Benvenuto Ospite | Iscriviti

Forum Entomologi Italiani

www.entomologiitaliani.net/forum
 
Oggi è 03/06/2020, 4:55

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Trypocopris (Trypocopris) pyrenaeus splendens (Heer, 1841) - Geotrupidae

22.VIII.2012 - ITALIA - Abruzzo - PE, Serramonacesca


nuovo argomento
rispondi
Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Pagina 1 di 2 [ 16 messaggi ]
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 29/08/2012, 19:24 
Avatar utente

Iscritto il: 23/06/2010, 19:05
Messaggi: 2412
Località: Pescara
Nome: Alessio Morelli
Trovato morto a gambe all'aria lungo una stradina di montagna giorni fa.
Ieri sono riuscito a trovare altri Trypocopris nello stesso punto, ma per adesso vorrei evitare di rivelarvi a quale specie e sottospecie appartengono. L'esemplare in questione mi fa pensare a prima vista ad un grosso T. vernalis apenninicus per via del colore nero opaco, poi osservandolo meglio (e osservando naturalmente la punteggiatura degli sterniti addominali) arrivo a T. pyrenaeus ssp., e qui mi fermo. I riflessi che si intravedono ai lati sono sia rossastri (tendenti al magenta) che verdastri, decisamente non sembra coincidere con l'habitus degli altri 3 raccolti.
Voi che ne pensate?

Dimensioni 20 mm ca.

Trypocopris pyrenaeus.jpg


Trypocopris pyrenaeus2.jpg


Trypocopris pyrenaeus sterniti.jpg



Top
profilo
MessaggioInviato: 29/08/2012, 19:38 
Avatar utente

Iscritto il: 23/09/2009, 23:06
Messaggi: 989
Nome: Stefano Ziani
Secondo me, da quello che riesco a vedere dalla foto, è un vernalis apenninicus consunto dalla vita dissoluta e dagli scavi.
Gli sterniti mi sembrano "abbastanza" punteggiati al centro.
E' una femmina, vero?


Top
profilo
MessaggioInviato: 29/08/2012, 19:51 
Avatar utente

Iscritto il: 23/06/2010, 19:05
Messaggi: 2412
Località: Pescara
Nome: Alessio Morelli
Creedence ha scritto:
consunto dalla vita dissoluta e dagli scavi.

:lol:
Creedence ha scritto:
Gli sterniti mi sembrano "abbastanza" punteggiati al centro.

:roll: ...dici che può essere il vernalis? provo a controllare gli altri che ho in bacheca

Creedence ha scritto:
E' una femmina, vero?

credo di si :oops: , le tibie però sono consumate...


Top
profilo
MessaggioInviato: 29/08/2012, 19:59 
Avatar utente

Iscritto il: 23/06/2010, 19:05
Messaggi: 2412
Località: Pescara
Nome: Alessio Morelli
Tutti i miei T. vernalis spenninicus (provenienti sempre dalla mia regione, ma di "località" differente) presentano gli sterniti uniformemente punteggiati e appaiono quasi rugosi, per di più i riflessi sono violacei.


Top
profilo
MessaggioInviato: 29/08/2012, 20:21 
Avatar utente

Iscritto il: 23/09/2009, 23:06
Messaggi: 989
Nome: Stefano Ziani
I casi sono due: o è un T. v. apenninicus, o è un T. pyrenaeus splendens con gli sterniti non del tutto lisci e parzialmente punteggiati al centro. Se fosse stato un maschio ci si poteva arrivare, ma se è una femmina...In ogni caso se fosse una questione di vita o di morte punterei più sulla prima ipotesi.


Top
profilo
MessaggioInviato: 29/08/2012, 20:36 
Avatar utente

Iscritto il: 09/11/2009, 14:12
Messaggi: 4372
Località: Hradec Kralove,Czech republik
Nome: Jan Matějíček
Ho pensato che T. vernalis apenninicus specie molto piccole :roll:non la dimensione di 20 mm.


Scarabaeidae 12.JPG


_________________
Research Fields
Taxonomy, ecology, biomonitoring , faunistic of Staphylinidae
Top
profilo
MessaggioInviato: 29/08/2012, 21:06 
Avatar utente

Iscritto il: 23/09/2009, 23:06
Messaggi: 989
Nome: Stefano Ziani
Honza ha scritto:
Ho pensato che T. vernalis apenninicus specie molto piccole :roll:non la dimensione di 20 mm.

Giusto! Punto in più per T. p. splendens.


Top
profilo
MessaggioInviato: 30/08/2012, 11:41 
Avatar utente

Iscritto il: 23/06/2010, 19:05
Messaggi: 2412
Località: Pescara
Nome: Alessio Morelli
Alessio89 ha scritto:
Ieri sono riuscito a trovare altri Trypocopris nello stesso punto, ma per adesso vorrei evitare di rivelarvi a quale specie e sottospecie appartengono.

Questi sono gli altri T. pyrenaeus di cui parlavo, Trypocopris pyrenaeus splendens, più piccoli dell'esemplare di sopra, intorno a 15 mm ca., molto più lucidi (evidentemente da poco sfarfallati :? ).

Abruzzo (PE) 28-Vlll-2012
Serramonacesca, A. Morelli leg.

Trypocopris pyrenaeus splendens.jpg


Volevo vedere se arrivavamo alla stessa conclusione, visto che a prima vista appaiono completamente differenti.

Mi sorge quindi una domanda, possibile che un Trypocopris può ridursi in quello stato (presentare tegumenti neri e fortemente opachi), oppure si tratta solo di una semplice variazione cromatica?

Honza ha scritto:
Ho pensato che T. vernalis apenninicus specie molto piccole :roll:non la dimensione di 20 mm.


Concordo :ok:
anche se qualche volta capita di trovare esemplari un pò più grandi.


Top
profilo
MessaggioInviato: 30/08/2012, 15:21 
Avatar utente

Iscritto il: 23/09/2009, 23:06
Messaggi: 989
Nome: Stefano Ziani
Alessio89 ha scritto:
possibile che un Trypocopris può ridursi in quello stato (presentare tegumenti neri e fortemente opachi), oppure si tratta solo di una semplice variazione cromatica?

Anche peggio. Usura. E non nel senso di interesse eccessivo per denaro prestato.


Top
profilo
MessaggioInviato: 30/08/2012, 17:14 
Avatar utente

Iscritto il: 23/06/2010, 19:05
Messaggi: 2412
Località: Pescara
Nome: Alessio Morelli
Creedence ha scritto:
Alessio89 ha scritto:
possibile che un Trypocopris può ridursi in quello stato (presentare tegumenti neri e fortemente opachi), oppure si tratta solo di una semplice variazione cromatica?

Anche peggio. Usura. E non nel senso di interesse eccessivo per denaro prestato.

Ok, allora era come temevo :cry:
Quindi (ultima domanda) come lo riconosco dal T. pyrenaeus cyanicolor, ad esempio da questo esemplare, che presenta una livrea simile a quella del mio esemplare?

Grazie ad entrambi per l'aiuto
:hi:


Top
profilo
MessaggioInviato: 30/08/2012, 21:45 
Avatar utente

Iscritto il: 05/02/2009, 17:47
Messaggi: 7185
Località: Cagliari
Nome: Piero Leo
Alessio89 ha scritto:
Quindi (ultima domanda) come lo riconosco dal T. pyrenaeus cyanicolor, ad esempio da questo esemplare, che presenta una livrea simile a quella del mio esemplare?
Dal colore: quello di Toscana direi che è nero-bluastro sia sopra che sotto (ssp. cyanicolor), mentre lo splendens è più tendente al verde ramato. Probabilmente nell'Italia centrale ci saranno anche popolazioni di passaggio con entrambe le colorazioni o con tonalità metalliche intermedie.
Della distribuzione e variabilità di T. pyrenaeus in Italia si era parlato molto anche qualche tempo fa:
viewtopic.php?f=166&t=11123&hilit=cyanicolor+capocotta

:) Ciao
Piero


Top
profilo
MessaggioInviato: 30/08/2012, 22:22 
Avatar utente

Iscritto il: 09/01/2010, 13:11
Messaggi: 233
Nome: daniel patacchiola
no ragazzi è semplicemente un pireneaus splendens rovinato perchè ha lavorato scavando e si è opacizzato il colore degli individui appena sfarfallati è rosa poi vanno scolorendosi con il tempo fino a diventare neri infatti i denti delle protibie sono logori..


Top
profilo
MessaggioInviato: 30/08/2012, 22:42 
Avatar utente

Iscritto il: 05/02/2009, 17:47
Messaggi: 7185
Località: Cagliari
Nome: Piero Leo
patacchiola ha scritto:
no ragazzi è semplicemente un pireneaus splendens rovinato perchè ha lavorato scavando e si è opacizzato il colore degli individui appena sfarfallati è rosa poi vanno scolorendosi con il tempo fino a diventare neri infatti i denti delle protibie sono logori..
Sì Daniel, è quello che stiamo dicendo: pyrenaeus splendens che ha vissuto a lungo, con la superficie dorsale, le tibie e i tarsi usurati dal tempo e dall'attività di scavo.

:) Ciao
Piero


Top
profilo
MessaggioInviato: 31/08/2012, 11:39 
Avatar utente

Iscritto il: 23/06/2010, 19:05
Messaggi: 2412
Località: Pescara
Nome: Alessio Morelli
Tenebrio ha scritto:
Dal colore: quello di Toscana direi che è nero-bluastro sia sopra che sotto (ssp. cyanicolor), mentre lo splendens è più tendente al verde ramato. Probabilmente nell'Italia centrale ci saranno anche popolazioni di passaggio con entrambe le colorazioni o con tonalità metalliche intermedie.

:ok: ...(pensavo ci fossero altri caratteri per distinguerli)

Le discussioni sulle due sottospecie le ho lette un pò tutte, da quello che posso notare, sia le popolazioni (della ssp. cyanicolor) dell'Elba che quelle di altre località che presentano una colorazione non tipica, sono effettivamente distinguibili; sono rimasto ingannato dai riflessi in alcune foto, possiamo dire quindi che la presenza del verde scagiona completamente il cyanicolor :mrgreen:
:birra: :hi:


Top
profilo
MessaggioInviato: 31/08/2012, 12:25 
Avatar utente

Iscritto il: 23/09/2009, 23:06
Messaggi: 989
Nome: Stefano Ziani
In realtà Mariani (1958), nella sua bella revisione dei Typocopris - purtroppo limitata a quelli italiani - riporta qualche altro carattere per differenziare le due presunte sottospecie di T. pyrenaeus.
- punteggiatura del pronoto: più marcata e più fitta nel cyanicolor
- zona centrale degli sterniti: nel cyanicolor presenta più frequentemente una certa zigrinatura, al punto che l'area glabra risulta più ridotta.
Fermo restando che il carattere principale è quello della colorazione della parte superiore che, negli esemplari freschi, è nera o blu scura lucida con riflessi violacei nel cyanicolor, laddove risulta essere verde metallico con riflessi ramati (in alcune popolazioni, una per esempio al passo della Calla in Romagna, non ci sono i riflessi color rame, e gli animali risultano tutti essere soltanto verde metallico, ab. autumnalis Heer) nello splendens.
Come già detto la distribuzione delle due sottospecie non aiuta nella loro identificazione.


Top
profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
nuovo argomento
rispondi
Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Pagina 1 di 2 [ 16 messaggi ]

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: