Benvenuto Ospite | Iscriviti

Forum Entomologi Italiani

www.entomologiitaliani.net/forum
 
Oggi è 06/06/2020, 23:39

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

galleria larvale Ropalopus ungaricus



nuovo argomento
rispondi
Pagina 1 di 1 [ 6 messaggi ]
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: galleria larvale Ropalopus ungaricus
MessaggioInviato: 07/09/2012, 20:17 
Avatar utente

Iscritto il: 05/08/2009, 18:02
Messaggi: 2230
Nome: Marcello Benelli
Ciao a tutti.
Questa è una immagine a mio giudizio che merita un post tutto per sè.
Non penso sia facile imbattersi in un ramo attaccato da questa rara specie, credo di aver avuto un colpo di fortuna.
Spero che l'immagine venga inserita anche nella sezione sistematica, visto che documenta la biologia della specie.
tn_DSCN0516.JPG


Notiamo come la rosura sia pastosa, il canale scavato dalla larva molto ampio e largo (il ramo ha un diametro di circa 4,5 cm). Ovviamente questo ramo è morto e secco, l'attacco risale all'anno precedente e gli adulti sono già sfarfallati, ma è davvero molto bello.
Si tratta di acer ssp.

_________________
Marci
"S'i fosse fuoco, arderei 'l mondo,
S'i fosse vento, lo tempesterei,
S'i fosse acqua, i' l'annegherei
s'i fosse dio, mandereil' en profondo" ( Cecco Angiolieri).


Top
profilo
MessaggioInviato: 08/09/2012, 10:13 
Avatar utente

Iscritto il: 10/05/2009, 15:30
Messaggi: 6355
Località: Ancona
Nome: Giacomo Giovagnoli
Quindi attacca rami vivi (solo acero?) portandoli a morte in un anno?

_________________
Immagine Giacomo


Top
profilo
MessaggioInviato: 08/09/2012, 10:58 
Avatar utente

Iscritto il: 05/08/2009, 18:02
Messaggi: 2230
Nome: Marcello Benelli
Esatto. Probabilmente i rami prescelti, pur se vegeti, sono in qualche modo già stressati da fattori esogeni, in ogni caso lo sviluppo larvale del ropalopus li porta alla morte.
Questo discorso vale sicuramente per gli attacchi ai danni di rami di dimensioni contenute, tuttavia se l'attacco riguarda tronchi e rami grossi il discorso cambia. Alcuni entomologi cechi mi hanno raccontato di aver raccolto le larve di questa specie, e mi spiegavano che identificare i rami attaccati è molto difficile perchè la pianta tende a rigenerare i propri tessuti e pertanto i segni esterni dello sviluppo larvale vengono presto cancellati, sicchè in definitiva i rami attaccati non sono visibili esternamente se non in certi momenti, a differenza di quello che avviene, per esempio, in specie come saperda similis e saperda populnea.
Probabilmente quando gli adulti sfarfallano i fori di uscita e le gallerie rappresentano altrettanti varchi di ingresso per nematodi, germi patogeni, parassiti vari che presto condurranno la pianta alla morte. In ogni caso i rami che ho fotografato erano secchi.
Un collega forlivese è anche riuscito ad allevare ex ovo questi insetti, ma lui era molto bravo in queste tecniche, io non ci proverei nemmeno se mi pagassero e comunque immagino i risultati che otterrei... :dead:
In pratica faceva deporre gli insetti su rami appena recisi di acero, poi ogni due mesi circa trasferiva le larve dal vecchio ramo ormai deperito in uno nuovo, tagliato di fresco. Alla fine del sistema gli adulti si sviluppavano bene.

_________________
Marci
"S'i fosse fuoco, arderei 'l mondo,
S'i fosse vento, lo tempesterei,
S'i fosse acqua, i' l'annegherei
s'i fosse dio, mandereil' en profondo" ( Cecco Angiolieri).


Top
profilo
MessaggioInviato: 08/09/2012, 15:23 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 31392
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Entomarci ha scritto:
identificare i rami attaccati è molto difficile perchè la pianta tende a rigenerare i propri tessuti e pertanto i segni esterni dello sviluppo larvale vengono presto cancellati, sicchè in definitiva i rami attaccati non sono visibili esternamente se non in certi momenti

A chi lo dici! Quest'anno sono andato a cercare rami attaccati dove l'estate scorsa avevo preso un adulto. Ma non sono riuscito a trovare un solo ramo che valesse la pena tagliare. O meglio, ne ho preso qualcuno, ma attaccato da Anthaxia, sperando magari in qualche midas oberthuri.

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
MessaggioInviato: 08/09/2012, 16:56 
Avatar utente

Iscritto il: 05/08/2009, 18:02
Messaggi: 2230
Nome: Marcello Benelli
beh comunque finiscono nelle trappole che è un piacere...

_________________
Marci
"S'i fosse fuoco, arderei 'l mondo,
S'i fosse vento, lo tempesterei,
S'i fosse acqua, i' l'annegherei
s'i fosse dio, mandereil' en profondo" ( Cecco Angiolieri).


Top
profilo
MessaggioInviato: 29/07/2013, 10:56 
Avatar utente

Iscritto il: 21/05/2009, 14:59
Messaggi: 6455
Località: Casinalbo (MO)
Nome: Riccardo Poloni
Marcello, scusa fin da ora la perplessità presuntuosa. Come fai ad essere sicuro che sia un attacco del R.hungaricus? La località del rinvenimento qual'è?

_________________
Riccardo Poloni
La dignità degli elementi
la libertà della poesia,
al di là dei tradimenti degli uomini
è magia, è magia, è magia...
Negrita, Rotolando verso sud


Top
profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
nuovo argomento
rispondi
Pagina 1 di 1 [ 6 messaggi ]

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: