Benvenuto Ospite | Iscriviti

Forum Entomologi Italiani

www.entomologiitaliani.net/forum
 
Oggi è 06/04/2020, 13:51

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Caccia in piscina



nuovo argomento
rispondi
Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo
Pagina 2 di 3 [ 31 messaggi ]
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Caccia in piscina
MessaggioInviato: 27/08/2013, 10:23 
Avatar utente

Iscritto il: 23/06/2010, 19:05
Messaggi: 2398
Località: Pescara
Nome: Alessio Morelli
Complimenti Loris per l'esito della caccia in piscina, ed in particolare per quei due ripiphoridi catturati :o . Riesci sempre a sorprenderci :D


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Caccia in piscina
MessaggioInviato: 27/08/2013, 10:37 
Avatar utente

Iscritto il: 05/02/2009, 17:25
Messaggi: 4858
Località: Zola Predosa (BO)
Nome: Loris Colacurcio
Di ripiphorus ne ho trovati ben 2 ...si vede che l'acqua li attirava con convinzione... :D

E' il Leptomastax che prorpio non riesco ad accettarlo...il bordo piscina era piuttosto alto, difficile da scavalcare e c'erano almeno 2-3 metri di pavimento piastrellato con un altro piccolo rialzo sul bordo prima del terreno erboso.
Insomma, più che di caduta accidentale, penserei piuttosto ad un suicidio premeditato :mrgreen: ...compiuto, tra l'altro, da un non-vedente :shock:

Grazie a tutti per le determinazioni....

_________________
Loris


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Caccia in piscina
MessaggioInviato: 27/08/2013, 10:39 
Avatar utente

Iscritto il: 02/09/2009, 20:57
Messaggi: 8456
Località: Cagliari
Nome: Roberto Rattu
Loriscola ha scritto:
Di ripiphorus ne ho trovati ben 2 ...si vede che l'acqua li attirava con convinzione... :D

:shock: :shock:

In attesa di Marcello, a me il primo maschio di mutilla sembra Myrmilla erythrocephala (Latreille, 1792), ♂ - Mutillidae Myrmillinae

:hi:


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Caccia in piscina
MessaggioInviato: 27/08/2013, 19:47 
 

Iscritto il: 10/07/2010, 14:42
Messaggi: 3928
Nome: Giuseppe Pace
L'esemplare dopo il Melanotus (Elateridae) sembrerebbe un Myrmechixenus picinus Aubé, 1850 (Tenebrionidae).

Ciao
Giuseppe


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Caccia in piscina
MessaggioInviato: 27/08/2013, 21:05 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 31340
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Loriscola ha scritto:
E' il Leptomastax che prorpio non riesco ad accettarlo...il bordo piscina era piuttosto alto, difficile da scavalcare e c'erano almeno 2-3 metri di pavimento piastrellato con un altro piccolo rialzo sul bordo prima del terreno erboso.
Insomma, più che di caduta accidentale, penserei piuttosto ad un suicidio premeditato :mrgreen: ...compiuto, tra l'altro, da un non-vedente :shock:

Beh, gli occhi, piccoli, ma ce li ha, per cui un po' ci vedrà.
Ma siamo sicuri che sia incapace di volare? In caso contrario mi sembra difficile che possa aver raggiunto la piscina. A meno che non si arrampichino sulla vegetazione per farsi trasportare lontano dal vento!

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Caccia in piscina
MessaggioInviato: 27/08/2013, 21:40 
Avatar utente

Iscritto il: 10/05/2010, 22:31
Messaggi: 3896
Località: Follonica (GR)
Nome: marco bastianini
Julodis ha scritto:
Beh, gli occhi, piccoli, ma ce li ha, per cui un po' ci vedrà

Castellini, nella sua revisione del genere Leptomastax, più che di occhio parla di macchia oculare composta da un numero ridotto di ommatidi per cui credo che ci vedano davvero poco.
Julodis ha scritto:
Ma siamo sicuri che sia incapace di volare?

Sempre dalla solita fonte per le elitre si parla di"coaptazione permanente alla sutura" e quindi il volo si dovrebbe escludere.
Julodis ha scritto:
A meno che non si arrampichino sulla vegetazione per farsi trasportare lontano dal vento!

Anche questa mi sembra da escludere, poichè organismi che vivono nel terriccio, nel detrito vegetale e sotto pietre interrate sono legati a certe condizioni di umidità che mal si conciliano con il trasporto tramite vento.
A questo punto azzardo una mia ipotesi:quelle mandibolone ipertrofiche gli servono per afferrare la preda e tenerla bloccata
per far lavorare il resto dell'apparato boccale.E' ipotizzabile che una preda, magari un pò robusta, prima di morire si sia indirizzata verso la piscina trasportando il suo predatore?

_________________
:to: Marco


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Caccia in piscina
MessaggioInviato: 27/08/2013, 22:00 
Avatar utente

Iscritto il: 05/02/2009, 17:31
Messaggi: 8751
Località: milano
Nome: maurizio pavesi
Julodis ha scritto:
Loriscola ha scritto:
E' il Leptomastax che prorpio non riesco ad accettarlo...il bordo piscina era piuttosto alto, difficile da scavalcare e c'erano almeno 2-3 metri di pavimento piastrellato con un altro piccolo rialzo sul bordo prima del terreno erboso.
Insomma, più che di caduta accidentale, penserei piuttosto ad un suicidio premeditato :mrgreen: ...compiuto, tra l'altro, da un non-vedente :shock:

Beh, gli occhi, piccoli, ma ce li ha, per cui un po' ci vedrà.
Ma siamo sicuri che sia incapace di volare? In caso contrario mi sembra difficile che possa aver raggiunto la piscina. A meno che non si arrampichino sulla vegetazione per farsi trasportare lontano dal vento!

ciao ragazzi

è semplicemente che in realtà, di notte e con condizioni favorevoli, anche insetti (e non solo) ciechi o giù di lì, che noi siamo abituati a considerare strettamente endogei, o addirittura ipogei, sono molto più mobili e si spostano anche in superficie molto di più di quel che generalmente si crede

e ora passiamo ai crisidi :p :p :p

le determinazioni sono tutte col beneficio d'inventario in attesa di successivo esame :mrgreen: dato che di nessuno si vede distintamente il margine anale e quindi mi sono basato su aspetto d'insieme e colorazione, cmq secondo il mio spannometro :to: :

1) Chrysis sexdentata sexdentata Christ, 1791
2) Holopyga fastuosa generosa (Forster, 1853) (finché si chiama ancora così :twisted: ... è la vecchia Holopyga ovata :P )
3) Chrysis grohmanni krkiana Linsenmaier, 1959
e il 4), se è lui (come sembra :D ), è una bestia fighissima :hp: ... Pseudomalus meridianus Strumia, 1996

_________________
*****************
Immagine maurizio


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Caccia in piscina
MessaggioInviato: 27/08/2013, 22:07 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 02/02/2009, 23:30
Messaggi: 6740
Località: Capaci (Pa)
Nome: Marcello Romano
Col beneficio d'inventario di cui sopra ;)
A parte Krombeinella thoracica e Myrmilla erythrocephala, già correttamente determinate da Marco e Roberto, gli altri maschi mi sembrano Physetopoda daghestanica (quello nero con le tegule arancioni) e Physetopoda lucasii (gli altri due).

_________________
:hi: Marcello Romano


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Caccia in piscina
MessaggioInviato: 27/08/2013, 22:12 
Avatar utente

Iscritto il: 05/02/2009, 17:31
Messaggi: 8751
Località: milano
Nome: maurizio pavesi
p.s. ;)

hypotyphlus ha scritto:
... A questo punto azzardo una mia ipotesi: quelle mandibolone ipertrofiche gli servono per afferrare la preda e tenerla bloccata per far lavorare il resto dell'apparato boccale. E' ipotizzabile che una preda, magari un pò robusta, prima di morire si sia indirizzata verso la piscina trasportando il suo predatore?

ci credo poco :? ... i Leptomastax dovrebbero essere predatori di collemboli endogei (Onychiuridae) e le mandibole dovrebbero servire a trafiggerne la parete del corpo, consentendone lo svuotamento; non credo che attacchino prede di grosse dimensioni, di cui probabilmente non riuscirebbero nemmeno a bucare la cuticola

come ipotesi alternativa (ma io propendo per l'idea che ci sia arrivato per conto suo) potrebbe essere stato lui predato da una formica, che durante il viaggio di ritorno al nido è incappata nella piscina, per sf...ortuna sua e fortuna di loris :) ...

_________________
*****************
Immagine maurizio


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Caccia in piscina
MessaggioInviato: 27/08/2013, 22:33 
Avatar utente

Iscritto il: 10/05/2010, 22:31
Messaggi: 3896
Località: Follonica (GR)
Nome: marco bastianini
gomphus ha scritto:
le mandibole dovrebbero servire a trafiggerne la parete del corpo, consentendone lo svuotamento

Sempre citando Castellini:"le mandibole vengono usate per afferrare e tenere serrato il cibo contro il labbro superiore, consentendo a mascelle e paraglosse di esercitare il loro ufficio.Predazione, pertanto, a spese di organismi animali viventi". :hi:

_________________
:to: Marco


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Caccia in piscina
MessaggioInviato: 27/08/2013, 23:15 
Avatar utente

Iscritto il: 05/02/2009, 17:31
Messaggi: 8751
Località: milano
Nome: maurizio pavesi
hypotyphlus ha scritto:
gomphus ha scritto:
le mandibole dovrebbero servire a trafiggerne la parete del corpo, consentendone lo svuotamento

Sempre citando Castellini:"le mandibole vengono usate per afferrare e tenere serrato il cibo contro il labbro superiore, consentendo a mascelle e paraglosse di esercitare il loro ufficio.Predazione, pertanto, a spese di organismi animali viventi". :hi:

:ok:

non credo però che mascelle e paraglosse possano lacerare un tegumento duro come quello di molti organismi epigei; più probabilmente, le mandibole perforano e in parte lacerano la cuticola di una preda a corpo piuttosto molle come un Onychiurus e la tengono premuta contro l'apertura boccale, e il materiale semiliquido che fuoriesce dalla ferita viene ingerito con l'aiuto di mascelle e paraglosse

p.s. le mandibole sono adatte a perforare, non a tagliare, e come ho già detto non credo che le mascelle possano da sole aprirsi la via attraverso tegumenti duri; quindi sospetto che potrebbe esserci una preventiva digestione extra-orale (documentata ad es. nei Carabus), ad opera di succhi digestivi rigurgitati nella ferita aperta dalle mandibole

_________________
*****************
Immagine maurizio


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Caccia in piscina
MessaggioInviato: 28/08/2013, 7:43 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 31340
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
gomphus ha scritto:
non credo però che mascelle e paraglosse possano lacerare un tegumento duro come quello di molti organismi epigei;


Concordo con Maurizio. Non credo sia una bestia in grado di predare organismi abbastanza grandi da trascinarla per un bel tratto, a terra o magari in volo.

Julodis ha scritto:
A meno che non si arrampichino sulla vegetazione per farsi trasportare lontano dal vento!

Questa ovviamente era una battuta! Ma forse non si era capito.

Ci potrebbe essere un'altra soluzione più semplice. Forse era nel detrito vegetale ammucchiato nei pressi della piscina e qualcuno, nel fare pulizia ha raccolto il detrito, rastrellandolo, o prendendolo con una pala o altro, e mentre lo portava via una ventata ne ha disperso un po', che è finito in piscina. Poi è passato quel fortunello di Loris.

Oppure:
1 - qualcuno si è fatto il bagno in piscina dopo essersi rotolato nella lettiera di un boschetto lì intorno :mrgreen:
2 - qualcuno la mattina presto usava la piscina per fare il lavaggio del terreno! :mrgreen: :mrgreen:

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Caccia in piscina
MessaggioInviato: 28/08/2013, 9:03 
Avatar utente

Iscritto il: 04/02/2009, 17:49
Messaggi: 4959
Località: Cagliari
Nome: Daniele Sechi
E una forte pioggia che abbia lisciviato il terreno trasportando la bestiola con qualche rigagnolo fino in piscina?

_________________
:hi:
Daniele


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Caccia in piscina
MessaggioInviato: 28/08/2013, 9:25 
Avatar utente

Iscritto il: 05/02/2009, 17:25
Messaggi: 4858
Località: Zola Predosa (BO)
Nome: Loris Colacurcio
Anche io sono concorde con l'ipotesi di Gomphus...queste bestiole probabilmente sono molto più mobili di quanto si creda. E' questo scydmenidie in effetti è sin troppo diffuso qua da noi, segno che le sue peculiarità biologiche (microftalmia, assenza di ali, vita sotterranea) non lo limitano così tanto.
Il simpaticone, probabilmente si è fatto un lungo giretto e la presenza dell'acqua potrebbe averlo attirato (in sin dei conti tutte queste bestiole cercano attivamente le zone più umide).

continua a ringraziarvi per le determinazioni, sono sempre lieto se capitano bestiole interessanti. Onestamente, per il coleotterino dopo l'elateride, mai avrei pensato ad un tenebrionide :shock:

:hi:

_________________
Loris


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Caccia in piscina
MessaggioInviato: 28/08/2013, 17:07 
Avatar utente

Iscritto il: 24/09/2009, 20:40
Messaggi: 1598
Nome: Giuseppe Platia
:hp: :hp: l'Elateride è Melanotus tenebrosus (Erichson, 1841)

:hi: :hi:


Top
profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
nuovo argomento
rispondi
Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo
Pagina 2 di 3 [ 31 messaggi ]

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: