Benvenuto Ospite | Iscriviti

Forum Entomologi Italiani

www.entomologiitaliani.net/forum
 
Oggi è 30/03/2020, 9:33

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Peloritani: le pinete di monte Dinnammare (ME)



nuovo argomento
rispondi
Pagina 1 di 1 [ 5 messaggi ]
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 29/09/2014, 19:12 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2010, 11:51
Messaggi: 3842
Località: Messina - Motta Sant'Anastasia (CT)
Nome: Giovanni Altadonna
Buonasera a tutti. :)

Sabato scorso, 27/IX/2014, nel pomeriggio, ho avuto l'opportunità di recarmi su per i colli di Messina con l'intento di posizionare qualche trappola a caduta per meglio investigare l'entomofauna autunnale del comprensorio peloritano. Ho posizionato le trappole in sei stazioni campione: una di esse, il bosco di Musolino, l'ho già presentata in un vecchio post (viewtopic.php?f=413&t=35084&hilit=musolino), in questo argomento vi vorrei presentare altre località: la colonia montana "Principe di Piemonte", Forte Campone, le pinete di Cumia.

IMG_0003.JPG


_________________
"L' uomo che è cieco alle bellezze della natura ha perduto metà del piacere di vivere"
Sir Robert Baden Powell

Giovanni Altadonna


Top
profilo
MessaggioInviato: 29/09/2014, 19:21 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2010, 11:51
Messaggi: 3842
Località: Messina - Motta Sant'Anastasia (CT)
Nome: Giovanni Altadonna
La Colonia montana "Principe di Piemonte" (562 m s.l.m.) è un ex-colonia montana di epoca fascista; si trova immersa in una pineta a Pinus pinea.
Tutta la zona è fortemente frequentata da appassionati di motocross che creano piacevoli modifiche del paesaggio :devil: , nonchè rumori assordanti molto graditi dalla fauna locale, senza contare i vandali che nel tempo hanno agevolato il processo di distruzione di questo monumento.

Tuttavia il paesaggio circostante è abbastanza suggestivo.

IMG_0005.JPG


IMG_0006.JPG


IMG_0007.JPG


_________________
"L' uomo che è cieco alle bellezze della natura ha perduto metà del piacere di vivere"
Sir Robert Baden Powell

Giovanni Altadonna


Top
profilo
MessaggioInviato: 29/09/2014, 19:43 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2010, 11:51
Messaggi: 3842
Località: Messina - Motta Sant'Anastasia (CT)
Nome: Giovanni Altadonna
Giorno 12 Dicembre 1985: una ragazza di 17 anni, originaria di Saponara (ME), finisce la sua tipica giornata di lavoro, in una lavanderia di Villafranca Tirrena, comune limitrofo del messinese.
Giorni prima aveva trovato casualmente nella tasca di una camicia un documento appartenente a Geraldo Alberti junior, nipote di Geraldo Alberti senior, locale boss mafioso di Cosa Nostra.
Si reca alla fermata dell'autobus per ritornare al paese natale, ma succede qualcosa di strano. Un ritardo. La madre non se lo aspettava. Sua figlia non era solita ritardare. "La fuitina [fuga d'amore adolescenziale]", le assicurano i carabinieri. Alcuni testimoni smentiscono. Affermano di averla vista salire sull'auto di uno sconosciuto.

Il 14 Dicembre 1985 il suo corpo viene ritrovato nei pressi di Forte Campone, nel territorio del comune di Villafranca Tirrena, e riconosciuto dal fratello Pietro.

La ragazza si chiamava Graziella Campagna.

IMG_0011.JPG



Pongo due rose sulla lapide, con questo biglietto.

IMG_0016.JPG


_________________
"L' uomo che è cieco alle bellezze della natura ha perduto metà del piacere di vivere"
Sir Robert Baden Powell

Giovanni Altadonna


Top
profilo
MessaggioInviato: 29/09/2014, 19:57 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2010, 11:51
Messaggi: 3842
Località: Messina - Motta Sant'Anastasia (CT)
Nome: Giovanni Altadonna
Scendendo dalla vetta di Dinnammare, prima di attraversare le pinete di Cumia, assisto ad uno spettacolo sconcertante.

Nella notte fra Venerdì 26 e Sabato 27, verso le ore 12.45, prende fuoco il serbatoio di gas 513 della raffineria di Milazzo. Fiamme alte decine di metri e fumi tossici, visibili a decine di chilometri di distanza, si sprigionano nell'atmosfera, creando una situazione terrificante che ha scatenato il panico fra la popolazione locale e fra i comuni limitrofi. Grazie a Dio nessuna vittima nell' esplosione, ma il pericolo ambientale, come è possibile immaginare, è enorme.

Nel pomeriggio di giorno 27 i fumi erano ancora alti e le fiamme non ancora totalmente spente.

IMG_0027.JPG


_________________
"L' uomo che è cieco alle bellezze della natura ha perduto metà del piacere di vivere"
Sir Robert Baden Powell

Giovanni Altadonna


Top
profilo
MessaggioInviato: 29/09/2014, 20:05 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2010, 11:51
Messaggi: 3842
Località: Messina - Motta Sant'Anastasia (CT)
Nome: Giovanni Altadonna
Le pinete che da Portella Croce Cumia (852 m s.l.m.) digradano verso l' abitato di Cumia Superiore (300 m s.l.m.) sono molto caratteristiche in quanto associate a macchia mediterranea a Calycotome, Spartium junceum ed Erica arborea. Altre aree limitrofe, a parità di quota, sono totalmente rimboschite a robinie.

IMG_0036.JPG


IMG_0038.JPG


IMG_0037.JPG



Una coppia di Thorectes (Jekelius) intermedius in attività nei pressi di sterco bovino.
Uno egli incontri più frequenti in queste zone, da settembre a dicembre.

IMG_0041.JPG


_________________
"L' uomo che è cieco alle bellezze della natura ha perduto metà del piacere di vivere"
Sir Robert Baden Powell

Giovanni Altadonna


Top
profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
nuovo argomento
rispondi
Pagina 1 di 1 [ 5 messaggi ]

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: