Benvenuto Ospite | Iscriviti

Forum Entomologi Italiani

www.entomologiitaliani.net/forum
 
Oggi è 03/04/2020, 1:10

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Foce dell'Arrone (Lazio)



nuovo argomento
rispondi
Pagina 1 di 1 [ 15 messaggi ]
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Foce dell'Arrone (Lazio)
MessaggioInviato: 26/03/2012, 22:04 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 31337
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Oggi avevo mezza mattinata a disposizione e, vista la bella giornata primaverile, non ho resistito e sono andato a fare una veloce escursione nella zona di Maccarese, una delle mie mete entomologiche preferite nei dintorni di Roma. Si tratta di un'area in cui, nel raggio di pochi km, è possibile trovare ambienti molto diversi, con una entomofauna che, malgrado tutto, rimane ancora molto ricca, anche se probabilmente non paragonabile a quella dei tempi di Luigioni, od anche solo a quella degli anni in cui ho cominciato ad andarci (circa 40 anni fa).

Stavolta, per cambiare, ho deciso di andare proprio lungo il mare, alla foce dell'Arrone, o meglio, in quell'angolino di litorale stretto tra l'area protetta, recintata, e gli stabilimenti balneari che impestano quasi tutta la costa.

Questa la posizione rispetto a Roma

foce_Arrone.jpg



Purtroppo il percorso del fiume è cambiato nel corso dell'ultimo paio d'anni, e la zona che ricordavo, una spiaggia con diversi tronchi spiaggiati incuneata tra il mare, la foce dell'Arrone ed un'ansa morta del fiume parallela alla costa, è sparita, poichè il fiume è tornato sul vecchio percorso abbandonato. La mia intenzione era di dare un'occhiata per vedere se trovavo anche qui tracce di Calicnemis latreillii, ovvero, di giorno, qualche esemplare morto durante la notte o semplici frammenti. E già che c'ero, provare a mettere una trappola per i necrofori in un ambiente diverso dai soliti. Non si sa mai.

Quindi, lungo il tratto con un po' di vegetazione arbustiva che colonizza la parte più interna del litorale sabbioso, ho piazzato una trappola che al 90% non ritroverò a causa delle numerose persone che frequentano quella zona nel fine settimana, e poi sono andato verso la vicinissima foce dell'Arrone. Visto che avevo solo un'oretta per cercare, mi sono limitato a indagare un'area ristrettissima, di non più di 15 m di raggio.

In pratica, questo ammasso di canne secche e detriti vari depositati dal fiume a poche decine di metri dalla foce ...

Maccarese_26-III-2012_Fu030.JPG




... e questa piccola zona sabbiosa adiacente, che fra quache giorno sarà di nuovo piena di ombrelloni e sdraio.

Maccarese_26-III-2012_Fu021.JPG



Nel complesso un'area molto limitata e decisamente marginale (alle mie spalle, scattando la seconda foto, c'erano già i primi stabilimenti), ma che mi ha consentito qualche cattura, anche se niente di particolarmente interessante (a parte un bell'esemplare di Pselaphinae trovato sotto ad un pezzo di legno a 10 cm dall'acqua, che mi è sfuggito a causa di un colpo di vento mentre lo mettevo nel barattolo! :sick: )

Seguirà fra poco qualche foto di esemplari fotografati sul posto. Per gli altri, devo avere il tempo di prepararli.

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Foce dell'Arrone (Lazio)
MessaggioInviato: 26/03/2012, 23:09 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 31337
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Mentre arrivavo all'ansa del fiume, la prima sorpresa: una specie piuttosto banale e frequente, ma che non mi aspettavo di trovare a spasso a pochi metri dal mare: Herophila tristis.

Maccarese_26-III-2012_Fu009.JPG



Appena arrivato al fiume, noto un vecchio pezzo di tronco, probabilmente pioppo o salice, sul bordo della piccola zona sabbiosa di lato all'ultimo tratto del fiume. Provo a girarlo, ma sotto non c'è niente a parte qualche miriapode e i soliti isopodi e anfipodi. Poi provo a spaccarlo e al minimo sforzo si apre in due.

Maccarese_26-III-2012_Fu020.JPG



All'interno, sorpresa! Un bel paio di larvoni cicciotti!

Maccarese_26-III-2012_Fu016.JPG



Dalle dimensioni, possono appartenere solo a Oryctes, direi senza alcun dubbio. E' però piuttosto insolito l'habitat!

Maccarese_26-III-2012_Fu013.JPG



Probabilmente dentro ce ne sono altre, ma non sapendo che farmene risistemo le due scoperte e ricompongo in qualche modo il tronco.

Scendo sul margine del fiume e comincio a perlustrare quei pochi metri di riva che si vedono nella prima foto. Sotto qualche pezzo di legno proprio vicino all'acqua trovo qualche piccolissimo Coleottero che non ho neanche provato a fotografare (ma che fotograferò una volta preparati) e quel maledettissimo Pselaphino che mi è scappato, insieme ad una miriade di millepiedi che sembrano ben adattati a questo ambiente salmastro. Purtroppo i legni sulla sabbia umida erano pochissimi, gli altri, tutti più lontani dall'acqua, erano quasi asciutti anche nel lato inferiore, e c'era ben poco. Prima di andarmene ho pensato di frugare un po' in quello strato di canne secche ammassate sul bordo del fiume, e ad ogni manata di detrito che smuovevo uscivano fuori Carabidi di varie specie, Idrofilidi, Anthicidi, Stafilinidi e altra robetta. Tutti troppo svegli per provare a fotografarli, ma non abbastanza da scappare. Ne ho raccolti un po' e poi ho fatto pure una sacchettata di detrito che ho portato a casa. Chissà che non ne esca qualcosa di buono?

Prima di andarmene provo a dare un'occhiata su quella piccola piazzola sabbiosa lì vicino, pur essendoci ben poco da sollevare.

Sotto il primo tronco, l'unico degno di questo nome, solo grossi Dermatteri come questo (immagino sia Labidura riparia)

Maccarese_26-III-2012_Fu026.JPG



A spasso sulla sabbia, in omaggio all'Izzillo, una bella Coccinella septempunctata! :to:

Maccarese_26-III-2012_Fu027.JPG



Da sotto a pezzetti di legno insignificanti in mezzo alla distesa di sabbia, vengono fuori alcune bestioline interessanti, tra cui un paio di specie di Aphodiidae Psammodiini, un paio di Cardiophorus exaratus come questo ...

Maccarese_26-III-2012_Fu029.JPG



Sulla sabbia si agita una strana cosa bianca. Senza occhiali mi sembra una strana mosca a panza all'aria che non riesce a volare, ma qualcosa non mi convince ...

Maccarese_26-III-2012_Fu039.JPG



... infatti appena si rigira, ecco un comunissimo Dermestes.

Maccarese_26-III-2012_Fu040.JPG



-- SEGUE --

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Foce dell'Arrone (Lazio)
MessaggioInviato: 26/03/2012, 23:23 
Avatar utente

Iscritto il: 19/06/2011, 12:39
Messaggi: 1355
Nome: Fabio turchetti
Bellissimo luogo Maurizio :ok: In particolare bellissima la Herophila tristis, che ancora non ho mai trovato, a quanto tu sappia qui da me si può trovare?? :p :p

_________________
Fabio Turchetti


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Foce dell'Arrone (Lazio)
MessaggioInviato: 26/03/2012, 23:27 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 31337
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Torno verso il tronco delle larve di Oryctes, e lì vicino noto un piccolo escremento canino, probabilmente di uno o due giorni prima e mezzo secco. Dalla sabbia sottostante escono un po' di Isteridi, che andranno a far compagnia ai pochi trovati sotto i frammenti di canne e, stranamente, qualche velocissimo Anthicide. A pochi passi noto qualche brassicacea, quasi unico rappresentante vegetale vivente in quella sabbia. Dove ci sono piante verdi, c'è quasi sempre qualche insetto, infatti anche in questo caso, ecco i soliti Alticini sempre presenti sulle foglie delle Brassicacee. Qui c'è pure un imenottero che ha l'aria di osservare con un po' troppo interesse i due crisomelidi.

Maccarese_26-III-2012_Fu032.JPG



Sulla stessa pianta, un Coccinellidae, sempre per l'Izzillo :to:

Maccarese_26-III-2012_Fu034.JPG



... ed un Malachius

Maccarese_26-III-2012_Fu035.JPG



Lì vicino, sotto un pezzettino di legno piccolissimo, un bello Scarites buparius ...

Maccarese_26-III-2012_Fu042.JPG



... e a breve distanza, sotto un altro legnetto, un altro esemplare, più piccolo ma più "mandiboluto", anche se in foto non si vede

Maccarese_26-III-2012_Fu043.JPG



A pochi decimetri di distanza, una presenza inattesa, dato l'ambiente, una piccola Chrysolina che se ne va in giro come se fosse in un praticello verde! (ho poi controllato, ed in realtà è una Hydrothassa, che vive in ambienti umidi)

Maccarese_26-III-2012_Fu045.JPG



E per finire, mentre mi accingevo ad andarmene, un Pentodon bidens punctatus, uno dei Coleotteri più comuni e conosciuti a Roma.

Maccarese_26-III-2012_Fu050.JPG



Per ora mi fermo qui. In seguito invierò le foto della minutaglia che non ho fotografato sul posto.

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Foce dell'Arrone (Lazio)
MessaggioInviato: 26/03/2012, 23:38 
Avatar utente

Iscritto il: 26/03/2010, 14:55
Messaggi: 5826
Località: Romania
Nome: Cosmin-Ovidiu Manci
bella uscita !!!!

Julodis ha scritto:
Mentre arrivavo all'ansa del fiume, la prima sorpresa: una specie piuttosto banale e frequente, ma che non mi aspettavo di trovare a spasso a pochi metri dal mare: Herophila tristis.


da quelo che lo so 2 sono conosciuti nella Romania, 1 trovato da me :)

:hi:

_________________
Cosmin-Ovidiu Manci
**********************
cosmln's place - my blog
just insects
Dragonflies of Romania


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Foce dell'Arrone (Lazio)
MessaggioInviato: 27/03/2012, 0:09 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 31337
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
cosmln ha scritto:
bella uscita !!!!

Julodis ha scritto:
Mentre arrivavo all'ansa del fiume, la prima sorpresa: una specie piuttosto banale e frequente, ma che non mi aspettavo di trovare a spasso a pochi metri dal mare: Herophila tristis.


da quelo che lo so 2 sono conosciuti nella Romania, 1 trovato da me :)

:hi:

Qui invece è una specie molto diffusa e abbastanza comune, anche se in genere si trova in esemplari isolati che camminano sul terreno.

Fabio Turchetti ha scritto:
bellissima la Herophila tristis, che ancora non ho mai trovato, a quanto tu sappia qui da me si può trovare?? :p :p
Sicuramente c'è anche da te. Nel Lazio si trova un po' ovunque, dal livello del mare fino a non meno di 1200-1300 m di quota, forse anche più in alto, ma ora non ricordo.

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Foce dell'Arrone (Lazio)
MessaggioInviato: 27/03/2012, 7:02 
Avatar utente

Iscritto il: 22/12/2009, 13:31
Messaggi: 8991
Località: Napoli
Nome: Francesco Izzillo
Julodis ha scritto:
Torno verso il tronco delle larve di Oryctes, e lì vicino noto un piccolo escremento canino, probabilmente di uno o due giorni prima e mezzo secco. Dalla sabbia sottostante escono un po' di Isteridi, che andranno a far compagnia ai pochi trovati sotto i frammenti di canne e, stranamente, qualche velocissimo Anthicide. A pochi passi noto qualche brassicacea, quasi unico rappresentante vegetale vivente in quella sabbia. Dove ci sono piante verdi, c'è quasi sempre qualche insetto, infatti anche in questo caso, ecco i soliti Alticini sempre presenti sulle foglie delle Brassicacee. Qui c'è pure un imenottero che ha l'aria di osservare con un po' troppo interesse i due crisomelidi.

Maccarese_26-III-2012_Fu032.JPG


Sulla stessa pianta, un Coccinellidae, sempre per l'Izzillo :to:

Maccarese_26-III-2012_Fu034.JPG


... ed un Malachius

Maccarese_26-III-2012_Fu035.JPG


Lì vicino, sotto un pezzettino di legno piccolissimo, un bello Scarites buparius ...

Maccarese_26-III-2012_Fu042.JPG


... e a breve distanza, sotto un altro legnetto, un altro esemplare, più piccolo ma più "mandiboluto", anche se in foto non si vede

Maccarese_26-III-2012_Fu043.JPG


A pochi decimetri di distanza, una presenza inattesa, dato l'ambiente, una piccola Chrysolina che se ne va in giro come se fosse in un praticello verde!

Maccarese_26-III-2012_Fu045.JPG


E per finire, mentre mi accingevo ad andarmene, un Pentodon bidens punctatus, uno dei Coleotteri più comuni e conosciuti a Roma.

Maccarese_26-III-2012_Fu050.JPG


Per ora mi fermo qui. In seguito invierò le foto della minutaglia che non ho fotografato sul posto.

Non ci crederai! Ma appena ho visto il post mi sono detto: Chissà se anche in questo habitat Maurizio riuscirà a trovare qualche Coccinella :roll: Ebbene, BEN DUE :o Ottimo risultato! :gh:

_________________
Francesco Izzillo


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Foce dell'Arrone (Lazio)
MessaggioInviato: 27/03/2012, 7:40 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 31337
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
f.izzillo ha scritto:
Non ci crederai! Ma appena ho visto il post mi sono detto: Chissà se anche in questo habitat Maurizio riuscirà a trovare qualche Coccinella :roll: Ebbene, BEN DUE :o Ottimo risultato! :gh:

E ringrazia che non mi son messo a cercarle! Allora, come è andata la tua spedizione non so dove?

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Foce dell'Arrone (Lazio)
MessaggioInviato: 27/03/2012, 8:18 
Avatar utente

Iscritto il: 22/12/2009, 13:31
Messaggi: 8991
Località: Napoli
Nome: Francesco Izzillo
Julodis ha scritto:
f.izzillo ha scritto:
Non ci crederai! Ma appena ho visto il post mi sono detto: Chissà se anche in questo habitat Maurizio riuscirà a trovare qualche Coccinella :roll: Ebbene, BEN DUE :o Ottimo risultato! :gh:

E ringrazia che non mi son messo a cercarle! Allora, come è andata la tua spedizione non so dove?

Non ho effettuato spedizioni ma presto sarò in Puglia e poi in Basilicata, ovviamente, all'insaputa di Mimmo :gh: ! Dalla Basilicata farò un report anch'io :sma:

_________________
Francesco Izzillo


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Foce dell'Arrone (Lazio)
MessaggioInviato: 27/03/2012, 9:26 
Avatar utente

Iscritto il: 05/02/2009, 17:28
Messaggi: 2921
Nome: Marco Uliana
f.izzillo ha scritto:
Dalle dimensioni, possono appartenere solo a Oryctes, direi senza alcun dubbio. E' però piuttosto insolito l'habitat!


Non proprio, almeno secondo la mia esperienza. In Veneto l'Oryctes, poco frequente all'interno e per lo più legato ad aree xerotermiche collinari, è un abituale frequentatore delle spiagge sabbiose (cioè, delle poche naturali rimaste :( ). Le larve si trovano abitualmente sotto e dentro a tronchi spiaggiati, proprio come quelle trovate da te.


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Foce dell'Arrone (Lazio)
MessaggioInviato: 27/03/2012, 12:56 
Avatar utente

Iscritto il: 22/12/2009, 13:31
Messaggi: 8991
Località: Napoli
Nome: Francesco Izzillo
Glaphyrus ha scritto:
f.izzillo ha scritto:
Dalle dimensioni, possono appartenere solo a Oryctes, direi senza alcun dubbio. E' però piuttosto insolito l'habitat!


Non proprio, almeno secondo la mia esperienza. In Veneto l'Oryctes, poco frequente all'interno e per lo più legato ad aree xerotermiche collinari, è un abituale frequentatore delle spiagge sabbiose (cioè, delle poche naturali rimaste :( ). Le larve si trovano abitualmente sotto e dentro a tronchi spiaggiati, proprio come quelle trovate da te.

f.izzillo ha scritto? :?

_________________
Francesco Izzillo


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Foce dell'Arrone (Lazio)
MessaggioInviato: 27/03/2012, 13:39 
Avatar utente

Iscritto il: 10/03/2011, 22:48
Messaggi: 458
Località: Bollate (Milano)
Nome: Massimo Plumari
Bellissimo post Maurizio, questo è forse l'habitat che mi piace di più nel periodo primaverile. Mi hai fatto venire in mente le mie escursioni lungo le coste del Parco del delta del Po.

Julodis ha scritto:
E per finire, mentre mi accingevo ad andarmene, un Pentodon bidens punctatus, uno dei Coleotteri più comuni e conosciuti a Roma.

Io dalle mie parti non riesco proprio a trovarlo. Mi interessano moltissimo gli acari associati.

Glaphyrus ha scritto:
Non proprio, almeno secondo la mia esperienza. In Veneto l'Oryctes, poco frequente all'interno e per lo più legato ad aree xerotermiche collinari, è un abituale frequentatore delle spiagge sabbiose (cioè, delle poche naturali rimaste ). Le larve si trovano abitualmente sotto e dentro a tronchi spiaggiati, proprio come quelle trovate da te.

:ok:


:hi:

_________________
Massimo Plumari
________________________________________

Rerum natura nusquam magis quam in minimis tota est - Plinio il vecchio (Hist. Nat., XI, 1)


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Foce dell'Arrone (Lazio)
MessaggioInviato: 27/03/2012, 14:21 
Avatar utente

Iscritto il: 21/02/2011, 15:25
Messaggi: 3721
Località: Montecchio Emilia (RE)
Nome: Violi Michele
Bellissimo reportage! Gli Scarites sono così comuni? Non è che me ne terresti uno?

_________________
Michele :D


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Foce dell'Arrone (Lazio)
MessaggioInviato: 27/03/2012, 17:47 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 31337
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Raubmilbe ha scritto:
Julodis ha scritto:
E per finire, mentre mi accingevo ad andarmene, un Pentodon bidens punctatus, uno dei Coleotteri più comuni e conosciuti a Roma.

Io dalle mie parti non riesco proprio a trovarlo. Mi interessano moltissimo gli acari associati.

Ora che lo so, ci farò caso quando ne troverò altri, e ti metterò da parte gli acari (a proposito, ti confermo che quelli dell'altro giorno erano proprio su Calicnemis. Poco fa ho visto che sotto la pancia della femmina, ancora viva, ce ne sono parecchi).

Glaphyrus ha scritto:
Non proprio, almeno secondo la mia esperienza. In Veneto l'Oryctes, poco frequente all'interno e per lo più legato ad aree xerotermiche collinari, è un abituale frequentatore delle spiagge sabbiose (cioè, delle poche naturali rimaste ). Le larve si trovano abitualmente sotto e dentro a tronchi spiaggiati, proprio come quelle trovate da te.

Evidentemente in quel clima sulla costa trovano condizioni più favorevoli, mentre qui nel Lazio stanno un po' ovunque, almeno fino a mezza montagna.

Mikiphasmide ha scritto:
Bellissimo reportage! Gli Scarites sono così comuni? Non è che me ne terresti uno?
Dovrei averne qualcuno in bustina di quelli presi tanti anni fa, quando era molto più comune di adesso (ora non lo è più, salvo in qualche località particolare)

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Foce dell'Arrone (Lazio)
MessaggioInviato: 27/03/2012, 22:22 
Avatar utente

Iscritto il: 10/03/2011, 22:48
Messaggi: 458
Località: Bollate (Milano)
Nome: Massimo Plumari
Julodis ha scritto:
Ora che lo so, ci farò caso quando ne troverò altri, e ti metterò da parte gli acari (a proposito, ti confermo che quelli dell'altro giorno erano proprio su Calicnemis. Poco fa ho visto che sotto la pancia della femmina, ancora viva, ce ne sono parecchi).

Grazie ancora Maurizio, cercherò di sdebitarmi :oops: ;)

:hi:

_________________
Massimo Plumari
________________________________________

Rerum natura nusquam magis quam in minimis tota est - Plinio il vecchio (Hist. Nat., XI, 1)


Top
profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
nuovo argomento
rispondi
Pagina 1 di 1 [ 15 messaggi ]

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: