Benvenuto Ospite | Iscriviti

Forum Entomologi Italiani

www.entomologiitaliani.net/forum
 
Oggi è 24/08/2019, 20:28

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Acari punteruolo rosso



nuovo argomento
rispondi
Pagina 1 di 1 [ 4 messaggi ]
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Acari punteruolo rosso
MessaggioInviato: 13/01/2011, 0:18 
Avatar utente

Iscritto il: 09/06/2009, 13:19
Messaggi: 1221
Località: Modena
Nome: Omar Pacchioni
Ciao a tutti, se ne era gia parlato in passato ma nn trovo più il post per ciò ne creo uno nuovo, sperando di non crear troppi disaccordi.
Dunque.... ho trovato dei bozzoli di punteruolo rosso (Rhyncophorus ferrugineus) e gli ho allevati.
Quando gli insetti sono usciti dal bozzolo erano pieni di acari come avevo accennato nel post già creato e mi era stato risposto che questi acari sono commensali.
In questi punteruoli però ce ne eranod avvero tanti, un adulto, addirittura, non aveva nemmeno le elitree unite per colpa dello spessore creatosi dalla numerosa colonia di acari che ha tra alie ed elitree.
Ragazzi qui nn credo che si tratti di commensali... qualcuno è a conoscenza di possibili trattamenti anti-punteruolo a base di acari parassiti?
Questi acari li ho trovati in tutti gli adulti da me raccolti e allevati fin ora, provenienti da piante differenti situate in luoghi differenti e lontani tra loro.

Onde evitare di aver scritto un post fine a se stesso... allego un link precedente in cui si parla del punteruolo
Grazie ciao ciao

P.S. ho trovato ora il link riguardante i parassiti commensali del punteruolo... sorry
viewtopic.php?f=9&t=13659


viewtopic.php?f=240&t=13572

_________________
..OOOO.......OOO.....OO......OOO......OOOO
OO.....OO....OO..O.O..O....OO....O....OO....O
OO.....OO....OO....O...O....OOOOO....OOOO
..OOOO.......OO.........O....OO....O....OO....O


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Acari punteruolo rosso
MessaggioInviato: 13/01/2011, 8:43 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 31147
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Ho fatto qualche ricerca, e pare che l'acaro in questione sia Centrouropoda almerodai Wisniewski et Hirschmann, e sia ben noto.
Riporto parte del testo di questo lavoro.

"Riguardo agli acari va segnalato che in tutte le 300 palme ispezionate è stata riscontrata la diffusa presenza di deutoninfe dell’acaro Uroactiniinae Uropodina, Centrouropoda almerodai Wisniewski et Hirschmann, specie presumibilmente introdotta in Europa con palme infestate dal Curculionide, grazie al quale è riuscita a colonizzare rapidamente lo stesso habitat del suo ospite (Longo S. & Ragusa S. 2006). Altre specie del genere Centrouropoda riscontrate in Europa sono, C. pelekymorpha Hirschmann et Wisniewski, e C. securiformis Wisniewski et Hirschmann. Inoltre sul corpo di 70 larve delle 2500 isolate, su 3.450 delle 4.000 pupe e su 4.740 dei 4.800 adulti di R. ferrugineus, prelevati dalle palme infestate erano presenti esemplari di C. almerodai; quest’ultimi sono stati riscontrati solo su larve mature, prossime all’impupamento, nonché sull’86,2% delle pupe e sul 98,75% degli adulti catturati nelle piante o sfarfallati da bozzoli in laboratorio. Leggermente più bassa è risultata la presenza di acari sul corpo degli adulti catturati alle trappole ove si consideri che sono stati riscontrati su 2.400 dei 2.490 adulti esaminati pari al 96,35%. Tali dati sembrano indicare che l’acaro, dalle piante infestate si trasferisca sulle larve mature, rimanendo sul loro corpo e sulle pupe nel bozzolo, per portarsi poi sul corpo dell’adulto neoformato, localizzandosi preferibilmente
sotto le elitre.
L’acaro è diffuso in tutte le aree della Sicilia orientale e presumibilmente delle altre zone del Mediterraneo dove si è insediato Rhynchophorus ferrugineus. Mentre non è stato riscontrato nelle palme non attaccate dal Rincoforo; il che lascia supporre che non è casuale la elevata presenza di deutoninfe sotto le elitre degli esemplari catturati nelle trappole i quali hanno abbandonato le piante nutrici alla ricerca di nuove palme da colonizzare. La presenza dell’acaro, pur non danneggiando gli adulti del coleottero potrebbe indurre in essi un maggiore stimolo ad abbandonare le palme nutrici favorendo così la diffusione di entrambe i bionti. Il rapporto di foresia sembra concludersi nel momento in cui l’adulto del coleottero raggiunge una palma sulla quale numerosi esemplari dell’acaro si trasferiscono per completare lo sviluppo. Sono in corso indagini per chiarire alcuni aspetti della biologia dell’acaro utile per definire i rapporti simbiotici con il Rincoforo e con altri coleotteri che vivono a spese delle palme."

Altre informazioni si possono trovare in questo articolo, che però non sono riuscito a trovare:
RAGUSA E., P.F. (2009). Una specie di acaro associata al Punteruolo rosso delle palme: Centrouropoda almerodai (Uroactiininae, Uropodina). La ricerca scientifica sul Punteruolo Rosso e gli altri fitofagi delle palme in Sicilia, Vol. I, 2009, 79-82.

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Acari punteruolo rosso
MessaggioInviato: 13/01/2011, 21:03 
Avatar utente

Iscritto il: 09/06/2009, 13:19
Messaggi: 1221
Località: Modena
Nome: Omar Pacchioni
Cavoli! interessantissimo! Deduco quindi che in base alla quantità di acari sugli adulti di punteruolo si potrebbe capire se il punteruolo è nato nella palma in cui si trova o se è arrivato da altre palme.....
Mettendo i punteruoli in etere immagino che anche gli acari vadano a K.O. .... confermate?
Ma a questo punto... mi consigliate di preparare i curcuglionidi lasciando senza pulire il sotto delle elitree oppure meglio fare un trattamento? La mia paura è di una possibile infestazione di questi acari in casa e tra le scatole entomologice.... che mi suggerite?
ciao e grazie

_________________
..OOOO.......OOO.....OO......OOO......OOOO
OO.....OO....OO..O.O..O....OO....O....OO....O
OO.....OO....OO....O...O....OOOOO....OOOO
..OOOO.......OO.........O....OO....O....OO....O


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Acari punteruolo rosso
MessaggioInviato: 13/01/2011, 22:00 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 31147
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Non preoccuparti, che quegli acari in casa non saprebbero cosa fare, quindi non c'è possibilità di infestazione (a meno che tu abiti in una galleria scavata in una palma!)
In ogni caso, l'etere ammazza pure gli acari, basta che possa agire per un tempo sufficiente. Il tempo necessario per fare effetto sui Curculionidi, che sono notoriamente bestie indistruttibili, specialmente quelli grossi e tosti, penso sia più che sufficiente pure per gli acari, almeno per questi.

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
nuovo argomento
rispondi
Pagina 1 di 1 [ 4 messaggi ]

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: