Benvenuto Ospite | Iscriviti

Forum Entomologi Italiani

www.entomologiitaliani.net/forum
 
Oggi è 17/08/2018, 7:03

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Heterogaster urticae (Fabricius 1775) ♂,♀ - Lygaeidae Heterogastrinae (Heterogastridae)

29.III.2017 - ITALIA - Lazio - RM, Roma


nuovo argomento
rispondi
Pagina 1 di 1 [ 7 messaggi ]
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 10/04/2017, 13:16 
Avatar utente

Iscritto il: 22/08/2015, 0:01
Messaggi: 260
Località: ROMA
Nome: Elena Regina
TBL 6-8 mm. E. Regina legit.


33789182861_dc253d4244_c.jpg


_________________
Scias characterem non constituere genus, sed genus characterem.

Immagine
Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Lygaeidae ♂,♀
MessaggioInviato: 10/04/2017, 17:40 
Avatar utente

Iscritto il: 01/11/2009, 9:51
Messaggi: 2085
Nome: Andrea Rattu
Direi Heterogaster sp. ma da questa angolazione potrei sbagliarmi. Hai altri scatti? Ricordi su quale pianta si trovavano?

_________________
Se gettassi su di un piatto della bilancia tutto ciò che ho imparato a comprendere in quelle ore di meditazione di fronte all'acquario, e sull'altro tutto ciò che ho ricavato dai libri, come rimarrebbe leggero il secondo!
Konrad Lorenz


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Lygaeidae ♂,♀
MessaggioInviato: 10/04/2017, 19:40 
Avatar utente

Iscritto il: 22/08/2015, 0:01
Messaggi: 260
Località: ROMA
Nome: Elena Regina
Grazie, Andrea! Sì, ho fatto altre foto, ma (purtroppo) con angolazioni simili. Direi Heterogaster urticae (Fabricius 1775), anche in quanto la pianta ospite è Urtica dioica (alcuni tricomi sono visibili nell'immagine).

PS: Lygaeidae o Heterogastridae? :arrow: https://en.wikipedia.org/wiki/Heterogastridae

Cita:
Heterogastridae is a family of lygaeoid bugs consisting of 23 gg and 97 spp. The group has been considered a sf, tb and stb, but most recently has been restored to f status.

_________________
Scias characterem non constituere genus, sed genus characterem.

Immagine


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Lygaeidae ♂,♀
MessaggioInviato: 10/04/2017, 20:19 
Avatar utente

Iscritto il: 01/11/2009, 9:51
Messaggi: 2085
Nome: Andrea Rattu
Perfetto! Quanto alla domanda "Lygaeidae o Heterogastridae?" credo che Wikipedia abbia toppato, la famiglia è e resta Lygaeidae, a meno che io non mi sia perso qualcosa e l'abbiano effettivamente smembrata in più famiglie. Se passa qualche "big" magari ci leviamo questo dubbio.

_________________
Se gettassi su di un piatto della bilancia tutto ciò che ho imparato a comprendere in quelle ore di meditazione di fronte all'acquario, e sull'altro tutto ciò che ho ricavato dai libri, come rimarrebbe leggero il secondo!
Konrad Lorenz


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Lygaeidae ♂,♀
MessaggioInviato: 17/04/2017, 10:55 
Avatar utente

Iscritto il: 05/02/2009, 17:34
Messaggi: 829
Località: Sondrio - Lombardia - Italia
Nome: Paride Dioli
Pericart (faune de france, 3 vols), Aukema e Rieger (catalogo eterotteri paleartici) e Faunaeur.org (che viene periodicamente aggiornata), considerano ancora i Lygaeidae una famiglia così suddivisa:
Artheneinae
Bledionotinae
Blissinae
Cyminae
Geocorinae
Henestarinae
Heterogastrinae
Ischnorhynchinae
Lygaeinae
Orsillinae
Oxycareninae
Pachygronthinae
Rhyparochrominae


se le sottofamiglie si vogliono elevare al rango superiore, si sostituisce - nella desinenza - la "n" con la "d".
Ma è solo la scoperta dell'acqua calda.

_________________
Link: http://www.ndsu.nodak.edu/ndsu/rider/Pentatomoidea/Researchers/Dioli_Paride.htm
Papers in PDF format: https://www.researchgate.net/profile/Paride_Dioli/?ev=hdr_xprf/


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Lygaeidae ♂,♀
MessaggioInviato: 19/04/2017, 11:16 
Avatar utente

Iscritto il: 05/02/2009, 17:36
Messaggi: 763
Nome: Attilio Carapezza
La collocazione corretta in realtà è Heterogastridae. Vent’anni (1997) fa uno dei maggiori eterotterologi statunitensi, Thomas Henry, pubblicò un articolo di grande risonanza sulla cladistica dei Lygaeoidaea. In esso, a conclusione di una serrata analisi, veniva proposta una nuova articolazione della superfamiglia Lygaeoidea, riportata di seguito, che creava un certo numero di nuove famiglie a seguito dello smembramento della famiglia Lygaeidae. Non si trattò semplicemente di elevare a rango di famiglia le precedenti sottofamiglie, ma di una vera e propria riorganizzazione su base filogenetica: alcune sottofamiglie, infatti, rimasero tali, ad es Henestarinae e Bledonotinae, divenute sottofamiglie di Geocoridae, o Ischnorhynchinae e Orsillinae, divenute sottofamiglie di Lygaeidae. Nei vent’anni intercorsi nessuno ha mai messo in discussione i risultati conseguiti da Henry.
La nuova sistematica fu immediatamente adottata dai ricercatori nord- e sudamericani, asiatici, ecc. Si affermò con un certo ritardo in Europa poiché Péricart, al momento della comparsa dell’articolo di Henry, aveva già in stampa la sua monumentale monografia in tre volumi sui “Lygaeidae” euromediterranei (1978). Aveva comunque inserito una frase nell’Introduzione in cui avvertiva che “I Lygaeidae appaiono in realtà come un raggruppamento polifiletico di Sottofamigle indubbiamente destinate, in un futuro più o meno prossimo, ad essere elevate al rango di Famiglie”. Péricart fu autore anche del capitolo sui Lygaeidae nel IV volume del Catalogue of the Heteroptera of the Palaearctic Region che sarebbe stato pubblicato poco dopo (2001). In esso prende atto del lavoro di Henry e del suo riassetto sistematico, ma dichiara, in considerazione del poco tempo intercorso, di ritenere ancora prematura la sua adozione. L’attardamento di Fauna europea si spiega bene considerando che il suo editor è lo stesso del Catalogue of the Heteroptera of the Palaearctic Region e che per ragioni di continuità tra le due opere non ha voluto apportate cambiamenti di impostazioni. che si tratti di 'attardamento' è ben presente anche all'amico Paride Dioli quando scrive che Pericart (faune de france, 3 vols), Aukema e Rieger (catalogo eterotteri paleartici) e Faunaeur.org (che viene periodicamente aggiornata), considerano 'ancora' i Lygaeidae una famiglia.
Dicevo che in Europa l’assetto di Henry si affermò con un certo ritardo. La ‘cautela’ si protrasse sino a circa il 2005-6, ma negli ultimi 10 anni non c’è praticamente un solo lavoro di qualità che non abbia adottato la nuova sistematica; è emblematico il comportamento del maggiore specialista europeo di Lygaeoidea, l’ungherese Elod Kondorosy. Nel 2006 pubblica un lavoro intitolato “New synonyms in Oriental Geocorinae” la cui Introduzione inizia con la frase “The subfamily Geocorinae (or family Geocoridae sensu HENRY, 1997)”, ma a partire dall’anno successivo adotta senza riserve la nuova suddivisione in famiglie. La stessa scelta è stata fatta da Baena, Chérot, Deckert, Göllner-Scheiding, Kment, Linnavuori, Lis, Matocq, Pluot-Sigwalt, Stehlik, Vilimova, ecc.
Se proprio si vuole continuare ad utilizzare il nome Lygaeidae in riferimento all’intera superfamiglia, bisogna farlo quanto meno nella forma “Lygaeidae s. l.” per evitare confusione con la famiglia attuale dei Lygaeidae (quella che raggruppa le sottofamiglie Ischnorhynchinae, Lygaeinae e Orsillinae) .
So bene quanto i cambiamenti sistematici siano difficili da accettare, ma dobbiamo considerare la sistematica una scienza in continua evoluzione; proprio questo è uno dei segni maggiori della sua vitalità!

Lygaeoidea
1. Artheneidae
2. Berytidae
3. Blissidae
4. Colobathristidae
5. Cryptorhamphidae
6. Cymidae
7. Geocoridae
Bledonotinae (including Pamphantinae)
Geocorinae
Henestarinae
8. Heterogastridae
9. Lygaeidae
Ischnorhynchinae
Lygaeinae
Orsillinae
10. Malcidae
Chauliopinae
Malcinae
11. Ninidae
12. Oxycarenidae
13. Pachygronthdae
14. Piesmatidae
Piesmatinae
Psamminae
15. Rhyparochromidae
Plinthisinae
Rhyparochrominae (Antillocorini, Cleradini, Drymini, Gonianotini, Lethaeini, Lilliputocorini, Megalonotini, Myodochini, Ozophorini, Phasmosomini, Rhyparochromini, Stygnocorini, Targaremini, Udeocorini).


Top
profilo
MessaggioInviato: 21/04/2018, 18:06 
Avatar utente

Iscritto il: 22/08/2015, 0:01
Messaggi: 260
Località: ROMA
Nome: Elena Regina
Grazie, Attilio! Leggo solo ora il tuo intervento... Pardon!

E' proprio vero che nella scienza il principio di autorità vale zero, però è duro a morire...

_________________
Scias characterem non constituere genus, sed genus characterem.

Immagine


Top
profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
nuovo argomento
rispondi
Pagina 1 di 1 [ 7 messaggi ]

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: