Benvenuto Ospite | Iscriviti

Forum Entomologi Italiani

www.entomologiitaliani.net/forum
 
Oggi è 04/04/2020, 11:47

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Sri Lanka, due settimane da ornitologo



nuovo argomento
rispondi
Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo
Pagina 1 di 4 [ 47 messaggi ]
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 28/08/2016, 22:15 
Avatar utente

Iscritto il: 08/02/2010, 23:01
Messaggi: 5299
Località: Vicenza
Nome: Silvano Biondi
Ecco il resoconto promesso sul mio breve soggiorno in Sri Lanka. Devo fare qualche premessa. In quindici giorni ho scattato circa seicento foto, ne proporrò qui un decimo. Sono state tutte scattate con la piccola bridge Canon PowerShot SX40 HS: nonostante, a mio parere, si sia comportata abbastanza bene, non è certo l’ideale per un reportage del genere. La qualità delle immagini è quello che è.
Poiché l’inserimento sarà piuttosto lungo e macchinoso, consiglierei di intervenire alla fine dello stesso (se però volete interloquire prima, nessun problema).
Come da titolo, gli insetti sono pochi e questo per tre ragioni.
1. La stagione secca nelle zone che ho visitato ha fatto sì che se ne vedessero ben pochi in giro.
2. La mancanza di permessi di raccolta e di esportazione mi ha impedito spesso di raccogliere.
3. Quasi sempre ho soggiornato in alberghi immersi nel verde. Quasi sempre c’erano quindi problemi con formiche, zanzare e scarafaggi (anche con scimmie, ma questa è un’altra storia). Perciò questo personaggio (o suoi colleghi simili) garantiva l’assenza di insetti anche in situazioni che sarebbero state favorevoli alla raccolta (piscine di mattina, luci di notte, etc.):
a_fei.JPG


Avendo capito presto questa situazione, mi sono procurato nel bookshop di un orto botanico un utile testo
b_fei.jpg


e ho privilegiato le osservazioni di uccelli (e mammiferi e rettili e piante).
Ma è ora di partire.

_________________



Silvano


Top
profilo
MessaggioInviato: 28/08/2016, 22:21 
Avatar utente

Iscritto il: 08/02/2010, 23:01
Messaggi: 5299
Località: Vicenza
Nome: Silvano Biondi
Dopo l’arrivo all’aeroporto di Colombo, il 9 agosto, già il giorno successivo si parte per il Sud. Il 10 visita a Galle

galle.jpg



con il suo vecchio forte costruito dagli olandesi. Siamo all’estremità meridionale dell’isola, di fronte c’è lo sterminato Oceano Indiano.

IMG_6864.JPG



Nel pomeriggio, visita al Parco Nazionale di Yala

Yala.jpg



In Sri Lanka è protetto l’8% del territorio complessivo; esistono 9 parchi nazionali e diverse riserve. Yala, nel sud est del paese, è il secondo parco come estensione ed è il più visitato.

_________________



Silvano


Top
profilo
MessaggioInviato: 28/08/2016, 22:25 
Avatar utente

Iscritto il: 08/02/2010, 23:01
Messaggi: 5299
Località: Vicenza
Nome: Silvano Biondi
Come ho detto più sopra, agosto è periodo secco in queste zone, e ciò secondo me ha favorito la possibilità di vedere molti animali nei parchi, visto che la fauna si raccoglieva intorno ai tanti laghi, stagni e lagune.

IMG_6888.JPG



Al centro, un branco di femmine e giovani di Cervo pomellato – Axis axis (Erxleben, 1777) – detto anche chital. E’ una specie originaria di India e Sri Lanka, poi diffusa in altri continenti (anche negli USA). All’estrema destra un maschio di Gallo della giungla cingalese – Gallus lafayetii (Lesson, 1831) - endemico dell’isola.

IMG_6889.JPG



Due specie (Fringillidi?) che non ho identificato. Nonostante il titolo del post, e la frequente consultazione del manuale, è evidente che in ornitologia sono assolutamente un neofita (se avete correzioni, suggerimenti o integrazioni, sono i benvenuti).

_________________



Silvano


Top
profilo
MessaggioInviato: 28/08/2016, 22:29 
Avatar utente

Iscritto il: 08/02/2010, 23:01
Messaggi: 5299
Località: Vicenza
Nome: Silvano Biondi
IMG_6892.JPG



Se non sbaglio qui sono presenti otto diverse specie di uccelli (più un coccodrillo, sulla destra, per non farsi mancare niente). La specie più vistosa è il tantalo variopinto o cicogna dipinta – Mycteria leucocephala Pennant, 1769 – poi, a terra, tre esemplari di Pellicano grigio – Pelecanus philippensis Gmelin, 1789 – e quello che noi chiamiamo Cavaliere d’Italia (gli inglesi Blackwinged Stilt) – Himantopus himantopus Linnaeus, 1758 – che qui è rappresentato dalla sottospecie ceylonensis, ovviamente endemica. E’ il caso di sottolineare che il tasso di endemismo nell’isola è piuttosto elevato: secondo dati che ho trovato, il 16% delle specie animali e il 23% di quelle vegetali è esclusivo dello Sri Lanka.

IMG_6894.JPG



Un branco di bufali si gode il fango tra gli uccelli.

_________________



Silvano


Top
profilo
MessaggioInviato: 28/08/2016, 22:32 
Avatar utente

Iscritto il: 08/02/2010, 23:01
Messaggi: 5299
Località: Vicenza
Nome: Silvano Biondi
IMG_6897.JPG



A questo punto stavo fotografando un branco di cinghiali che si spostava in modo piuttosto affrettato, tenendo i piccoli al centro; ho fatto in tempo a rendermi conto che un motivo c’era, e a fare un unico scatto, non del tutto riuscito.

IMG_6898.JPG



Ed ecco Sua Maestà il leopardo, in piena caccia. Che emozione! Ma non dimentichiamo la nomenclatura: Cinghiale indiano – Sus scrofa cristatus Wagner, 1839 e Leopardo dello Sri Lanka – Panthera pardus kotiya Deraniuyagala, 1956.

_________________



Silvano


Top
profilo
MessaggioInviato: 28/08/2016, 22:35 
Avatar utente

Iscritto il: 08/02/2010, 23:01
Messaggi: 5299
Località: Vicenza
Nome: Silvano Biondi
IMG_6899.JPG



La vegetazione nel Parco di Yala è piuttosto varia; sono presenti estese praterie, in questa stagione decisamente aride, ma anche lembi di boscaglia più o meno fitta.

IMG_6901.JPG



Molto frequenti i pavoni – Pavo cristatus Linnaeus, 1758 – per niente impauriti dai coccodrilli. La specie è originaria dell’India ed è stata portata in Europa dai Romani.

IMG_6908.JPG



Uno degli uccelli più vistosi a Yala, l’Ibis testanera – Threskiornis melanocephalus (Latham, 1790).

_________________



Silvano


Top
profilo
MessaggioInviato: 28/08/2016, 22:39 
Avatar utente

Iscritto il: 08/02/2010, 23:01
Messaggi: 5299
Località: Vicenza
Nome: Silvano Biondi
IMG_6916.JPG



Ancora un Tantalo variopinto e una garzetta che sta divorandosi una rana.

IMG_6930.JPG


IMG_6932.JPG



Non poteva mancare a Yala. E’ il parco con la maggiore densità di elefanti, ma in Sri Lanka, escludendo le zone più abitate, è relativamente frequente anche altrove. I cingalesi si vantano di avere la maggior densità di elefanti del mondo, ma anche qui la distruzione degli habitat ne sta riducendo il numero. Elephas maximus Linnaeus, 1758.

IMG_6937.JPG



Insieme con un Ibis testanera, un esemplare di Anastomo asiatico – Anastomus oscitans Boddaert, 1783 – un Ciconiidae caratterizzato dal becco che anche quando è chiuso lascia un’apertura tra la parte inferiore e quella superiore. Diffuso in buona parte dell’Asia.

_________________



Silvano


Top
profilo
MessaggioInviato: 28/08/2016, 22:43 
Avatar utente

Iscritto il: 08/02/2010, 23:01
Messaggi: 5299
Località: Vicenza
Nome: Silvano Biondi
IMG_6944.JPG



Un caratteristico panorama di Yala: pozze, boscaglia e colline rocciose.

IMG_6950.JPG



Questa bella specie l’ho vista più volte, non solo a Yala; dovrebbe essere il Gruccione verde – Merops orientalis Latham, 1801, ssp. ceylonicus.

IMG_6955.JPG



Anche questa è una presenza costante negli ambienti più vari (ma sempre vicini all’acqua). L’ho fotografato spesso perché lo trovo veramente bello. E’ il Martin pescatore dalla gola bianca – Halcyon smyrnensis Linnaeus, 1758 – diffuso in buona parte dell’Asia.

_________________



Silvano


Top
profilo
MessaggioInviato: 28/08/2016, 22:47 
Avatar utente

Iscritto il: 08/02/2010, 23:01
Messaggi: 5299
Località: Vicenza
Nome: Silvano Biondi
IMG_6957.JPG



Questo si è ambientato bene anche in molte città italiane: Parrocchetto dal collare – Psittacula krameri (Scopoli, 1796).

IMG_6961.JPG



Un’intrepida cacciatrice di serpenti, la Mangusta rossastra – Herpestes smithii Gray, 1837 – ssp. zeylanicus endemica di India e Sri Lanka.

IMG_6977.JPG



Pavoncella indiana – Vanellus indicus Boddaert, 1783 ssp. lankae ovviamente endemica – con consueto coccodrillo come sfondo.

IMG_6989.JPG



Ancora un gruppo misto di uccelli (5 specie, aguzzate la vista!) e un bel maschio di cervo pomellato.

_________________



Silvano


Top
profilo
MessaggioInviato: 28/08/2016, 22:54 
Avatar utente

Iscritto il: 08/02/2010, 23:01
Messaggi: 5299
Località: Vicenza
Nome: Silvano Biondi
Dopo la visita a Yala, il giorno successivo trasferimento a Nuwara Eliya con due visite durante il percorso.

IMG_7002.JPG



La prima alle Ravana Falls, presso Badulla, dove ho trovato un esemplare di Belionota prasina.
La seconda all’Orto Botanico di Hakgala.

hakgala.jpg



IMG_7014.JPG


IMG_7018.JPG


IMG_7023.JPG



Si tratta di uno dei cinque giardini botanici presenti sull’isola (ne ho visitati due). Come gli altri, anche questo è stato fondato nell’Ottocento dagli inglesi. L’impressione che mi è rimasta è che le cose più notevoli da vedere siano i grandi alberi, piantati in quell’epoca e oggi maestosi. Le piante erbacee e arbustive (per esempio, le aiuole di rose) sono meno interessanti e spesso un po’ trascurate.

_________________



Silvano


Top
profilo
MessaggioInviato: 28/08/2016, 23:00 
Avatar utente

Iscritto il: 08/02/2010, 23:01
Messaggi: 5299
Località: Vicenza
Nome: Silvano Biondi
Il 12 è il giorno di una delle più suggestive escursioni compiute in queste due settimane: gli Horton Plains.

Horton.jpg


IMG_7034.JPG



Il Parco Nazionale degli Horton Plains è costituito da un vasto altopiano a quote tra i 2100 e i 2300 m, coperto da praterie e da foreste di alta quota. E’ area protetta dal 1988 e ospita un rilevante numero di specie animali endemiche.

IMG_7032.JPG



Uno splendido esemplare maschio di Sambar Indiano – Rusa unicolor Kerr, 1792 – un cervo abbastanza simile alla specie europea e qui più raro del cervo pomellato.

IMG_7036.JPG



Durante l’escursione si arriva al margine dell’altopiano e si apre una vista incredibile sulla pianura sottostante. Questo punto è chiamato World’s End.

_________________



Silvano


Top
profilo
MessaggioInviato: 28/08/2016, 23:07 
Avatar utente

Iscritto il: 08/02/2010, 23:01
Messaggi: 5299
Località: Vicenza
Nome: Silvano Biondi
IMG_7038.JPG



Uno dei pochissimi coleotteri osservati in questi giorni. Diversi esemplari vagavano sul sentiero. Mi sembra che assomigli molto alla nostra Chrysomela populi, ma le dimensioni mi paiono maggiori ed i colori molto più intensi (soprattutto zampe, capo e pronoto che, negli animali vivi, erano azzurro chiaro metallico). Comunque ne ho raccolto qualcuno, quindi vi proporrò qualche scatto di esemplari conservati.

IMG_7051.JPG



Un curioso Agamidae endemico, Lucertola cornuta - Ceratophora stoddarti Gray, 1834. E’ tipico di queste foreste di alta quota, arboricolo, incredibilmente mimetico. Se non avessi visto un gruppo di persone che lo ammirava, probabilmente non lo avrei notato.

IMG_7058.JPG


IMG_7064.JPG



L’altopiano è ricco di acque che spesso formano cascate. Qui hanno le loro sorgenti tre importanti fiumi.

IMG_7067.JPG



Questo proprio non so cosa sia (Averla?).

_________________



Silvano


Top
profilo
MessaggioInviato: 28/08/2016, 23:10 
Avatar utente

Iscritto il: 08/02/2010, 23:01
Messaggi: 5299
Località: Vicenza
Nome: Silvano Biondi
Il 13 trasferimento a Kandy, l’antica capitale del regno dal 1600 al 1800. Visita a vari templi (che vi risparmio), con qualche nota naturalistica:

IMG_7070.JPG



Ancora un Martin pescatore dalla gola bianca.

IMG_7075.JPG



Un grosso varano d’acqua, forse Varanus salvator (Laurenti, 1768).

IMG_7077.JPG



L’albero sacro che spesso è presente nei templi buddisti non a caso si chiama Ficus religiosa. Il colossale esemplare nella foto viene venerato dai fedeli che versano acqua nel terreno dove ha le radici per mantenerlo in buona salute.

_________________



Silvano


Top
profilo
MessaggioInviato: 28/08/2016, 23:16 
Avatar utente

Iscritto il: 08/02/2010, 23:01
Messaggi: 5299
Località: Vicenza
Nome: Silvano Biondi
Il 14 agosto visita ai Royal Botanical Gardens, a Peradeniya. E’ il più grande e importante orto botanico del paese, la cui origine si fa risalire addirittura al 1371. Per girarlo tutto si devono percorrere parecchi chilometri. Valgono però le considerazioni fatte per il precedente: rispetto agli orti botanici di altri paesi è piuttosto trasandato. La collezione di orchidee, citata in tutte le guide, è poca cosa. Anche qui l’aspetto più impressionante è dato dai grandi alberi:

IMG_7079.JPG


IMG_7110.JPG


IMG_7089.JPG


IMG_7157.JPG


IMG_7105.JPG



Esemplare di Ficus benjamina Linnaeus, 1767 cresciuto straordinariamente in senso orizzontale, in grado di coprire un vasto prato.

_________________



Silvano


Top
profilo
MessaggioInviato: 28/08/2016, 23:18 
Avatar utente

Iscritto il: 08/02/2010, 23:01
Messaggi: 5299
Località: Vicenza
Nome: Silvano Biondi
IMG_7094.JPG



Due emitteri intenti ad un atto di cannibalismo.

IMG_7150.JPG



Farfalla su fiori coltivati.

_________________



Silvano


Top
profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
nuovo argomento
rispondi
Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo
Pagina 1 di 4 [ 47 messaggi ]

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: