Benvenuto Ospite | Iscriviti

Forum Entomologi Italiani

www.entomologiitaliani.net/forum
 
Oggi è 19/11/2019, 5:46

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Chiave fotografica per le specie europee del genere Cerambyx

 


nuovo argomento
rispondi
Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Pagina 1 di 2 [ 25 messaggi ]
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 30/01/2019, 17:32 
Avatar utente

Iscritto il: 21/05/2009, 14:59
Messaggi: 6265
Località: Casinalbo (MO)
Nome: Riccardo Poloni
Visto che a quanto pare è un genere ostico, metto una chiave per le specie europee del genere Cerambyx con le foto come veniva suggerito. Le foto sono fatte senza troppi amenicoli, a scopo scientifico, non ho unformato lo sfondo a tutte e curato troppo la luce, però secondo me sono molto chiare. Prima che qualcuno commenti che non sono tutte le specie di Cerambyx anticipo dicendo che ci sarebbe, piuttosto raro, anche il Cerambyx dux in Bulgaria e Macedonia, però non ce l'ho in collezione, quindi non sapevo come fare la foto! :to: Ce ne sono sul forum ma di identificazione dubbia e quindi ho preferito aspettare a metterle.
Inserisco di nuovo la chiave che già avevo scritto in un'altra discussione allegando quindi le foto e i particolari anatomici descritti in modo comparativo (più avanti quando ho finito i disegni).
La metto qui così è più visibile e se qualcuno ha suggerimenti da fare per migliorare la chiave può farli.

1 Elitre con tegumenti completamente neri e lucidi.....................scopoli Fuessly

scopoli cf.jpg



- elitre con tegumenti almeno in parte rossastri, alle volte con pubescenza argentata.....2

2 elitre e pronoto con pubescenza argentata, pronoto spesso non completamente nero ma leggermente rossastro, elitre con colorazione rossastra più estesa.................3

- elitre e pronoto senza pubescenza argentata, pronoto completamente nero, elitre con colorazione rossastra meno estesa ..............4

3 secondo articolo antennale almeno il doppio più largo che lungo, schiacciato.............carinatus Küster

carinatus cf.jpg



- secondo articolo antennale decisamente più lungo che largo.......................................welensii Küster

welensii cf.jpg



4 antenne nel maschio molto più lunghe del corpo, con articoli non molto globosi, apice elitrale con evidente spina…………..cerdo Linnaeus

cerdo cf.jpg



- antenne nel maschio di poco più lunghe del corpo, con articoli più globosi, apice elitrale senza spina……………5

5 elitre dall’aspetto sericeo o comunque non lucido, scultura elitrale mediamente meno rilevata, le antenne possono presentare, soprattutto nella femmina, una pubescenza argentata, pronoto senza una zona centrale liscia e con pieghe poco rilevate che possono essere disposte in serie longitudinali………………6
- elitre decisamente lucide, con scultura mediamente più rilevata, pronoto spesso con una zona centrale liscia e molto più corrugato senza pieghe longitudinali……………….nodulosus Germar

nodulosus cf.jpg



6 occhi di dimensioni maggiori, la parte inferiore raggiunge il bordo inferiore della testa...........dux Faldermann



- occhi di dimensioni minori, la parte inferiore non raggiunge il bordo inferiore dell testa..........miles Bonelli

miles cf.jpg


_________________
Riccardo Poloni
La dignità degli elementi
la libertà della poesia,
al di là dei tradimenti degli uomini
è magia, è magia, è magia...
Negrita, Rotolando verso sud


Top
profilo
MessaggioInviato: 30/01/2019, 19:08 
Avatar utente

Iscritto il: 09/11/2010, 19:52
Messaggi: 4265
Località: Brescia
Nome: Luca Bodei
Ciao Riccardo,bella iniziativa, per quanto riguarda la ssp.? Per esempio la ssp. sicula dello C.scopoli... :roll: Fotograficamente si dovrebbe vedere la differenza, per via della sua pubescenza, che da un aspetto diverso rispetto la specie, gli da un colore grigio anzichè nero lucido...o no? :hi:
In questo caso gli amici siculi potrebbero,se ne hanno, contribuire con fotografie... ;)

_________________
Tc70


Top
profilo
MessaggioInviato: 30/01/2019, 19:14 
Avatar utente

Iscritto il: 21/05/2009, 14:59
Messaggi: 6265
Località: Casinalbo (MO)
Nome: Riccardo Poloni
Per ora ho lasciato perdere le sottospecie per semplicità. Inoltre, se le sottospecie sono vere sottospecie possono essere identificate a partire dalla provenienza.
Non da ultimo non ho gli esemplari, ma se qualcuno mi vuole fare un regalo... :mrgreen: :mrgreen:

_________________
Riccardo Poloni
La dignità degli elementi
la libertà della poesia,
al di là dei tradimenti degli uomini
è magia, è magia, è magia...
Negrita, Rotolando verso sud


Top
profilo
MessaggioInviato: 30/01/2019, 19:52 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 31259
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Ciao Riccardo. Bella iniziativa. Mancherebbero le foto di C. dux, e poi sarebbe utile aggiungere, per ogni specie, la distribuzione in Italia, almeno approssimativa (meglio ancora, con piccole mappe di distribuzione).

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
MessaggioInviato: 30/01/2019, 22:25 
Avatar utente

Iscritto il: 21/05/2009, 14:59
Messaggi: 6265
Località: Casinalbo (MO)
Nome: Riccardo Poloni
Maurizio, leggi il testo :no1: :no1: . Sono d'accordo per le mappe, però ci vuole molto tempo per farle :to:

_________________
Riccardo Poloni
La dignità degli elementi
la libertà della poesia,
al di là dei tradimenti degli uomini
è magia, è magia, è magia...
Negrita, Rotolando verso sud


Top
profilo
MessaggioInviato: 31/01/2019, 6:54 
Avatar utente

Iscritto il: 22/03/2010, 10:17
Messaggi: 1072
Località: Cluj-Napoca, Romania
Nome: Adrian Ruicanescu
Nice initiative. Thank you.

_________________
Ciao :hi:
Adrian


Top
profilo
MessaggioInviato: 31/01/2019, 13:06 
 

Iscritto il: 01/06/2012, 12:24
Messaggi: 296
Nome: Danilo Baratelli
Se fai un bel pdf me lo scarico, che è sempre utile...
Ciao Danilo


Top
profilo
MessaggioInviato: 31/01/2019, 14:04 
Avatar utente

Iscritto il: 11/06/2014, 12:12
Messaggi: 642
Località: Calabria
Nome: Ferdinando Giovine
:hp: :hp: :hp:
La distribuzione rimane fondamentale. In attesa di fare le mappe potresti semplicemente scriverla anche per le specie non italiane. Per le italiane ti consiglierei anche la frequenza, tipo: comune al Nord, più raro al centro, assente al Sud (è solo un esempio!)

_________________
Fai attenzione a chi calpesti per salire, potresti incontrarlo mentre scendi. Marcela Jalife


Top
profilo
MessaggioInviato: 31/01/2019, 14:10 
Avatar utente

Iscritto il: 11/06/2014, 12:12
Messaggi: 642
Località: Calabria
Nome: Ferdinando Giovine
Io ho la sensazione che siculus sia una specie separata e non una sottospecie.
Cerambyx dovrebbe essere maschile e quindi no sicula ma siculus

_________________
Fai attenzione a chi calpesti per salire, potresti incontrarlo mentre scendi. Marcela Jalife


Top
profilo
MessaggioInviato: 31/01/2019, 15:34 
Avatar utente

Iscritto il: 21/05/2009, 14:59
Messaggi: 6265
Località: Casinalbo (MO)
Nome: Riccardo Poloni
Raro, frequente o non presente sono aggettivi aleatori. Per me può essere frequente il welensii perchè so come cercarlo, per altri può essere introvabile perchè non c'è nella loro zona o non sanno come cercarlo.

Per quanto riguarda il siculus non ti saprei dire, perchè non ne ho, però se Sama e Rapuzzi ne hanno fatto una sottospecie e non una specie un motivo ci sarà.

Danilo, se vuoi faccio un pdf e lo metto nel post originale :ok: .

_________________
Riccardo Poloni
La dignità degli elementi
la libertà della poesia,
al di là dei tradimenti degli uomini
è magia, è magia, è magia...
Negrita, Rotolando verso sud


Top
profilo
MessaggioInviato: 31/01/2019, 17:25 
 

Iscritto il: 01/06/2012, 12:24
Messaggi: 296
Nome: Danilo Baratelli
Dai Riccardo vai di pdf che in molti se lo scaricheranno, perché per queste bestie, conoscendo le specie, spesso si va ad occhio ma sui casi dubbi non si hanno criteri oggettivi e si rischia di sbagliare.
Grazie
Danilo


Top
profilo
MessaggioInviato: 31/01/2019, 17:27 
Avatar utente

Iscritto il: 20/08/2010, 15:09
Messaggi: 291
Località: Ravenna, Italia
Nome: Raffaele Bocchini
Complimenti Riccardo, lavoro bello e utile.
Raffaele :hi:


Top
profilo
MessaggioInviato: 31/01/2019, 18:26 
Avatar utente

Iscritto il: 21/05/2009, 14:59
Messaggi: 6265
Località: Casinalbo (MO)
Nome: Riccardo Poloni
Il Baratelli ha scritto:
Dai Riccardo vai di pdf che in molti se lo scaricheranno, perché per queste bestie, conoscendo le specie, spesso si va ad occhio ma sui casi dubbi non si hanno criteri oggettivi e si rischia di sbagliare.
Grazie
Danilo


Sì, bisogna stare all'occhio. Rimettendo a posto delle scatole da magazzino ho visto una femmina che avevo scambiato così vedendola nella scatola per un esemplare piccolo di cerdo, poi prendendola per spostarla ho visto che invece era una femmina enorme di scopoli :mrgreen:

Grazie Raffaele :lov2:

_________________
Riccardo Poloni
La dignità degli elementi
la libertà della poesia,
al di là dei tradimenti degli uomini
è magia, è magia, è magia...
Negrita, Rotolando verso sud


Top
profilo
MessaggioInviato: 31/01/2019, 22:01 
Avatar utente

Iscritto il: 11/06/2014, 12:12
Messaggi: 642
Località: Calabria
Nome: Ferdinando Giovine
Plagionotus ha scritto:
Raro, frequente o non presente sono aggettivi aleatori. Per me può essere frequente il welensii perchè so come cercarlo, per altri può essere introvabile perchè non c'è nella loro zona o non sanno come cercarlo.

Per quanto riguarda il siculus non ti saprei dire, perchè non ne ho, però se Sama e Rapuzzi ne hanno fatto una sottospecie e non una specie un motivo ci sarà.


Cerco di spiegarmi meglio. Se ci sono in letteratura 2 sole segnalazioni (con pochi esemplari) per le Marche e 1000 segnalazioni in Piemonte c'è la probabilità che la specie sia poco comune nelle Marche e comune in Piemonte.
Ti potrei portare la mia esperienza ai giardini pubblici di Napoli nei lontani anni '90. Una volta constata la presenza di buchi nei tronchi e nei rami di quercia la sera successiva mi sono organizzato ed ho cercato di prendere a vista tutto quello che vedevo. Risultato: una quindicina di welensii ed un solo cerdo. Comsiderazione: il welensii nei giardini pubblici di Napoli è comune, il cerdo è presente, ma più raro.
siculus: due sottospecie che convivono nello stesso posto e nello stesso habitat sono due specie differenti. Io vi presentai tempo fa in questo forum uno scopoli decisamente grigio. Successivamente nello stesso posto ho trovato 2 scopoli assolutamente tipici. Se con le prossime trappole primaverili si ripeterà la cattura di ambedue qualche dubbio me lo farei venire

_________________
Fai attenzione a chi calpesti per salire, potresti incontrarlo mentre scendi. Marcela Jalife


Top
profilo
MessaggioInviato: 31/01/2019, 22:22 
Avatar utente

Iscritto il: 22/12/2009, 13:31
Messaggi: 8794
Località: Napoli
Nome: Francesco Izzillo
Acquarius ha scritto:
Plagionotus ha scritto:
Raro, frequente o non presente sono aggettivi aleatori. Per me può essere frequente il welensii perchè so come cercarlo, per altri può essere introvabile perchè non c'è nella loro zona o non sanno come cercarlo.

Per quanto riguarda il siculus non ti saprei dire, perchè non ne ho, però se Sama e Rapuzzi ne hanno fatto una sottospecie e non una specie un motivo ci sarà.


Cerco di spiegarmi meglio. Se ci sono in letteratura 2 sole segnalazioni (con pochi esemplari) per le Marche e 1000 segnalazioni in Piemonte c'è la probabilità che la specie sia poco comune nelle Marche e comune in Piemonte.
Ti potrei portare la mia esperienza ai giardini pubblici di Napoli nei lontani anni '90. Una volta constata la presenza di buchi nei tronchi e nei rami di quercia la sera successiva mi sono organizzato ed ho cercato di prendere a vista tutto quello che vedevo. Risultato: una quindicina di welensii ed un solo cerdo. Comsiderazione: il welensii nei giardini pubblici di Napoli è comune, il cerdo è presente, ma più raro.
siculus: due sottospecie che convivono nello stesso posto e nello stesso habitat sono due specie differenti. Io vi presentai tempo fa in questo forum uno scopoli decisamente grigio. Successivamente nello stesso posto ho trovato 2 scopoli assolutamente tipici. Se con le prossime trappole primaverili si ripeterà la cattura di ambedue qualche dubbio me lo farei venire

Condivido ma c'è un ma...in Sicilia le due sottospecie convivono? A me non risulta ma potrebbe essere una mia lacuna.

_________________
Francesco Izzillo


Top
profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
nuovo argomento
rispondi
Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Pagina 1 di 2 [ 25 messaggi ]

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron