Benvenuto Ospite | Iscriviti

Forum Entomologi Italiani

www.entomologiitaliani.net/forum
 
Oggi è 20/10/2019, 3:46

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Lestica clypeata (Schreber, 1759) ♂ - Crabronidae

5.VIII.2009 - ITALIA - Lombardia - VA, Albizzate (VA) 330 m


nuovo argomento
rispondi
Pagina 1 di 1 [ 5 messaggi ]
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 26/02/2012, 11:48 
 

Iscritto il: 20/08/2010, 20:03
Messaggi: 87
Località: Albizzate (VA)
Nome: Emanuele Zenga
Ciao, di questo imenottero non riesco a determinare ocn certezza nemmeno la famiglia, con le chiavi arrivo a Crabronidae o giù di lì. è lungo circa 9 mm, femmina. Ha i tarsi anteriori molto dilatati a cucchiaio, immagino per scavare il nido.

Microscopio088.jpg

Forum05.jpg

Forum06.jpg

Forum07.jpg



Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Imenottero, forse Crabronidae
MessaggioInviato: 26/02/2012, 11:53 
 

Iscritto il: 24/10/2011, 17:30
Messaggi: 1336
Nome: Isidro Martínez
Lestica clypeata, maschio.


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Imenottero, forse Crabronidae
MessaggioInviato: 26/02/2012, 15:11 
Avatar utente

Iscritto il: 17/02/2009, 0:05
Messaggi: 8399
Località: Isola d'Elba - Arcipelago Toscano
Nome: Leonardo Forbicioni
Concordo con Isidro! :lov2:
Anche per me maschio di Lestica clypeata (Schreber, 1759), dovrebbe essere inconfondibile!!
Bestiola "mitica" che non sono ancora mai riuscito a mettere sotto il binoculare!! :cry: :cry:
Sarei curioso di osservare a buoni ingrandimenti la dilatazione dei tarsi anteriori!! :shock: :shock:

P.S. - Dimenticavo, la funzione dei tarsi dilatati, non è quella di scavare il nido, ma "probabilmente" quella di farsi riconoscere dalle femmine della propria specie!! :shock: :shock:
Ti riporto, citandolo direttamente, quanto diceva su NM il nostro caro Maurizio Mei, circa "questi" curiosi maschietti:
Cita:
"...Una volta ho letto un articolo che parlava di questo problema nel genere Crabro (molto affine a Lestica). Durante la copula i maschi tengono i tarsi dilatati (in certi Crabro sono strutture davvero paradossali...!) a coprire gli occhi della femmina. I tarsi sono translucidi e hanno dei pattern di colorazione diversi da specie a specie. L'ipotesi era che la femmina riconosce, in trasparenza, il pattern della propria specie..."

_________________
"Stay hungry, stay foolish".
Steve Jobs, 2005
___________________
jjuniper8(at)gmail.com
Twitter: @weevil_forbix
cell. 339/5275910
___________________


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Imenottero, forse Crabronidae
MessaggioInviato: 26/02/2012, 18:17 
 

Iscritto il: 20/08/2010, 20:03
Messaggi: 87
Località: Albizzate (VA)
Nome: Emanuele Zenga
Grazie per le preziose informazioni, uttto avrei immaginato meno che i tarsi servissero per coprire gli occhi della femmina, anche perchè ho sbagliato clamorosamente il sesso (devo avere contato 12 articoli antennali).


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Imenottero, forse Crabronidae
MessaggioInviato: 29/02/2012, 12:36 
 

Iscritto il: 06/02/2009, 9:10
Messaggi: 569
Nome: Maurizio Mei
Lele ha scritto:
anche perchè ho sbagliato clamorosamente il sesso (devo avere contato 12 articoli antennali).


Hai contato bene, in realtà, solo che in lestica anche i maschi hanno 12 articoli... :) ! (13 articoli nel maschio non è una regola fissa, anche se è il caso più comune negli aculeati).
E' strano che Leonardo non ne abbia ancora trovata una, non è una bestia rara anzi... vedrai che prima o poi ti capita!
Ciao
maurizio


Top
profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
nuovo argomento
rispondi
Pagina 1 di 1 [ 5 messaggi ]

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron