Benvenuto Ospite | Iscriviti

Forum Entomologi Italiani

www.entomologiitaliani.net/forum
 
Oggi è 19/11/2017, 6:49

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Stenelmis sp. - Elmidae

2.IX.2012 - ITALIA - Lazio - RM, Maccarese


nuovo argomento
rispondi
Pagina 1 di 1 [ 12 messaggi ]
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Stenelmis sp. - Elmidae
MessaggioInviato: 04/09/2012, 23:13 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 30019
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Tra i vari Coleotterini che mi sono arrivati alla luce a Serrone, mai mi sarei aspettato di trovare un Elmidae! Il punto d'acqua più vicino, una fonte da cui nasce un rigagnolo, è a qualche km in linea d'aria e 300-400 m più in basso.

Il genere dovrebbe essere senza particolari dubbi Stenelmis. In quanto alla specie, leggendo quel che è scritto qui, e visto che la carena sulla terza interstria è appena accennata sul primo ottavo delle elitre, mi sembrerebbe anche questa Stenelmis consobrina.

Lazio, Frosinone, Serrone, 650 m, alla luce nera sul terrazzo di casa, 15-30.VII.2012, M. Gigli legit

3 mm
Stenelmis_Serrone_15-30_VII_2012_grey.jpg


_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Stenelmis sp. - Elmidae - Lazio
MessaggioInviato: 04/09/2012, 23:29 
Avatar utente

Iscritto il: 08/07/2010, 10:53
Messaggi: 3161
Località: Matera
Nome: Domenico Cardinale
Interessante!!!! A dimostrazione che i coleotteri acquatici sono più mobili di quanto pensiamo!!!

_________________
Saluti :hi: Mimmo


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Stenelmis sp. - Elmidae - Lazio
MessaggioInviato: 04/09/2012, 23:36 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 30019
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Considera che il Monte Scalambra, sul versante verso SW, dove sta il paese, è calcareo, con forte pendenza e veramente secchissimo. Ogni tanto mi arriva qualche tricottero o qualche emittero acquatico, ma si tratta di specie di dimensioni maggiori. Non avrei mai pensato che anche bestioline così piccole ed in apparenza volatori mediocri, potessero volare per chilometri. Devono arrivare per forza dalla valle sottostante, dove c'è qualche sorgente e qualche ruscelletto tra i campi coltivati.

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Stenelmis sp. - Elmidae - Lazio
MessaggioInviato: 05/09/2012, 8:08 
Avatar utente

Iscritto il: 17/02/2009, 0:05
Messaggi: 8228
Località: Isola d'Elba - Arcipelago Toscano
Nome: Leonardo Forbicioni
A differenza di quanto si possa pensare, quasi tutti gli Elmidi sono fortemente attratti dalla luce che è solitamente uno dei metodi migliori per scovarli e sicuramente quello più comodo, invece di andarli a raschiare via dai muschi o dai sassi dei torrenti. Non dico questo perchè l'ho provato direttamente, ma perchè mi è stato riferito da una bravissima specialista di questa famiglia, della Specola di Firenze, con la quale ho avuto modo di fare qualche breve cacciata lo scorso agosto, qui all'Elba.
Lei stessa mi raccontava infatti che in Ecuador, dove ha descritto una decina di specie nuove, le catture più abbondanti, avvenivano appunto "alla luce". ;)

P.S. - Dimenticavo.......Gran bella bestia!!

_________________
"Stay hungry, stay foolish".
Steve Jobs, 2005
___________________
jjuniper8(at)gmail.com
Twitter: @weevil_forbix
cell. 339/5275910
___________________


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Stenelmis sp. - Elmidae - Lazio
MessaggioInviato: 05/09/2012, 8:28 
Avatar utente

Iscritto il: 08/06/2011, 9:33
Messaggi: 71
Nome: marco trizzino
Interessante cattura!
Anche molti Hydraenidae, soprattutto del genere Ochthebius arrivano anche alla luce.


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Stenelmis sp. - Elmidae - Lazio
MessaggioInviato: 05/09/2012, 8:46 
Avatar utente

Iscritto il: 17/02/2009, 0:05
Messaggi: 8228
Località: Isola d'Elba - Arcipelago Toscano
Nome: Leonardo Forbicioni
Sia che fosse la consobrina che la canaliculata, sarebbe senz'altro un ritrovamento interessante.
Stando alla CL, la consobrina non scende sotto il fiume Mignone a Canale Monterano, fatta eccezione per una segnalazione al Lago di San Giuliano (MT). Mentre la canaliculata non risulterebbe mai catturata più a sud di Rota (RM) sempre c/o il fiume Mignone.

Stenelmis consobrina Dufour, 1835

Stenelmis consobrina.jpg



Stenelmis canaliculata (Gyllenhal, 1808)

Stenelmis canaliculata.jpg


_________________
"Stay hungry, stay foolish".
Steve Jobs, 2005
___________________
jjuniper8(at)gmail.com
Twitter: @weevil_forbix
cell. 339/5275910
___________________


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Stenelmis sp. - Elmidae - Lazio
MessaggioInviato: 05/09/2012, 9:21 
Avatar utente

Iscritto il: 05/02/2009, 17:25
Messaggi: 4756
Località: Zola Predosa (BO)
Nome: Loris Colacurcio
Non sono certo un esperto, ma questi elmidi da quando acquistai il libro della Fauna d'Italia, mi hanno sempre intrigato.

Se trovi un corso d'acqua con fondo ciotoloso ed una forte corrente è quasi certo che troverai degli elmidi: personalmente uso un colino (diametro circa 20 cm.) e lo posiziono a valle, per poi smuovere pietre e fondo poco più in alto.....e capitano davvero un sacco di bestiole, soprattutto larve ma anche molti hydraene, dryopidi e appunto elmidi.

Con la lampada ho sempre trovato qualche ditiscide, molti dryopidi e solo la Stenelmis consobrina come elmidi in quantità davero smodate, a volte :shock: ... anche a notevole distanza da qualunque corso d'acqua. Per esempio, proprio lo scorso mese ho osservato alcuni dryopidi a Castel d'Aiano ed il più vicino corso d'acqua è a non meno di 4 km. di distanza.

:hi:

_________________
Loris


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Stenelmis sp. - Elmidae - Lazio
MessaggioInviato: 05/09/2012, 13:50 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 30019
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Qui, diciamo da Roma in giù, l'ambiente è meno favorevole per questi animali, e forse non è un caso che la distribuzione nota sia quella visibile nelle cartine allegate da Leonardo. Ma comunque Dryopidae e Elmidae si trovano comunque nei relativamente pochi ruscelli e torrenti del Lazio. Ma alla luce non mi era mai capitato di trovarne: solo emitteri, idroadefagi e idrofilidi.

Ho scattato la foto quasi senza diffusore della luce per fare in modo che si evidenziasse la famosa carena, che in realtà è molto poco visibile. Si distingue anche all'ingrandimento permesso dal Forum, ma se necessario posso inviare un particolare alle dimensioni originali. A me sembra molto corta, come dovrebbe essere in consobrina (di estrazione non se ne parla, perchè è una femmina, a meno che dal barattolo non esca poi fuori anche un maschio).

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Stenelmis sp. - Elmidae - Lazio
MessaggioInviato: 05/09/2012, 14:44 
Avatar utente

Iscritto il: 17/02/2009, 0:05
Messaggi: 8228
Località: Isola d'Elba - Arcipelago Toscano
Nome: Leonardo Forbicioni
Julodis ha scritto:
........ a meno che dal barattolo non esca poi fuori anche un maschio.

....fruga....fruga!!! :p :p

_________________
"Stay hungry, stay foolish".
Steve Jobs, 2005
___________________
jjuniper8(at)gmail.com
Twitter: @weevil_forbix
cell. 339/5275910
___________________


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Stenelmis sp. - Elmidae - Lazio
MessaggioInviato: 05/09/2012, 14:58 
Avatar utente

Iscritto il: 08/07/2010, 10:53
Messaggi: 3161
Località: Matera
Nome: Domenico Cardinale
FORBIX ha scritto:
Sia che fosse la consobrina che la canaliculata, sarebbe senz'altro un ritrovamento interessante.
Stando alla CL, la consobrina non scende sotto il fiume Mignone a Canale Monterano, fatta eccezione per una segnalazione al Lago di San Giuliano (MT). Mentre la canaliculata non risulterebbe mai catturata più a sud di Rota (RM) sempre c/o il fiume Mignone.

Scommetto che il reperto del Lago S. Giuliano è di Angelini?!?!? O mi sbaglio? :D

_________________
Saluti :hi: Mimmo


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Stenelmis sp. - Elmidae - Lazio
MessaggioInviato: 05/09/2012, 15:56 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 30019
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Mimmo011 ha scritto:
Scommetto che il reperto del Lago S. Giuliano è di Angelini?!?!? O mi sbaglio? :D

Tre reperti dell'Oasi WWF a Ponte Cagnolino, di cui due di Angelini.

Non era difficile da capire, visto che la maggior parte dei reperti di Coleotteri di Basilicata e Puglia (Buprestidi parzialmente esclusi, altrimenti Izzillo protesta) sono di Fernando!

Ma non ti sei ancora scaricato la checklist?

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Stenelmis sp. - Elmidae - Lazio
MessaggioInviato: 05/09/2012, 16:10 
Avatar utente

Iscritto il: 08/07/2010, 10:53
Messaggi: 3161
Località: Matera
Nome: Domenico Cardinale
Julodis ha scritto:

Non era difficile da capire, visto che la maggior parte dei reperti di Coleotteri di Basilicata e Puglia (Buprestidi parzialmente esclusi, altrimenti Izzillo protesta) sono di Fernando!


Diamo ad Izzillo quello che è di Izzillo!!! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: Altrimenti poi niente cadeou! :gh:

Julodis ha scritto:
Ma non ti sei ancora scaricato la checklist?

Me l'ero scaricata ma poi ho formattato il PC e per pigrizia non l'ho più riistallata! Anche perchè la usavo molto poco e tempo un anno, questo forum conterrà più reperti della checklist! :ok:

_________________
Saluti :hi: Mimmo


Top
profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
nuovo argomento
rispondi
Pagina 1 di 1 [ 12 messaggi ]

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: