Benvenuto Ospite | Iscriviti

Forum Entomologi Italiani

www.entomologiitaliani.net/forum
 
Oggi è 23/10/2019, 13:04

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Cimici dei letti...e psicologia



nuovo argomento
rispondi
Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo
Pagina 1 di 4 [ 57 messaggi ]
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Cimici dei letti...e psicologia
MessaggioInviato: 29/04/2019, 23:12 
 

Iscritto il: 06/01/2019, 11:01
Messaggi: 45
Nome: Daniele S.
Buongiorno a tutti,
Un mese fa ho iniziato a. Frequentare questo e altri forum per risolvere una mini invasione di pesciolini di argento ...l'invasione é risolta, ma purtroppo ho iniziato a leggere e documentarmi per caso delle cimici dei letti ...e sono rimasto allibito. Mi chiedo quanto sia rischioso o facile prenderle, portarle a casa e sviluppare una infestazioni?...che cosa consigliste per evitare di beccarsele? Precauzioni? Vivo in baviera (Monaco) perciò ambiente cittadino promiscuo.
Pulisco con aspirapolvere ogni giorno tutte le stanze e lavori con asciugatrice...e controllo letto settimanalmente ma mi chiedo se basta per scongiurare la catastrofe :(


Top
profilo
citazione
 Oggetto del messaggio: Re: Cimici dei letti...e psicologia
MessaggioInviato: 30/04/2019, 11:33 
 

Iscritto il: 06/01/2019, 11:01
Messaggi: 45
Nome: Daniele S.
Tanti lettori e nessun contributo??? :?


Top
profilo
citazione
 Oggetto del messaggio: Re: Cimici dei letti...e psicologia
MessaggioInviato: 30/04/2019, 12:02 
Avatar utente

Iscritto il: 04/02/2009, 17:49
Messaggi: 4804
Località: Cagliari
Nome: Daniele Sechi
Karmakoma ha scritto:
Tanti lettori e nessun contributo??? :?

Stupisce anche me! Forse non si rendono conto della catastrofe in agguato nelle loro case? :? :? :?

_________________
:hi:
Daniele


Top
profilo
citazione
 Oggetto del messaggio: Re: Cimici dei letti...e psicologia
MessaggioInviato: 30/04/2019, 12:59 
 

Iscritto il: 06/01/2019, 11:01
Messaggi: 45
Nome: Daniele S.
Daniele Sechi ha scritto:
Karmakoma ha scritto:
Tanti lettori e nessun contributo??? :?

Stupisce anche me! Forse non si rendono conto della catastrofe in agguato nelle loro case? :? :? :?


Ehm...é in tono scherzoso? :roll:


Top
profilo
citazione
 Oggetto del messaggio: Re: Cimici dei letti...e psicologia
MessaggioInviato: 30/04/2019, 22:32 
 

Iscritto il: 06/01/2019, 11:01
Messaggi: 45
Nome: Daniele S.
Nessun contributo? Devo considerarle estinte??


Top
profilo
citazione
 Oggetto del messaggio: Re: Cimici dei letti...e psicologia
MessaggioInviato: 30/04/2019, 22:42 
Avatar utente

Iscritto il: 08/05/2010, 22:25
Messaggi: 1019
Località: Milano
Nome: Riccardo Sciaky
Io sinceramente non ho capito del tutto l'attinenza tra il titolo del post e il contenuto. Cosa c'entra la psicologia con le precauzioni necessarie per scongiurare "la catastrofe"? O l'autore del post ha già il sospetto che questi timori siano leggermente esagerati rispetto alla reale portata del "pericolo"? :?

In effetti la descrizione delle procedure fa pensare un po' a una fobia, più che a delle semplici precauzioni e forse è proprio a questo che si riferisce il titolo del post, ma non so e non capisco bene se il mio apporto come psicologo possa essere in qualche modo utile. Come entomologo in questo campo non capisco niente e non posso essere d'aiuto.

Saluti ;)

_________________
Riccardo


Top
profilo
citazione
 Oggetto del messaggio: Re: Cimici dei letti...e psicologia
MessaggioInviato: 01/05/2019, 10:04 
Avatar utente

Iscritto il: 05/02/2009, 17:28
Messaggi: 2796
Nome: Marco Uliana
In effetti non si capisce il motivo della tua preoccupazione. Forse ti sei dedicato a letture un pò troppo suggestive e catastrofiste.


Top
profilo
citazione
 Oggetto del messaggio: Re: Cimici dei letti...e psicologia
MessaggioInviato: 01/05/2019, 15:57 
Avatar utente

Iscritto il: 20/07/2009, 16:32
Messaggi: 4752
Località: Tempio P. (OT)
Nome: Mauro Doneddu
Sono medico dermatologo da 35 anni, e per professione vedo ogni tanto persone che hanno avuto la sfortuna di un incontro ravvicinato con le cimici. Ogni tanto, appunto. Voglio dire che l'evenienza è alquanto remota, molto più remota di un melanoma o un linfoma cutaneo. Ma come, giustamente, nessuno considera una catastrofe il dover vivere con la possibilità di prendersi una potenzialmente mortale neoplasia cutanea, ritengo ancora più giusto non considerare una catastrofe poter incontrare delle cimici, evento non solo più raro ma anche di impatto a confronto irrisorio.
Forse è per questo che nessuno se ne preoccupa.

_________________
:hi:
Mauro


Top
profilo
citazione
 Oggetto del messaggio: Re: Cimici dei letti...e psicologia
MessaggioInviato: 01/05/2019, 17:44 
 

Iscritto il: 06/01/2019, 11:01
Messaggi: 45
Nome: Daniele S.
Mauro ha scritto:
Sono medico dermatologo da 35 anni, e per professione vedo ogni tanto persone che hanno avuto la sfortuna di un incontro ravvicinato con le cimici. Ogni tanto, appunto. Voglio dire che l'evenienza è alquanto remota, molto più remota di un melanoma o un linfoma cutaneo. Ma come, giustamente, nessuno considera una catastrofe il dover vivere con la possibilità di prendersi una potenzialmente mortale neoplasia cutanea, ritengo ancora più giusto non considerare una catastrofe poter incontrare delle cimici, evento non solo più raro ma anche di impatto a confronto irrisorio.
Forse è per questo che nessuno se ne preoccupa.



Forse ho letto troppe cose catastrofiche....vorrei capire quanto frequente è facile possa essere beccarsi questa piaga...o se essere puliti e controllare letto e materasso quotidianamente e in viaggio può essere sufficiente...eh sì forse sono un poco troppo fobico...


Top
profilo
citazione
 Oggetto del messaggio: Re: Cimici dei letti...e psicologia
MessaggioInviato: 01/05/2019, 18:53 
 

Iscritto il: 05/04/2014, 14:17
Messaggi: 482
Località: Casarza Ligure (Ge)
Nome: Manuela Baldari
Mauro ha scritto:
Sono medico dermatologo da 35 anni, e per professione vedo ogni tanto persone che hanno avuto la sfortuna di un incontro ravvicinato con le cimici. Ogni tanto, appunto. Voglio dire che l'evenienza è alquanto remota, molto più remota di un melanoma o un linfoma cutaneo. Ma come, giustamente, nessuno considera una catastrofe il dover vivere con la possibilità di prendersi una potenzialmente mortale neoplasia cutanea, ritengo ancora più giusto non considerare una catastrofe poter incontrare delle cimici, evento non solo più raro ma anche di impatto a confronto irrisorio.
Forse è per questo che nessuno se ne preoccupa.


sottoscrivo ogni singola parola caro collega...io esercito dal 2007 e di casi accertati di cimici dei letti ne avrò visti forse 5 o 6...di melanomi purtroppo molti di più:(


Top
profilo
citazione
 Oggetto del messaggio: Re: Cimici dei letti...e psicologia
MessaggioInviato: 01/05/2019, 19:03 
Avatar utente

Iscritto il: 20/07/2009, 16:32
Messaggi: 4752
Località: Tempio P. (OT)
Nome: Mauro Doneddu
Ayakuccia ha scritto:
sottoscrivo ogni singola parola caro collega...io esercito dal 2007 e di casi accertati di cimici dei letti ne avrò visti forse 5 o 6...di melanomi purtroppo molti di più:(

Una media di un caso ogni 2 anni è forse poco, io ne vedo almeno un caso o due l'anno, ma ovviamente dipenderà dal numero di pazienti totali. Ma confermo che patologie molto più gravi (potenzialmrente mortali) sono molto più comuni.
Per cui possiamo concludere, per rassicurare Karmakoma, che un'infestazione da cimici non è frequente per niente, e se dovesse capitare non è una catastrofe.
Ripeto, altre cose, molto più frequenti, sono delle catastrofi, eppure non viviamo nell'incubo che accadano.

_________________
:hi:
Mauro


Top
profilo
citazione
 Oggetto del messaggio: Re: Cimici dei letti...e psicologia
MessaggioInviato: 01/05/2019, 20:16 
 

Iscritto il: 06/01/2019, 11:01
Messaggi: 45
Nome: Daniele S.
Mauro ha scritto:
Ayakuccia ha scritto:
sottoscrivo ogni singola parola caro collega...io esercito dal 2007 e di casi accertati di cimici dei letti ne avrò visti forse 5 o 6...di melanomi purtroppo molti di più:(

Una media di un caso ogni 2 anni è forse poco, io ne vedo almeno un caso o due l'anno, ma ovviamente dipenderà dal numero di pazienti totali. Ma confermo che patologie molto più gravi (potenzialmrente mortali) sono molto più comuni.
Per cui possiamo concludere, per rassicurare Karmakoma, che un'infestazione da cimici non è frequente per niente, e se dovesse capitare non è una catastrofe.
Ripeto, altre cose, molto più frequenti, sono delle catastrofi, eppure non viviamo nell'incubo che accadano.



Grazie!...mi chiedo come mai in luoghi come New York o Londra invece sembrano frequenti: ambienti promiscui? Scarsa igiene? Utilizzo di moquette?


Top
profilo
citazione
 Oggetto del messaggio: Re: Cimici dei letti...e psicologia
MessaggioInviato: 02/05/2019, 9:16 
Avatar utente

Iscritto il: 05/02/2009, 17:28
Messaggi: 2796
Nome: Marco Uliana
Karmakoma ha scritto:
mi chiedo come mai in luoghi come New York o Londra invece sembrano frequenti


Mi domando cosa si intenda esattamente con "frequenti", e su quali basi.
Tipo: percentuale di casi riscontrati su mille stanze di hotel esaminate, scelte a caso?
Oppure: ricerca su Google per parole chiave come "bedbug infestation" e verifica che ne parlano 14 milioni di pagine?

Non intendo mettere in dubbio il fatto che la sua frequenza, intesa come numero di casi, stia aumentando rispetto al passato. Però, se prima si fosse rilevato, dico per dire, un caso per milione di abitanti e ora se ne rilevassero dieci, la frequenza di rilevamento sarebbe decuplicata, ma non lo definirei "frequente".


Top
profilo
citazione
 Oggetto del messaggio: Re: Cimici dei letti...e psicologia
MessaggioInviato: 02/05/2019, 10:27 
Avatar utente

Iscritto il: 20/07/2009, 16:32
Messaggi: 4752
Località: Tempio P. (OT)
Nome: Mauro Doneddu
Non so a Londra o New York, ma recentemente avevo letto un articolo che concludeva dichiarando un forte aumento delle infestazioni da Cimex in Svezia. L’ho ricercato e trovato. I dati sono questi: casi nel 2002 =383 (in tutta la Svezia) casi nel 2006 =770. Quindi un incremento di circa il 100%, che è corretto definire un forte aumento. Ho cercato su Wikipedia la popolazione della Svezia, che risulta essere 10.014.900 al censimento del 21 febbraio 2017.
Quindi è proprio come dice Marco, la frequenza di rilevamento è raddoppiata, ma 383 casi annui su 10 milioni non lo definirei "frequente". Credo che in Italia siano un po' più che in Svezia, ma è comunque un evento raro.

_________________
:hi:
Mauro


Top
profilo
citazione
 Oggetto del messaggio: Re: Cimici dei letti...e psicologia
MessaggioInviato: 02/05/2019, 19:55 
 

Iscritto il: 06/01/2019, 11:01
Messaggi: 45
Nome: Daniele S.
Mauro ha scritto:
Non so a Londra o New York, ma recentemente avevo letto un articolo che concludeva dichiarando un forte aumento delle infestazioni da Cimex in Svezia. L’ho ricercato e trovato. I dati sono questi: casi nel 2002 =383 (in tutta la Svezia) casi nel 2006 =770. Quindi un incremento di circa il 100%, che è corretto definire un forte aumento. Ho cercato su Wikipedia la popolazione della Svezia, che risulta essere 10.014.900 al censimento del 21 febbraio 2017.
Quindi è proprio come dice Marco, la frequenza di rilevamento è raddoppiata, ma 383 casi annui su 10 milioni non lo definirei "frequente". Credo che in Italia siano un po' più che in Svezia, ma è comunque un evento raro.



Grazie, la cosa mi rassicura, e forse dovrei smettere di leggere Google e di passare aspitapolvere ogni giorno :?


Top
profilo
citazione
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
nuovo argomento
rispondi
Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo
Pagina 1 di 4 [ 57 messaggi ]

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Puoi aprire nuovi argomenti
Puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: