Benvenuto Ospite | Iscriviti

Forum Entomologi Italiani

www.entomologiitaliani.net/forum
 
Oggi è 19/11/2017, 6:45

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Pomatinus substriatus (Ph. Müller, 1806) - Dryopidae

9.IX.2013 - ITALIA - Abruzzo - PE, Pianella, 200m


nuovo argomento
rispondi
Pagina 1 di 1 [ 13 messaggi ]
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 10/09/2013, 20:15 
Avatar utente

Iscritto il: 23/06/2010, 19:05
Messaggi: 2255
Località: Pescara
Nome: Alessio Morelli
La specie dovrebbe essere quella, anche perché è difficile confonderla con altre.
Per chi ne volesse, me ne stanno arrivando diversi al lume.
:hi:

Dimensioni: 5mm

Pomatinus substriatus (Ph. Müller, 1806) Dryopidae.jpg



Top
profilo
MessaggioInviato: 10/09/2013, 21:03 
Avatar utente

Iscritto il: 17/02/2009, 0:05
Messaggi: 8228
Località: Isola d'Elba - Arcipelago Toscano
Nome: Leonardo Forbicioni
:ok: :ok: :ok:

_________________
"Stay hungry, stay foolish".
Steve Jobs, 2005
___________________
jjuniper8(at)gmail.com
Twitter: @weevil_forbix
cell. 339/5275910
___________________


Top
profilo
MessaggioInviato: 10/09/2013, 21:32 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 30019
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Belli i Dryopidi. E' un gruppo che mi è sempre piaciuto, anche se qui trovo sempre poche specie.
Questa non sono sicuro di averla presa (non ho ancora controllato due o tre esemplari che mi sono arrivati alla luce questa estate), per cui, se potessi tenermene uno, non mi dispiacerebbe.

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
MessaggioInviato: 10/09/2013, 21:43 
Avatar utente

Iscritto il: 17/02/2009, 0:05
Messaggi: 8228
Località: Isola d'Elba - Arcipelago Toscano
Nome: Leonardo Forbicioni
Questi, se vuoi posso trovartene qualcuno anche io. ;) :ok:
Si tratta di una delle specie più comuni qui all'Elba per questa famiglia. ;)
Ho avuto occasione di raccoglierne un po' di esemplari con dei fantastici compagni di raccolta, ovvero, Fabio Terzani, Saverio Rocchi e Cinzia Monte che non mi stancherò mai di ringraziare per tutto quello che mi hanno insegnato in quelle occasioni!! :lov2: :lov2:

Comunque, trovarli non è difficile!
Ti spiego come fare. Basta trovare un corso d'acqua con sponde sabbioso/limose, mettersi proprio dove l'acqua batte sul margine e "schiacciare" la sabbia/limo in modo che le bestiole, particolarmente "idrorepellenti" :lol: :lol: non si vedono galleggiare sul pelo dell'acqua, dove sarà un gioco da ragazzi raccoglierli. ;)

P.S. - Mi sa che ho fatto un casino a spiegare questa tecnica, ma spero si sia capito il modus operandi!!

_________________
"Stay hungry, stay foolish".
Steve Jobs, 2005
___________________
jjuniper8(at)gmail.com
Twitter: @weevil_forbix
cell. 339/5275910
___________________


Top
profilo
MessaggioInviato: 10/09/2013, 22:04 
Avatar utente

Iscritto il: 23/06/2010, 19:05
Messaggi: 2255
Località: Pescara
Nome: Alessio Morelli
Grazie per la conferma :birra:

Per Maurizio. Strano che questo da voi non si trova, o meglio, strano che non sia ancora arrivato alla tua lampada. Io questi li ho sempre trovati in queste circostanze, mai sotto i sassi lungo le sponde.
Te ne metto da parte quanti ne vuoi :ok: , sperando anche in altre specie...

FORBIX ha scritto:
Comunque, trovarli non è difficile!
Ti spiego come fare. Basta trovare un corso d'acqua con sponde sabbioso/limose, mettersi proprio dove l'acqua batte sul margine e "schiacciare" la sabbia/limo in modo che le bestiole, particolarmente "idrorepellenti" non si vedono galleggiare sul pelo dell'acqua, dove sarà un gioco da ragazzi raccoglierli.

Quindi Leonardo il modus operandi che spieghi, se non ricordo male, è lo stesso per gli Heteroceridi? Mi sembra di averlo già sentito :D .
Prima o poi devo provare, magari per vedere se funziona pure con gli Elminthidae.


Top
profilo
MessaggioInviato: 10/09/2013, 22:10 
Avatar utente

Iscritto il: 17/02/2009, 0:05
Messaggi: 8228
Località: Isola d'Elba - Arcipelago Toscano
Nome: Leonardo Forbicioni
Alessio89 ha scritto:
Quindi Leonardo il modus operandi che spieghi, se non ricordo male, è lo stesso per gli Heteroceridi? Mi sembra di averlo già sentito :D .

Giusto! :ok: Poi ovviamente puoi trovarli anche ravanando le pietre dove sopra scorre il velo d'acqua, proprio come per gli Elmidae, ma io ho fatto sempre buona caccia con la tecnica che ti ho indicato.
Alessio89 ha scritto:
Prima o poi devo provare, magari per vedere se funziona pure con gli Elminthidae.

Non credo che valga anche per loro. :?
Io, come ripeto, gli Elmidae li ho trovati sempre "raschiando" le pietre e posizionando il colino a valle! ;)

_________________
"Stay hungry, stay foolish".
Steve Jobs, 2005
___________________
jjuniper8(at)gmail.com
Twitter: @weevil_forbix
cell. 339/5275910
___________________


Top
profilo
MessaggioInviato: 10/09/2013, 22:13 
Avatar utente

Iscritto il: 23/06/2010, 19:05
Messaggi: 2255
Località: Pescara
Nome: Alessio Morelli
FORBIX ha scritto:
Non credo che valga anche per loro.
Io, come ripeto, gli Elmidae li ho trovati sempre "raschiando" le pietre e posizionando il colino a valle!

:ok:


Top
profilo
MessaggioInviato: 10/09/2013, 22:33 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 30019
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Grazie Leonardo, sia per l'offerta che per la spiegazione della tecnica (si capiva benissimo) che però già conoscevo e che uso quando trovo gli ambienti adatti e non sono impegnato in altre ricerche.

Se me ne dà un paio Alessio è meglio, visto che ne trova e abbiamo un piccolo scambio in corso.

Per Elmidi e Dryopidi il metodo classico è proprio quello di smuovere materiale lungo corsi d'acqua a flusso piuttosto veloce, tenendo il retino per acquatici (ma basta anche un grosso passino) parzialmente immerso immediatamente a valle.
Particolarmente fruttoso è agitare vigorosamente quella fitta vegetazione acquatica sommersa (che ora non ricordo cosa sia, ma con aspetto simile a muschi od epatiche) che cresce su rocce e sassi nei corsi d'acqua a flusso veloce, sempre col retino a valle. Così ci si trovano soprattutto Elmidi.

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
MessaggioInviato: 10/09/2013, 22:53 
Avatar utente

Iscritto il: 23/09/2009, 15:14
Messaggi: 1283
Nome: Alessandro Pinna
Bella specie, interessante...come tutti gli acquatici! :D
Dalle mie parti è comunissima, soprattutto in ruscelli e risorgive.

Julodis ha scritto:
Grazie Leonardo, sia per l'offerta che per la spiegazione della tecnica (si capiva benissimo) che però già conoscevo e che uso quando trovo gli ambienti adatti e non sono impegnato in altre ricerche.

Se me ne dà un paio Alessio è meglio, visto che ne trova e abbiamo un piccolo scambio in corso.

Per Elmidi e Dryopidi il metodo classico è proprio quello di smuovere materiale lungo corsi d'acqua a flusso piuttosto veloce, tenendo il retino per acquatici (ma basta anche un grosso passino) parzialmente immerso immediatamente a valle.
Particolarmente fruttoso è agitare vigorosamente quella fitta vegetazione acquatica sommersa (che ora non ricordo cosa sia, ma con aspetto simile a muschi od epatiche) che cresce su rocce e sassi nei corsi d'acqua a flusso veloce, sempre col retino a valle. Così ci si trovano soprattutto Elmidi.


Credo tu alluda alla Fontinalis antipyretica, che di solito pullula di Elmidi!
:hi:

_________________
AleP


Top
profilo
MessaggioInviato: 11/09/2013, 7:03 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 30019
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
AleP ha scritto:
Credo tu alluda alla Fontinalis antipyretica, che di solito pullula di Elmidi!

Proprio lei. Ieri proprio non mi veniva il nome. Dove c'è lei gli Elmidi non mancano quasi mai.

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
MessaggioInviato: 11/09/2013, 11:52 
Avatar utente

Iscritto il: 23/06/2010, 19:05
Messaggi: 2255
Località: Pescara
Nome: Alessio Morelli
AleP ha scritto:
Credo tu alluda alla Fontinalis antipyretica, che di solito pullula di Elmidi!

Grazie Alessandro, molto interessante :D .
Sicuramente dovrò cercarli altrove, sia la pianta che gli elmidi, qui nei dintorni ci sono soltanto impenetrabili fossi limacciosi, adatti alla tecnica illustrata da Leonardo per dryopidi e heteroceridi :mrgreen: ; nei limpidi fiumiciattoli di montagna invece sicuramente non avrò problemi.


Top
profilo
MessaggioInviato: 11/09/2013, 12:32 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 30019
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Alessio89 ha scritto:
AleP ha scritto:
Credo tu alluda alla Fontinalis antipyretica, che di solito pullula di Elmidi!

Grazie Alessandro, molto interessante :D .
Sicuramente dovrò cercarli altrove, sia la pianta che gli elmidi, qui nei dintorni ci sono soltanto impenetrabili fossi limacciosi, adatti alla tecnica illustrata da Leonardo per dryopidi e heteroceridi :mrgreen: ; nei limpidi fiumiciattoli di montagna invece sicuramente non avrò problemi.

L'importante è che il fondo sia roccioso o sassoso (e l'acqua non troppo inquinata!). In quel caso si sviluppano queste piante. non è necessario che sia un torrente di montagna. Ad esempio, si trovano anche nel Rio Fiume, che dalle colline di Tolfa scende verso Santa Severa, anche ad altezza quasi zero. E ovviamente anche lì ci sono gli Elmidae. Nelle zone abruzzesi appenniniche non mancano di certo gli ambienti adatti.

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
MessaggioInviato: 11/09/2013, 19:49 
Avatar utente

Iscritto il: 23/09/2009, 15:14
Messaggi: 1283
Nome: Alessandro Pinna
E' come dice Maurizio. Tanto che io il grosso degli elmidi lo raccolsi, in passato, in piena pianura padana nelle risorgive, dove sono assai più comuni, se l'acqua è pulita, che nei ruscelli montani.
Sono bestie affascinanti, anche se è un peccato che siano così piccoli! :)
:hi:

_________________
AleP


Top
profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
nuovo argomento
rispondi
Pagina 1 di 1 [ 13 messaggi ]

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: