Benvenuto Ospite | Iscriviti

Forum Entomologi Italiani

www.entomologiitaliani.net/forum
 
Oggi è 19/03/2019, 9:08

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Peirates hybridus (Scopoli, 1763) - Reduviidae

21.II.2010 - ITALIA - Veneto - VI, dint. di Castelgomberto


nuovo argomento
rispondi
Pagina 1 di 1 [ 12 messaggi ]
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 17/03/2010, 1:35 
Avatar utente

Iscritto il: 08/02/2010, 23:01
Messaggi: 4860
Località: Vicenza
Nome: Silvano Biondi
Vedo da altre discussioni che il genere dovrebbe essere questo. In realtà propongo questa immagine perchè è la mia prima esperienza con combine ZP e vorrei qualche consiglio per migliorare la qualità. Preciso che ho fatto quattro scatti usando la macchina sul cavalletto (sto cercando uno stativo adatto) e variando la distanza con la manovella del cavalletto. Uso una canon eos 50D con obbiettivo canon 100 2.8. Sto per acquistare i tubi di prolunga.
rectangle_New-Out99997 - Copia.jpg


Vorrei aggiungere che l'immagine originale era ovviamente migliore, ma con i suoi 780 KB non è stata accettata. Ho dovuto ridimensionare fino agli attuali 64, con notevole perdita. Come mai vedo nel forum foto molto più pesanti mentre io non riesco a inserirle :x ?
Dimenticavo: dint. di Castelgomberto, Vicenza, 21 II 2010, 13 mm.
Grazie :hi:

_________________



Silvano


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Peirates, e richiesta di consigli
MessaggioInviato: 17/03/2010, 1:55 
Avatar utente

Iscritto il: 14/01/2010, 0:10
Messaggi: 3603
Località: Liguria, Genova
Nome: Giovanni Ratto
Apoderus ha scritto:
Vorrei aggiungere che l'immagine originale era ovviamente migliore, ma con i suoi 780 KB non è stata accettata. Ho dovuto ridimensionare fino agli attuali 64, con notevole perdita. Come mai vedo nel forum foto molto più pesanti mentre io non riesco a inserirle :x ?
Mi unisco alla domanda!
In che modo bisogna intervenire sul file? (Io uso Paintshop pro8)
Help 2.gif



:hi:

_________________
ImmagineGiovanni
Pactolinus gigas (Paykull, 1811)


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Peirates, e richiesta di consigli
MessaggioInviato: 17/03/2010, 2:01 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 31017
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Apoderus ha scritto:
Vedo da altre discussioni che il genere dovrebbe essere questo. In realtà propongo questa immagine perchè è la mia prima esperienza con combine ZP e vorrei qualche consiglio per migliorare la qualità. Preciso che ho fatto quattro scatti usando la macchina sul cavalletto (sto cercando uno stativo adatto) e variando la distanza con la manovella del cavalletto. Uso una canon eos 50D con obbiettivo canon 100 2.8. Sto per acquistare i tubi di prolunga.
Vorrei aggiungere che l'immagine originale era ovviamente migliore, ma con i suoi 780 KB non è stata accettata. Ho dovuto ridimensionare fino agli attuali 64, con notevole perdita. Come mai vedo nel forum foto molto più pesanti mentre io non riesco a inserirle :x ?
Dimenticavo: dint. di Castelgomberto, Vicenza, 21 II 2010, 13 mm.
Grazie :hi:


Non tutta l'immagine è a fuoco. Ciò vuol dire che forse uno o due scatti in più ci volevano. Facendo un po' di pratica, comunque, quasi tutte le foto vengono bene con 4-5 scatti, anche se puoi farne tranquillamente 10-20. Tutto dipende dalla profondità di campo che hai in ogni foto. Con un po' di pratica ti renderai conto di quanto spostarti tra una foto e l'altra per avere tutto a fuoco senza troppi scatti. Tieni comunque conto che oltre un certo ingrandimento devi tenere il diaframma abbastanza aperto (io non chiudo oltre 8), altrimenti perdi i dettagli e l'immagine diventa sempre più confusa (proporzionalmente al fattore di ingrandimento e alla chiusura del diaframma). Quindi, meglio più scatti con maggiore apertura del diaframma.
Come cavalletto, ti consiglio di cercare uno stativo per riproduzione di documenti. Io uso un Mini Repro della Industria Fotografica Firenze, stabile, preciso e non troppo ingombrante. Puoi anche rimediare ed adattare una colonna di un vecchio ingranditore. Per la regolazione della distanza non va bene quella dello stativo o dell'ingranditore. Ti consiglio di attaccarci un soffietto (invece dei tubi) dotato di slitta per la regolazione della distanza dal soggetto (sono ottimi e poco costosi quelli russi, cosiddetti vintage. Si trovano spesso con attacco a vite M42. Bastano due anelli adattatori vite-baionetta Canon e viceversa per usarli con la tua reflex e il tuo obiettivo. Ovviamente perdi tutti gli automatismi, ma in questo genere di foto non servono comunque. Conviene lavorare tutto in manuale: fuoco, diaframma e tempi. Inoltre con altri anelli adattatori (in genere costano qualche euro l'uno) puoi montarci ogni genere di obiettivi, sia fotografici di altre marche, sia da ingranditore (in genere con attacco a vite da 39 mm e spesso molto economici), sia obiettivi da microscopio con attacco RMS (ci sono anche specifici obiettivi nati per foto ultra-macro con questo attacco, ma nuovi, della Nikon o Olympus, costano cifre tipo 10.000 Euro! Usati, gli Zeiss o Leitz (tipo Luminar, Photar, ecc.), che però hanno magari 50 anni o più e possono avere danni alle lenti, costano comunque parecchie centinaia di Euro, a causa della richiesta da parte dei collezionisti).

Per l'inserimento delle foto, considera che si raggiunge prima il limite di dimensioni (1024 pixel) di quello in kb. In caso contrario, vuol dire che hai salvato in formato JPEG con uno scarso fattore di compressione. Ti consiglio di ridimensionare le foto con dimensione massima 1024 (uno dei lati, e l'altro quello che viene, ma sempre non più di 1024) e di salvare cambiando il valore di compressione per restare sui 200-300 kb.

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Peirates, e richiesta di consigli
MessaggioInviato: 17/03/2010, 2:15 
Avatar utente

Iscritto il: 08/02/2010, 23:01
Messaggi: 4860
Località: Vicenza
Nome: Silvano Biondi
Grazie Maurizio. Ci metterò un po' a digerire tutte queste preziose informazioni: spero che le mie foto migliorino di conseguenza.
Un particolare curioso sulla cattura. L'esemplare era sotto una pietra: l'ho preso tranquillamente tra le dita, non avendo realizzato che era un Reduviidae :shock: . Non avevo un contenitore a portata di mano, quindi ho continuato per diversi minuti a tenerlo sul palmo mentre cercavo una provetta. Solo più tardi ho visto di che genere si trattava ed ho appreso che la sua puntura è estremamente dolorosa. E' andata bene :lol:
:hi:

_________________



Silvano


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Peirates, e richiesta di consigli
MessaggioInviato: 17/03/2010, 2:16 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 31017
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Pactolinus ha scritto:
Mi unisco alla domanda!
In che modo bisogna intervenire sul file? (Io uso Paintshop pro8)
Help 2.gif


:hi:

In questo caso specifico (io uso Paint Shop Pro X2, che però non è molto diverso dalla versione più datata) conviene salvare i file in JPEG con un fattore di compressione 15 (in questo programma i valori vanno da 1, compressione praticamente nulla, fino a 100, praticamente un unico quadrato di un solo colore!) Con valore 15 non si nota praticamente la differenza con la foto non compressa, ma una immagine da 1024 x 768 sta in genere sotto 200 kb (varia da circa 100 a circa 300 a seconda della complessità dell'immagine e dei dettagli visibili . succede con tutti i formati compressi, solo le immagini non compresse, tipo quelle con estensione BMP, hanno una dimensione in kb strettamente proporzionale alle dimensioni in pixel e al numero di colori usati. Ad esempio, 256 colori = 8 bit, per 1024x 768 pixel = circa 800.000 pixel, fa 800 kbyte (perchè servono 8 bit, ovvero informazioni binarie tipo I o 0, per definire il colore di un pixel, ma 8 bit costituiscono 1 byte, quindi 1 byte x 800.000 pixel = 800.000 byte).
Ovviamente, per le foto che spediamo noi, che sono in genre a milioni di colori (di solito 24 o 32 bit) tutto va moltiplicato per 3 o 4 volte. In pratica una foto 1024x768 a 24 bit occupa, in formato non compresso, 2,4 Mbyte, e si riduce a circa 1/15 salvandola in JPEG con fattore 15, ovvero meno di 200 kbyte.

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Peirates, e richiesta di consigli
MessaggioInviato: 17/03/2010, 2:17 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 31017
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Apoderus ha scritto:
L'esemplare era sotto una pietra: l'ho preso tranquillamente tra le dita, non avendo realizzato che era un Reduviidae :shock: . Non avevo un contenitore a portata di mano, quindi ho continuato per diversi minuti a tenerlo sul palmo mentre cercavo una provetta. Solo più tardi ho visto di che genere si trattava ed ho appreso che la sua puntura è estremamente dolorosa. E' andata bene :lol:
:hi:

Altrimenti facevi la fine di Darwin! :gh:

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Peirates, e richiesta di consigli
MessaggioInviato: 17/03/2010, 2:28 
Avatar utente

Iscritto il: 08/02/2010, 23:01
Messaggi: 4860
Località: Vicenza
Nome: Silvano Biondi
Tra tutte le vicende capitate al nostro Maestro, preferirei condividerne altre, piuttosto che una malattia (più o meno psicosomatica) causata dalla puntura di una cimiciaccia tropicale :lol1:
:hi:

_________________



Silvano


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Peirates, e richiesta di consigli
MessaggioInviato: 17/03/2010, 9:59 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 06/02/2009, 9:16
Messaggi: 6142
Località: Portici (Napoli)
Nome: Claudio Labriola
Ciao Silvano,
per quanto riguarda la determinazione, il genere è corretto e per la macchia scura di forma ovale allungata sul clavo direi si tratti di Peirates hybridus (Scopoli, 1763), ovviamente aspetta un parere più autorevole del mio per una conferma :)

_________________
Immagine Claudio Labriola
Buona Vita!!!!


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Peirates, e richiesta di consigli
MessaggioInviato: 17/03/2010, 20:02 
Avatar utente

Iscritto il: 14/01/2010, 0:10
Messaggi: 3603
Località: Liguria, Genova
Nome: Giovanni Ratto
Grazie delle informazioni, appena capiterà l'occasione mi cimenterò
con bit e byte!!! :lol:
Più che altro dovrei procurarmi una reflex digitale per cominciare a
fare qualche foto ai miei "piccoli" :lov3: Histeridae :lov3:
e magari postare anch'io qualche bestiola interessante! :gh:

:hi:

_________________
ImmagineGiovanni
Pactolinus gigas (Paykull, 1811)


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Peirates, e richiesta di consigli
MessaggioInviato: 17/03/2010, 23:30 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 31017
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Pactolinus ha scritto:
Grazie delle informazioni, appena capiterà l'occasione mi cimenterò
con bit e byte!!! :lol:

Basta che tra bit e byte non ti fai bite dai tuoi Histeridi!

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Peirates, e richiesta di consigli
MessaggioInviato: 17/03/2010, 23:40 
Avatar utente

Iscritto il: 14/01/2010, 0:10
Messaggi: 3603
Località: Liguria, Genova
Nome: Giovanni Ratto
Julodis ha scritto:
Basta che tra bit e byte non ti fai bite dai tuoi Histeridi!
...In effetti potrei sembrargli un appetitoso larvone!!! :lol1: :lol1: :lol1:

:to: :hi:

_________________
ImmagineGiovanni
Pactolinus gigas (Paykull, 1811)


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Regime alimentare degli Histeridae
MessaggioInviato: 19/03/2010, 2:13 
Avatar utente

Iscritto il: 05/02/2009, 17:36
Messaggi: 764
Nome: Attilio Carapezza
Non dò consigli tecnici sulla foto, ma mi limito a confermare la correttezza della determinazione proposta da Claudio: Peirates hybridus (Scopoli, 1763).


Top
profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
nuovo argomento
rispondi
Pagina 1 di 1 [ 12 messaggi ]

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: