Benvenuto Ospite | Iscriviti

Forum Entomologi Italiani

www.entomologiitaliani.net/forum
 
Oggi è 19/03/2019, 5:03

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Agrilus (Agrilus) viridis viridis (Linnaeus, 1758) Dettagli della specie

V.2010 - ITALIA - Lazio - LT, Monte S. Angelo


nuovo argomento
rispondi
Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Pagina 1 di 2 [ 21 messaggi ]
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 26/12/2010, 2:40 
Avatar utente

Iscritto il: 18/02/2009, 0:24
Messaggi: 3739
Località: Asciano (Siena)
Nome: Andrea Petrioli
Questo Agrilus proprio non riesco a determinarlo :sick:

Fa parte di una piccola serie che ho raccolto con Augusto/Notoxus i primi di maggio sul monte S. Angelo (LT) ad una quota di circa 1200.
Le bestiole stavano sfarfallando dal tronco di un grosso faggio; in parte erano sempre sotto corteccia.
Anche seguendo il cd "Piccole Faune" non sono riuscito a trovare un edeago corrispondente.....

....già, l'edeago :twisted: :x :twisted:. Sono riuscito a farne fuori due :devil: di due diversi esemplari già preparati a suo tempo. Il primo l'ho schiacciato (per metà) con le pinzette per sfilare il cartellino dallo spillo :evil: ; il secondo, prestando la massima attenzione a dove posizionavo le pinzette, è "schizzato" via per le vibrazioni del cartellino allo scorrere dello spillo :cry: :cry: :cry:

Lunghezza: 7 mm


Agrilusrid.jpg

edeago........
edeago agrilus.jpg


_________________
:hi:
______
Andrea
Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Agrilus sp. - Buprestidae - Lazio
MessaggioInviato: 27/12/2010, 19:19 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 31017
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
A me sembra un Agrilus (Quercuagrilus) angustulus angustulus (Illiger, 1803).
L'unico paramero dell'edeago rimasto non corrisponde a quelli di questa specie, ma sei sicuro di non averlo schiacciato, deformandolo?

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Agrilus sp. - Buprestidae - Lazio
MessaggioInviato: 27/12/2010, 20:14 
Avatar utente

Iscritto il: 18/02/2009, 0:24
Messaggi: 3739
Località: Asciano (Siena)
Nome: Andrea Petrioli
Ciao Maurizio,

No no, l'edeago, o meglio quello che rimane :cry: , non è deformato.
Rispetto a quello di A. angustulus angustulus riportato sul cd, questo oltre ad avere i parameri differenti sembrerebbe più corto e tozzo :roll:
In caso cerco un'altro maschio (sempre che lo abbia :oops: ) e procedo ad una nuova estrazione ;)

_________________
:hi:
______
Andrea


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Agrilus sp. - Buprestidae - Lazio
MessaggioInviato: 27/12/2010, 22:24 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 31017
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Mi confermi che, come sembra in foto, le elitre sono prive di tomentosità chiara?

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Agrilus sp. - Buprestidae - Lazio
MessaggioInviato: 27/12/2010, 23:40 
Avatar utente

Iscritto il: 18/02/2009, 0:24
Messaggi: 3739
Località: Asciano (Siena)
Nome: Andrea Petrioli
:ok: confermo :ok:

_________________
:hi:
______
Andrea


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Agrilus sp. - Buprestidae - Lazio
MessaggioInviato: 28/12/2010, 14:56 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 31017
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
I parameri non corrispondono a niente che io conosca. Se riesci a trovare un altro maschio e ad estrarlo "con delicatezza", forse ne veniamo a capo. Ora come ora, le tre specie a cui più probabilmente potrebbe appartenere sono angustulus, obscuricollis e olivicolor, ma queste tre specie hanno genitali molto diversi tra loro e anche dal tuo esemplare. Sotto questo aspetto, quello più somigliante è obscuricollis, che per il resto è però il meno probabile dei tre. (mentre angustulus, che secondo me è il più probabile, è quello coi genitali più diversi dal tuo)
Già che ci sei, riesci a fare anche una foto in dettaglio del protorace, e magari anche una di 3/4, in cui si veda bene la carena?

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Agrilus sp. - Buprestidae - Lazio
MessaggioInviato: 28/12/2010, 15:48 
Avatar utente

Iscritto il: 18/02/2009, 0:24
Messaggi: 3739
Località: Asciano (Siena)
Nome: Andrea Petrioli
Ciao Maurizio,

provvederò a fare le foto il prima possibile, bimbi permettendo ;) .

_________________
:hi:
______
Andrea


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Agrilus sp. - Buprestidae - Lazio
MessaggioInviato: 28/12/2010, 17:53 
Avatar utente

Iscritto il: 18/02/2009, 0:24
Messaggi: 3739
Località: Asciano (Siena)
Nome: Andrea Petrioli
Per ora aggiungo le foto del protorace.......


protrid.jpg

travrid.jpg


_________________
:hi:
______
Andrea
Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Agrilus sp. - Buprestidae - Lazio
MessaggioInviato: 31/12/2010, 15:26 
Avatar utente

Iscritto il: 18/02/2009, 0:24
Messaggi: 3739
Località: Asciano (Siena)
Nome: Andrea Petrioli
Aggiungo la foto dell'edeago di un altro esemplare di Agrilus con gli stessi dati di cattura.

Per ulteriore informazione posso dire che, dei 7 esemplari in mio possesso, alcuni appaiono evidentemente bicromatici, con testa e protorace di un verde più rameico.


edeago agrilusrid.jpg


_________________
:hi:
______
Andrea
Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Agrilus sp. - Buprestidae - Lazio
MessaggioInviato: 31/12/2010, 18:35 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 31017
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Dopo aver esaminato le ultime foto, e confrontate col materiale in collezione, ed in particolare il nuovo edeago, confermo la mia prima impressione:

Agrilus (Quercuagrilus) angustulus angustulus (Illiger, 1803)

Tutte le caratteristiche dell'habitus corrispondono, la pianta ospite pure, i parameri dell'edeago, che nel primo esemplare mi avevano lasciato perplesso (o meglio, mi aveva, perchè ne era rimasto solo uno), in questo secondo rientrano nella norma. Apparentemente sembra che l'edeago raffigurato nel cd dei Buprestidi Italiani sia diverso, ma è solo perchè è visto dall'altro lato. Il primo edeago, o era anomalo, o semplicemente era rimasto un po' "ciancicato" nel processo di estrazione.

Comunque, un altro dato che mi farà comodo per l'aggiornamento della Fauna dei Buprestidi del Lazio. Grazie Andrea.

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Agrilus sp. - Buprestidae - Lazio
MessaggioInviato: 31/12/2010, 18:41 
Avatar utente

Iscritto il: 18/02/2009, 0:24
Messaggi: 3739
Località: Asciano (Siena)
Nome: Andrea Petrioli
:birra: :birra:

Grazie Maurizio :ok:

_________________
:hi:
______
Andrea


Top
profilo
MessaggioInviato: 18/10/2012, 10:13 
Avatar utente

Iscritto il: 19/04/2012, 7:52
Messaggi: 862
Nome: Gianfranco Curletti
Mario mi segnala questa determinazione come dubbia. Ha ragione: amio avviso si tratta chiaramente di un Agrilus (Agrilus) viridis.


Top
profilo
MessaggioInviato: 18/10/2012, 10:24 
Avatar utente

Iscritto il: 22/12/2009, 13:31
Messaggi: 8401
Località: Napoli
Nome: Francesco Izzillo
Autarcontes ha scritto:
Mario mi segnala questa determinazione come dubbia. Ha ragione: amio avviso si tratta chiaramente di un Agrilus (Agrilus) viridis.

Concordo (per quello che può valere :lol1: ), del resto anche le dimensioni e la pianta ospite portano da un'altra parte rispetto all'angustulus.

_________________
Francesco Izzillo


Top
profilo
MessaggioInviato: 18/10/2012, 17:14 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 31017
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Autarcontes ha scritto:
Mario mi segnala questa determinazione come dubbia. Ha ragione: amio avviso si tratta chiaramente di un Agrilus (Agrilus) viridis.

Non metto in dubbio che sia Agrilus viridis, ma a questo punto chiedo lumi: questa specie l'avevo esclusa perché dalla foto dell'habitus non mi pare che questo individuo abbia l'estremità delle elitre "caudiforme", che dovrebbe essere una caratteristica di viridis. Ma allora non è un carattere costante?

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
MessaggioInviato: 18/10/2012, 17:55 
Avatar utente

Iscritto il: 19/04/2012, 7:52
Messaggi: 862
Nome: Gianfranco Curletti
Julodis ha scritto:
Autarcontes ha scritto:
Mario mi segnala questa determinazione come dubbia. Ha ragione: amio avviso si tratta chiaramente di un Agrilus (Agrilus) viridis.

Non metto in dubbio che sia Agrilus viridis, ma a questo punto chiedo lumi: questa specie l'avevo esclusa perché dalla foto dell'habitus non mi pare che questo individuo abbia l'estremità delle elitre "caudiforme", che dovrebbe essere una caratteristica di viridis. Ma allora non è un carattere costante?

No Maurizio, il carattere non è costante, esemplari brevi si trovano frequentemente anche nelle popolazioni allevate da nocciolo. A tagliare comunque la testa al toro è la forma dell'edeago che agli inizi ti aveva già messo in crisi. La forma allungata e caudiforme è più costante nel suvorovi.


Top
profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
nuovo argomento
rispondi
Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Pagina 1 di 2 [ 21 messaggi ]

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron