Benvenuto Ospite

Forum Entomologi Italiani

www.entomologiitaliani.net/forum
 
Oggi è 22/05/2022, 3:34

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Determinazione di lectotype per esemplare di sesso opposto molto diverso dall'holotype



nuovo argomento
rispondi
Pagina 1 di 1 [ 8 messaggi ]
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 07/09/2020, 18:45 
 

Iscritto il: 01/01/2011, 0:08
Messaggi: 142
Nome: Paolo Missori
Ho un quesito sulla nomenclatura: holotype, lectotype, neotype. Se una specie è definita esclusivamente per un esemplare femmina (Holotype), molto diversa da un maschio mai descritto della stessa specie: si può descrivere il maschio come un lectotype (a specimen chosen as the type of a species or subspecies if the author of the name fails to designate a type) per evitare successivamente di attribuire alla specie un maschio di un'altra specie ? :)


Top
profilo
MessaggioInviato: 07/09/2020, 19:18 
Avatar utente

Iscritto il: 01/07/2010, 22:26
Messaggi: 5181
Località: Viterbo
Nome: Marco Selis
No, se c'è un olotipo non si possono avere lectotipi o neotipi. Il lectotipo viene designato solamente se nella descrizione originale non è indicato alcun olotipo: tutti gli esemplari della descrizione originale sono sintipi e uno di questi potrà essere selezionato come lectotipo.


Top
profilo
MessaggioInviato: 07/09/2020, 19:41 
Avatar utente

Iscritto il: 09/11/2009, 14:12
Messaggi: 4797
Località: Hradec Kralove,Czech republik
Nome: Jan Matějíček
Holotype = Holotype è l'unico esemplare su cui si basa il nuovo taxon nominale nella pubblicazione originale
Paratypus = Se ci sono più pezzi nella serie del tipo, l'autore contrassegna un esemplare (solitamente maschio) come Holotypus (femmina) come Alotypus e gli altri esemplari come Paratypes
Cotypus = In precedenza, i nomi Holotypus e Paratypus non venivano usati, ma i nomi Typus e Cotypus, quindi nel concetto di oggi è come Holotypus e Patatypus.
Syntype = Se un taxon nominale di una specie non ha né Holotype né Lectotype, tutti gli esemplari della sua serie di tipi sono syntypes
Lectotypus = Se la serie del tipo contiene più di un esemplare e l'olotipo non è stato progettato, qualsiasi autore può progettare uno dei Syntips come un lectotipo e quindi contrassegnare gli altri esemplari come Paralectotypus
Neotipo = Se si può presumere che non esista alcun Olotipo, Lectotipo o Syntyp o il Neotipo determinato in precedenza, l'autore può progettare un altro esemplare come tipo appropriato (Neotipo). Il neotipo deve essere progettato solo in connessione con un lavoro di revisione, ma solo in circostanze eccezionali, se il Neotipo pertinente è richiesto per la stabilità della nomenclatura.

_________________
Research Fields
Taxonomy, ecology, biomonitoring , faunistic of Staphylinidae


Top
profilo
MessaggioInviato: 07/09/2020, 21:09 
 

Iscritto il: 01/01/2011, 0:08
Messaggi: 142
Nome: Paolo Missori
Grazie per le dettagliate risposte. Tuttavia mi sembra che nelle risposte ( ed ovviamente nella attuale nomenclatura) non sia contemplato il caso di un esemplare femmina, senza altri esemplari femmine o maschi, che definisce la specie (holotype), con un maschio molto diverso e mai descritto. Tale situazione può generare, come successo già, che il maschio sia successivamente descritto come holotype di un’altra specie. Solo con una revisione forse potrà essere abbinato alla femmina giusta. Un maschio “Cotype” collegato all’holotype femmina precedentemente descritto potrebbe, in attesa della revisione, temporaneamente risolvere possibili errori nella descrizione di una nuova specie. :)


Top
profilo
MessaggioInviato: 07/09/2020, 21:17 
Avatar utente

Iscritto il: 01/07/2010, 22:26
Messaggi: 5181
Località: Viterbo
Nome: Marco Selis
No Paolo, nessun esemplare raccolto successivamente alla descrizione può essere indicato come tipo, che sia lectotipo, cotipo o altro. I tipi sono per definizione gli esemplari su cui viene descritta per la prima volta una specie, tutti quelli successivi sono esemplari normali, anche se con fortissimo dimorfismo sessuale.


Top
profilo
MessaggioInviato: 07/09/2020, 21:37 
Avatar utente

Iscritto il: 05/02/2009, 17:28
Messaggi: 3158
Nome: Marco Uliana
Paolo, per indicare il rappresentante di sesso opposto rispetto all'olotipo, si può designare l'allotipo.
In passato il codice ICZN raccomandava di sceglierlo fra i paratipi, ora - se ricordo bene - non rimane nemmeno più questa raccomandazione. In effetti il codice - comprensibilmente - non dà molto peso all'allotipo.

L'abitudine a designare l'allotipo, sta venendo in disuso, del resto non serve a molto: una volta che si sceglie un esemplare portanome cui applicare un nome (olotipo, lectotipo, neotipo), il sesso opposto è... quello che è, non serve un esemplare portanome a definirlo. Non avrebbe nessuna utilità.
Ciò che è utile fare con questo esemplare di sesso opposto è descriverlo, eventualmente illustrarlo, e dire: il sesso opposto della specie tal dei tali è fatto così.
Se poi capita che tale sesso opposto sia stato anche erroneamente descritto come specie distinta, si introdurrà formalmente una sinonimia.


Top
profilo
MessaggioInviato: 07/09/2020, 21:44 
Avatar utente

Iscritto il: 05/02/2009, 17:31
Messaggi: 9334
Località: milano
Nome: maurizio pavesi
se la femmina che costituisce l'holotypus consente di identificare la specie in modo non ambiguo, il tipo resta quello; l'allotypus, anche se designato, non ha alcuno status di tipo portanome

in caso contrario, il codice prevede (art. 75.5) che "when an author considers that the taxonomic identity of a nominal species-group taxon cannot be determined from its existing name-bearing type (i.e. its name is a nomen dubium), and stability or universality are threatened thereby, the author may request the Commission to set aside under its plenary power [Art. 81] the existing name-bearing type and designate a neotype."

e che vi sia (art. 75.3.5.) "evidence that the neotype is consistent with what is known of the former name-bearing type from the original description and from other sources; however, a neotype may be based on a different sex or life stage, if necessary or desirable to secure stability of nomenclature"

_________________
*****************
Immagine maurizio


Top
profilo
MessaggioInviato: 10/09/2020, 19:41 
 

Iscritto il: 01/01/2011, 0:08
Messaggi: 142
Nome: Paolo Missori
Ringrazio molto tutti per le dettagliate ed interessanti risposte. Credo che procederò nella direzione di una richiesta a modificare l'attuale situazione (con calma). :D


Top
profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
nuovo argomento
rispondi
Pagina 1 di 1 [ 8 messaggi ]

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: