Benvenuto Ospite | Iscriviti

Forum Entomologi Italiani

www.entomologiitaliani.net/forum
 
Oggi è 30/03/2020, 9:59

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Un giorno nella Foresta di Campigna (Appennino Tosco Romagnolo)



nuovo argomento
rispondi
Vai alla pagina Precedente  1, 2
Pagina 2 di 2 [ 26 messaggi ]
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 12/08/2011, 15:18 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 02/02/2009, 23:30
Messaggi: 6740
Località: Capaci (Pa)
Nome: Marcello Romano
Isotomus ha scritto:
Maurizio, per cortesia, togli la parentesi prima di Ganglbauer, qui "Scortecciando un rametto (diametro 3 cm circa) metto allo scoperto un accenno di galleria larvale subcorticale con la rosura tipica di Pogonocherus eugeniae (Ganglbauer, 1891" Grazie :ok:


L'ho tolta io :)

_________________
:hi: Marcello Romano


Top
profilo
MessaggioInviato: 12/08/2011, 19:00 
Avatar utente

Iscritto il: 18/09/2010, 17:17
Messaggi: 297
Località: Còrdoba (ARG)
Nome: Giorgio Garzaniti
Ciao Gianfranco, sarebbe possibile una localizzazione più precisa? Sai la foresta di Campigna è abbastanza grande! :lol:
Comunque veramente interessante il risultato della ricerca! :ok:

_________________
Giorgio Garzaniti


Top
profilo
MessaggioInviato: 15/08/2011, 22:01 
Avatar utente

Iscritto il: 21/05/2010, 23:05
Messaggi: 2793
Località: San Godenzo (FI)
Nome: Carlo Massarone
Bellissimo reportage, Gianfranco, come al solito; e ...... grazie per il pensiero :mrgreen:
Isotomus ha scritto:
....visto che non l'ho scritto per me, domani chiunque (uno a caso, Plagionotus, Riccardo o Sleepy Moose, Carlo, è vero, sono due !).....

:hi:

_________________
Carlo Massarone


Top
profilo
MessaggioInviato: 18/08/2011, 10:35 
Avatar utente

Iscritto il: 05/09/2009, 7:56
Messaggi: 3445
Località: Cesena
Nome: Gianfranco Sama
Da questo tronco
Acanthocinus reticulatus tronco attaccato_Campigna 10 agosto 2011 060.jpg


Da questa pupa
Acanthocinus reticulatus pupa_Campigna 10 agosto 2011 062.jpg


è sfarfallata questa femmina di Acanthocinus reticulatus (Razoumowzsky, 1789)
Acanthocinus reticulatus_Campigna_ 015.jpg


Da notare che il supporto è un tronchetto di Abies alba con gallerie e fori di uscita di Callidium aeneum

_________________
Gianfranco Sama

"Benedetto colui che ti aiuta a correggere i tuoi errori invece di scagliarteli contro"
___________________________________
Gershom Sholem


Top
profilo
MessaggioInviato: 26/08/2011, 18:56 
Avatar utente

Iscritto il: 05/09/2009, 7:56
Messaggi: 3445
Località: Cesena
Nome: Gianfranco Sama
Questa, preparata, è una delle femmine sfarfallata da una delle pupe raccolte.
Acanthocinus reticulatus female_Campigna_ 031.jpg


Questa, invece, non ce l'ha fatta
Acanthocinus reticulatus larva e Rhagium.jpg


Ma c'è mancato davvero poco
Acanthocinus reticulatus_Campigna 001.jpg


_________________
Gianfranco Sama

"Benedetto colui che ti aiuta a correggere i tuoi errori invece di scagliarteli contro"
___________________________________
Gershom Sholem


Top
profilo
MessaggioInviato: 26/08/2011, 19:15 
Avatar utente

Iscritto il: 05/09/2009, 7:56
Messaggi: 3445
Località: Cesena
Nome: Gianfranco Sama
Spesso, cercando larve di Acanthocinus reticulatus, ci si imbatte in larve di Morimus asper e sorge il dubbio se si tratti del primo, molto più interessante, o di giovani larve del secondo, estremamente banale. Propongo di seguito due larve, la prima di
Morimus asper
Morimus asper larva Campigna 10 agosto 2011 087.jpg



e le altre di
Acanthocinus reticulatus
Acanthocinus reticulatus Campigna_larva_ 021.jpg


Acanthocinus reticulatus Campigna_larva_015.jpg


Acanthocinus reticulatus Campigna_larva_ 018.jpg


Se si osservano le sclerificazioni del protorace le differenze sono evidenti

_________________
Gianfranco Sama

"Benedetto colui che ti aiuta a correggere i tuoi errori invece di scagliarteli contro"
___________________________________
Gershom Sholem


Top
profilo
MessaggioInviato: 05/09/2011, 12:34 
Avatar utente

Iscritto il: 18/06/2009, 16:54
Messaggi: 1047
Località: Casalecchio di Reno (BO)
Nome: Iuri Zappi
Isotomus ha scritto:
Pissodes piceae (Illiger, 1807) larve in celletta su Abies alba con predatore (Cleridae ?) in agguato.......


Sì! Direi proprio che si tratta di una larva di Thanasimus formicarius (Linnaeus, 1758).
Però alcuni caratteri non sono ben visibili........ma ne sono quasi certo.

_________________
:hi: :hi: :hi:
Iuri


Top
profilo
MessaggioInviato: 05/09/2011, 13:47 
Avatar utente

Iscritto il: 04/02/2009, 17:49
Messaggi: 4958
Località: Cagliari
Nome: Daniele Sechi
Gianfranco, sarei curioso di vedere il contenuto della "borsa degli attrezzi" che porti in foresta, sarebbe possibile? O c'è già nel forum qualche discussione dove hai mostrato gli attrezzi del mestiere?

_________________
:hi:
Daniele


Top
profilo
MessaggioInviato: 28/09/2011, 17:03 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 31337
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Daniele Sechi ha scritto:
Gianfranco, sarei curioso di vedere il contenuto della "borsa degli attrezzi" che porti in foresta, sarebbe possibile? O c'è già nel forum qualche discussione dove hai mostrato gli attrezzi del mestiere?

Mi sa che ti confondi col contenuto della mia borsa (sicuramente molto più contenuto anche come dimensioni).

Che dite, ora si potrebbe anche togliere la dicitura "importante" alla discussione, visto che non è più così attuale, in modo che finisca nell'elenco insieme alle altre?

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
MessaggioInviato: 28/09/2011, 20:12 
Avatar utente

Iscritto il: 05/09/2009, 7:56
Messaggi: 3445
Località: Cesena
Nome: Gianfranco Sama
Scusa Piero, non avevo visto la richiesta; ti risponderò fra qualche giorno, al ritorno da Praga :mrgreen: :gh: :hp:

_________________
Gianfranco Sama

"Benedetto colui che ti aiuta a correggere i tuoi errori invece di scagliarteli contro"
___________________________________
Gershom Sholem


Top
profilo
MessaggioInviato: 13/10/2011, 16:00 
Avatar utente

Iscritto il: 05/09/2009, 7:56
Messaggi: 3445
Località: Cesena
Nome: Gianfranco Sama
Daniele Sechi ha scritto:
Gianfranco, sarei curioso di vedere il contenuto della "borsa degli attrezzi" che porti in foresta, sarebbe possibile? O c'è già nel forum qualche discussione dove hai mostrato gli attrezzi del mestiere?


Oggi, preparando la "borsa da lavoro" (per la partenza per il Pakistan (che allà [meglio usare uno pseudonimonon nominare il nome degli dei invano,]visto che tutte queste riflessioni sono riprese da tanti grandi fratelli) ce la mandi buona, allà e aquà, ovviamente :birra: ) mi sono ricordato della richiesta di Piero, non ancora soddisfatta. Ecco dunque il contenuto della borsa che, come un cilicio mi porto dietro costantemente per valli e per monti.
Nell’ordine, da sinistra verso destra; prima fila in alto: contenitore multi scomparti per le larve mature, pupe e adulti immaturi (da riporre con la loro segatura); coltello (evitare un’affilatura eccessiva :mrgreen: per scortecciare i rami alla ricerca delle tracce di attacchi; scatolette di varie dimensioni con provette per riporre provvisoriamente le larve messe allo scoperto, in attesa di re-infilarle in buchi scavati ex novo su rami o frammenti di legno; scatoletta con provette con tappo di gomma, ripiene di “Pampel” (liquido preservativo, nel senso di conservante :gh: per le larve destinate allo studio “post mortem”);
seconda fila – Nastro di carta adesiva detta "da carrozziere” per chiudere le larve messe allo scoperto e che dovranno continuare a “mangiare” nel loro legno; “truvellini” (in italiano succhielli) di varie dimensioni con i quali predisporre nei rami i fori in cui introdurre le larve prelevate da grossi tronchi o che, comunque non è possibile portarsi a casa nel legno oiginario. Queste larve, in genere, non hanno difficoltà (salvo attacchi di predatori, ragnetti o Betilidi :x ) ad introdursi nel legno e continuare lo sviluppo; cesoie da potatore (due paia nel caso se ne perda uno) per il taglio veloce di rametti con larve; seghe da potatore (due perché si rompono spesso); accetta (lo scopo è evidente) (sono da evitare accuratamente colpi accidentali fuori dal legno (tendono a finire soprattutto contro un ginocchio o contro un dito; scalpello per lavori fini: per esempio estrazione di larve e, soprattutto, pupe in posizioni scomode. Tutto quà.
Questa risposta potrebbe essere duplicata nella rubrica "I ferri del mestiere" :mrgreen:


I ferri del mestiere.jpg


_________________
Gianfranco Sama

"Benedetto colui che ti aiuta a correggere i tuoi errori invece di scagliarteli contro"
___________________________________
Gershom Sholem
Top
profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
nuovo argomento
rispondi
Vai alla pagina Precedente  1, 2
Pagina 2 di 2 [ 26 messaggi ]

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: