto una quotazione anche alla Leica. Ieri sono stato contattato telefonicamente dal responsabile commerciale italiano dell'azienda il quale, dopo aver ascoltato le mie esigenze, mi ha detto le stesse cose che aveva sottolineato Maurizio qui, suggerendomi vivamente di fare foto con la reflex e un buon adattatore al c-mount, indicandomi quelli prodotti e commercializzati da questa azienda austriaca.

_________________
Maurizio Bollino


Top
profilo
MessaggioInviato: 11/02/2017, 11:09 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 30914
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Maurizio Bollino ha scritto:
Incidentalmente, tornando all'argomento iniziale di questo topic, avevo chiesto una quotazione anche alla Leica. Ieri sono stato contattato telefonicamente dal responsabile commerciale italiano dell'azienda il quale, dopo aver ascoltato le mie esigenze, mi ha detto le stesse cose che aveva sottolineato Maurizio qui, suggerendomi vivamente di fare foto con la reflex e un buon adattatore al c-mount, indicandomi quelli prodotti e commercializzati da questa azienda austriaca.

Prima però accertati che il tuo binoculare non soffra di aberrazione cromatica (purple fringe), altrimenti spendi soldi inutilmente. Mi pare che il tuo abbia le due ottiche separate (struttura Greenough), e quindi dovrebbe essere meno soggetto a questo problema, ma è meglio comunque controllare (basta mettere il massimo ingrandimento e guardare un oggetto scuro su fondo bianco, con un solo occhio, e vedere se compaiono bande verdi e viola sui due lati opposti del soggetto).
Probabilmente questo sistema ti consentirebbe di risparmiare tempo, ma la qualità non dovrebbe essere pari a quella della reflex con soffietto e obiettivi vari.

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
MessaggioInviato: 11/02/2017, 13:23 
Avatar utente

Iscritto il: 10/06/2011, 10:05
Messaggi: 830
Località: Monterotondo (RM)
Nome: andrea hallgass
Julodis ha scritto:
Ora proverò a riunire i 4 led in due gruppi contrapposti, ciascuno costituito da due led affiancati, per vedere se i risultati migliorano (mi dispiacerebbe rinunciare a tutta quella luce, che tra l'altro è di un bianco migliore di quello dei faretti Jansio).


E' il mio sistema attuale 4 led 10W in due gruppi .... si ottiene uno spot di luce uniforme sufficiente per ogni esigenza .... dai più piccoli ai più grandi .... purtroppo non ho foto da mostrare .... quelle fatte su buprestidi di un comune amico le ho perse con la distruzione del disco :cry: :cry: :cry:

Mentre non capisco perchè Maurizio vuole utilizzare lo stereo per questo genere di foto ... visto che ha già tutto il necessario fotocamera, soffietto, obbiettivi e altro perchè non monta tutto su un banco e utilizza quello .... le foto verrebbero molto meglio e per inciso anche sullo schermo del PC si vedrebbero dettagli di gran lunga superiori


Top
profilo
MessaggioInviato: 11/02/2017, 14:59 
Avatar utente

Iscritto il: 25/11/2009, 9:31
Messaggi: 7805
Località: Lecce
Nome: Maurizio Bollino
andreah ha scritto:
non capisco perchè Maurizio vuole utilizzare lo stereo per questo genere di foto ... visto che ha già tutto il necessario fotocamera, soffietto, obbiettivi e altro perchè non monta tutto su un banco e utilizza quello .... le foto verrebbero molto meglio e per inciso anche sullo schermo del PC si vedrebbero dettagli di gran lunga superiori


Forse solo per la pigrizia di farmi un banco decente. Ti confesso che avevo allestito un banco con la macchina che lavorava in orizzontale. Il difetto maggiore era l'illuminazione, perchè non sono mai riuscito a trovare un sistema soddisfacente per montare i led a corona intorno al soggetto. La cosa, poi, che mi faceva sclerare era il tempo che perdevo per centrare il soggetto quando volevo fotografare con obiettivi da microscopia. A un certo punto sono impazzito e ho smontato tutto. Ora fotografo solo in verticale, con la reflex su stativo: con la cremagliera dello stativo faccio i movimenti grossolani, poi centro rapidamente il soggetto muovendo il piano illuminato, e infine con la slitta micrometrica avanzo per lo stacking.

_________________
Maurizio Bollino


Top
profilo
MessaggioInviato: 11/02/2017, 16:12 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 30914
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Forse ti può servire da spunto il mio sistema a quattro led, realizzato nel modo più semplice possibile.

4led1.JPG



La luce è più che sufficiente e abbastanza uniforme anche senza schermi

4led2.JPG



Qui un particolare del sistema di fissaggio

4led3.JPG



Per farlo ho preso un tubo di prolunga manuale a vite 42x1, e l'ho messo tra il soffietto e il raccordo vite 42x1 -> attacco RMS per obiettivi standard da microscopio.
Sul tubo di prolunga ho fatto un paio di giri di nastro adesivo in carta, per avere un fissaggio più saldo e non segnare il metallo del tubo, quindi ho tagliato e piegato 4 pezzi di una staffa forata leggera, venduta in nastri e/o al metro, e li ho fissati saldamente al tubo con una fascetta stringitubo di quelle usate per i tubi dell'acqua delle automobili. Su queste staffe ho incollato i led cob. Poi ho fatto i collegamenti elettrici, mettendo i quattro led in parallelo. Al momento li alimento con una batteria al litio 12V 6800 mAh (la stessa che uso per i sistemi UV sul campo), in attesa che mi arrivi un alimentatore da rete comprato in Cina a fine dicembre.

Il tutto è costato circa 10 Euro:

4 LED COB 24 chip, 12 V (8 W?) = 4 Euro
staffa al metro = circa 1 Euro
fascetta stringitubo = 1 Euro
alimentatore 220V -> 12V = -circa 2 Euro
tubo di prolunga = un paio di Euro circa (fa parte di un set di 3 tubi da circa 5 Euro)
fili e contattiere

Come diffusore uso un bicchiere di plastica col fondo tagliato all'altezza alla quale ha lo stesso diametro dell'adattatore 42-RMS, su cui lo fisso a pressione.

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
MessaggioInviato: 11/02/2017, 16:29 
Avatar utente

Iscritto il: 25/11/2009, 9:31
Messaggi: 7805
Località: Lecce
Nome: Maurizio Bollino
Maurizio,
le tue soluzioni sono, come al solito, geniali! Dovrò progettarmi qualche cosa di simile, adattando la tua idea alla mia attrezzatura fotografica. In questo periodo sono distratto dalla preparazione del materiale. Mi è arrivato a inizio settimana da Lumawig un pacco con oltre 1000 Pachyrhynchini, e non vedo l'ora di preparare tutto.

_________________
Maurizio Bollino


Top
profilo
MessaggioInviato: 11/02/2017, 17:02 
Avatar utente

Iscritto il: 10/06/2011, 10:05
Messaggi: 830
Località: Monterotondo (RM)
Nome: andrea hallgass
Maurizio Bollino ha scritto:
Forse solo per la pigrizia di farmi un banco decente. Ti confesso che avevo allestito un banco con la macchina che lavorava in orizzontale. Il difetto maggiore era l'illuminazione, perchè non sono mai riuscito a trovare un sistema soddisfacente per montare i led a corona intorno al soggetto. La cosa, poi, che mi faceva sclerare era il tempo che perdevo per centrare il soggetto quando volevo fotografare con obiettivi da microscopia. A un certo punto sono impazzito e ho smontato tutto. Ora fotografo solo in verticale, con la reflex su stativo: con la cremagliera dello stativo faccio i movimenti grossolani, poi centro rapidamente il soggetto muovendo il piano illuminato, e infine con la slitta micrometrica avanzo per lo stacking.


Effettivamente per i campioni preparati l'assetto verticale è molto più performante ... anch'io me ne son fatto uno anche se lo utilizzo molto raramente.
Per la centratura utilizzo due micrometri economici mentre per lo stack ho motorizzato il tutto ... su questo ancora non ho un sistema d'illuminazione proprio ... ma presto sarà il solito 4 led in due gruppi ... i led sono distanziati tra loro di 3 centimetri e date le dimensioni dei campioni agli effetti pratici dovrebbero dare risultati analoghi al polipone di Judolis :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:


EI_3.jpg

Top
profilo
MessaggioInviato: 11/02/2017, 17:28 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 30914
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
andreah ha scritto:
Effettivamente per i campioni preparati l'assetto verticale è molto più performante ... anch'io me ne son fatto uno anche se lo utilizzo molto raramente.

Secondo me, l'unico inconveniente nei sistemi orizzontali è che è più difficile posizionare il diffusore, per il resto, cambia poco, e forse sono più stabili. Io uso un sistema verticale solo per fotografare le bestie un po' più grandicelle (ad ingrandimenti bassi, comunque non oltre 2x), perché ad ingrandimenti maggiori inizia il problema delle vibrazioni (o meglio, questo problema ce l'avevo quando su quel sistema avevo montato una reflex senza lo scatto silenzioso. Forse, ora che ci lascio fissa una mirrorless, potrei non averlo più). Un altro problema potrebbe esserci usando obiettivi molto pesanti, perché montati in orizzontale potrebbero inclinarsi leggermente verso il basso, mandando un poco fuori asse l'obiettivo, ma io uso obiettivi leggeri ed ho un soffietto robusto.

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
nuovo argomento
rispondi
Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3
Pagina 3 di 3 [ 43 messaggi ]

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: