Benvenuto Ospite | Iscriviti

Forum Entomologi Italiani

www.entomologiitaliani.net/forum
 
Oggi è 26/09/2018, 17:33

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Anatomia di un edeago



nuovo argomento
rispondi
Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo
Pagina 2 di 3 [ 36 messaggi ]
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Anatomia di un edeago
MessaggioInviato: 09/07/2012, 22:11 
Avatar utente

Iscritto il: 09/06/2012, 20:57
Messaggi: 4024
Località: Mesola (FE)
Nome: Daniele Maccapani
Ancora grazie Giovanni :birra:
Pactolinus ha scritto:
Ad ogni buon conto, vista la vastità dell'argomento, quello che ti posso consigliare è di approfondire le tue conoscenze nell'ambito della/e famiglia/e di tuo interesse, in modo da avere le idee chiare almeno lì!

Il gruppo che mi interessa di più sono gli scarabeoidei, e in questi un idea a grandi linee me la sono fatta, avendone estratti alcuni maschi di varie specie... Speravo di farmi un'idea più generale, ma ho capito che è un bel casotto, quindi andrò per gradi come consigli tu!
Grazie di nuovo :hi:

_________________
"Lasciate questo mondo un po' migliore di come lo avete trovato" (Sir Robert Baden Powell)
Immagine Daniele


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Anatomia di un edeago
MessaggioInviato: 09/08/2012, 23:29 
Avatar utente

Iscritto il: 09/06/2012, 20:57
Messaggi: 4024
Località: Mesola (FE)
Nome: Daniele Maccapani
Torno sull'argomento genitali... Poco fa stavo provando senza successo a scannerizzare l'unico isteride che ho preparato (a parte due Hister sp.) ed estratto :dead:, quello cui accennavo all'inizio di questa discussione. Dato che non riesco ad ottenere immagini decenti, e dunque non riesco ad aprire una richiesta di determinazione, ne approfitto per vedere almeno se sono riuscito ad identificare bene le suddette parti anatomiche.

Intanto una visione d'insieme, così il nostro isteridologo di fiducia potrà dirmi se la preparazione fatta così va bene o se devo correggere qualcosa (se mai ritenterò l'impresa :to:):
ist..jpg



Qui il dettaglio (sfocatissimo) dei genitali:
genitali.jpg



Le mie ipotesi sono:
1: non si vede nulla nell'immagine, comunque sono un'asticina rigida parzialmente inserita in un'altra parte allungata... Quindi immagino siano l'edeago e lo spiculum, che non sono riuscito a separare;
2: 8° urosterno;
3: 9° e 10° urosterno.
...
C'ho preso? :oops:

:hi:

_________________
"Lasciate questo mondo un po' migliore di come lo avete trovato" (Sir Robert Baden Powell)
Immagine Daniele


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Anatomia di un edeago
MessaggioInviato: 10/08/2012, 0:49 
Avatar utente

Iscritto il: 14/01/2010, 0:10
Messaggi: 3602
Località: Liguria, Genova
Nome: Giovanni Ratto
Si, "c'hai preso"...! :mrgreen:
Io preferisco incollare i genitali su un cartellino separato, posto subito sotto a quello dov'è incollato l'insetto.
Qui (foto fatte a mano libera) un esempio di come dispongo i vari pezzi (in questo caso, non era necessario separare 9°-10° dall'8°, cosa che invece si fa soprattutto nei Saprininae)
È preferibile che i pezzi siano incollati "in verticale" per consentire una visione da ogni parte, mentre lo spiculum (nella prima foto si intravvede dietro all'edeago), è incollato coricato.
In queste immagini, per avere un soggetto abbastanza apprezzabile in foto, ho utilizzato un
Placodes senegalensis Paykull, 1811 - Histeridae, Histerinae, Platysomatini

DSC_0022.JPG


DSC_0026.JPG



:hi:

_________________
ImmagineGiovanni
Pactolinus gigas (Paykull, 1811)


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Anatomia di un edeago
MessaggioInviato: 10/08/2012, 10:51 
Avatar utente

Iscritto il: 09/06/2012, 20:57
Messaggi: 4024
Località: Mesola (FE)
Nome: Daniele Maccapani
Pactolinus ha scritto:
Si, "c'hai preso"...! :mrgreen:

:hp:
Pactolinus ha scritto:
Io preferisco incollare i genitali su un cartellino separato, posto subito sotto a quello dov'è incollato l'insetto.
...
È preferibile che i pezzi siano incollati "in verticale" per consentire una visione da ogni parte, mentre lo spiculum (nella prima foto si intravvede dietro all'edeago), è incollato coricato.

Mi toccherà fare un'altra prova :sick:... :mrgreen:
Grazie dei consigli :birra:

:hi:

_________________
"Lasciate questo mondo un po' migliore di come lo avete trovato" (Sir Robert Baden Powell)
Immagine Daniele


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Anatomia di un edeago
MessaggioInviato: 10/08/2012, 11:08 
Avatar utente

Iscritto il: 14/01/2010, 0:10
Messaggi: 3602
Località: Liguria, Genova
Nome: Giovanni Ratto
Tieni presente che estrarre, separare e montare i vari "pezzi" (senza danneggiarli) richiede già una certa pazienza ed esperienza con esemplari di dimensioni "apprezzabili", mentre per esemplari di pochi mm fino a quelli al di sotto del mm è una operazione "chirurgica" e io stesso spesso impiego almeno un'ora per avere esemplare e genitali montati.
Inoltre devi disporre di una serie di "attrezzi del mestiere" personalizzati per quel preciso scopo, altrimenti le difficoltà aumentano!

:hi:

_________________
ImmagineGiovanni
Pactolinus gigas (Paykull, 1811)


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Anatomia di un edeago
MessaggioInviato: 31/10/2012, 16:13 
Avatar utente

Iscritto il: 09/06/2012, 20:57
Messaggi: 4024
Località: Mesola (FE)
Nome: Daniele Maccapani
Ieri ho estratto il mio primo Carabide (un Carabus coriaceus) e devo dire che mi sono trovato un po' spaesato :?
genitali C.coriaceus.jpg


genitali C.coriaceus numerati.jpg



Il n°1 è l'edeago... E fin lì ci arrivo :D...
Tutto il resto non riesco ad identificarlo...
L'edeago era infilato dentro al "2-3", che a sua volta mi pareva infilato nel "4" (che non so quante parti comprende :oops:). Quindi immagino che il "2-3" comprenda spiculum e 8° urosterno, mentre nel "4" ci siano 9° e 10° urosterno... Chi mi fa un po' di chiarezza? :D

PS: le parti dure dovevano essere tolte dalle membrane, o ho fatto bene a lasciarle :roll:

Grazie, :hi:

_________________
"Lasciate questo mondo un po' migliore di come lo avete trovato" (Sir Robert Baden Powell)
Immagine Daniele


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Anatomia di un edeago
MessaggioInviato: 02/11/2012, 20:26 
Avatar utente

Iscritto il: 09/06/2012, 20:57
Messaggi: 4024
Località: Mesola (FE)
Nome: Daniele Maccapani
UP! :D
:hi:

_________________
"Lasciate questo mondo un po' migliore di come lo avete trovato" (Sir Robert Baden Powell)
Immagine Daniele


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Anatomia di un edeago
MessaggioInviato: 02/11/2012, 21:12 
Avatar utente

Iscritto il: 06/02/2009, 9:03
Messaggi: 5274
Località: Bubano di Mordano (Bologna)
Nome: Augusto Degiovanni
Ciao Danele,
allora:
1 Edeago e fin quì ci siamo :lol1:
2-3 parameri destro e sinistro o quel che ne rimane sono quelli attaccati all'edeago.
4 Urite dove staziona o è riposto l'edeago.

_________________
CIAO :hi: Augusto Degiovanni

http://anthicidaeecarabidae.altervista.org


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Anatomia di un edeago
MessaggioInviato: 02/11/2012, 21:28 
Avatar utente

Iscritto il: 09/06/2012, 20:57
Messaggi: 4024
Località: Mesola (FE)
Nome: Daniele Maccapani
Grazie mille Augusto :birra:
I parameri sono una peculiarità dei carabidi, o hanno qualche corrispondenza con le parti elencate da Giovanni per gli isteridi?
E per quanto riguarda la preparazione, può andare bene come ho fatto io? (ho semplicemente incollato tutto su di un cartellino, senza rimuovere le membrane)

:hi:

_________________
"Lasciate questo mondo un po' migliore di come lo avete trovato" (Sir Robert Baden Powell)
Immagine Daniele


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Anatomia di un edeago
MessaggioInviato: 02/11/2012, 22:33 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 30892
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Non sono una peculiarità dei Carabidae, però l'aspetto cambia da gruppo a gruppo.

Sfrutto parte di una bella foto di Cosmin per farti vedere come sono nei Buprestidae, in particolare, in questo caso, in Anthaxia umbellatarum.

Anthaxia_umbellatarum_edeago_ Cosmin.jpg



In tutti i Buprestidae, pur cambiando forma, proporzioni e dimensioni, la struttura generale è questa, perfettamente simmetrica. L'unica asimmetria si nota, in alcuni generi (ad esempio in Julodis), nella parte basale

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Anatomia di un edeago
MessaggioInviato: 02/11/2012, 22:46 
Avatar utente

Iscritto il: 18/02/2009, 0:24
Messaggi: 3735
Località: Asciano (Siena)
Nome: Andrea Petrioli
Daniele Maccapani ha scritto:
E per quanto riguarda la preparazione, può andare bene come ho fatto io? (ho semplicemente incollato tutto su di un cartellino, senza rimuovere le membrane)

:hi:



Per fare un lavoro "per bene" è necessario ripulire l'edeago, i parameri e l'urite dalle membrane perché è bene avere una perfetta visione delle strutture :) .

E' bene però fare un po' di attenzione perché spesso le membrane non si staccano bene e si rischia di rompere i parameri o l'urite :sick:

Ti conviene fare un po' di pratica con specie più banali e di media grandezza (come Pterostichus melas, P. micans, Nebria brevicollis ecc) prima di passare a qualcosa di più pregiato e/o delicato. ;)

_________________
:hi:
______
Andrea


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Anatomia di un edeago
MessaggioInviato: 02/11/2012, 22:57 
Avatar utente

Iscritto il: 17/02/2009, 0:05
Messaggi: 8341
Località: Isola d'Elba - Arcipelago Toscano
Nome: Leonardo Forbicioni
Seguendo la strada di Maurizio, ti inserisco degli esempi di altre due famiglie, per poter apprezzare le differenze e le somiglianze.
Spero possa essere utile.

Dendarus coarcticollis (Mulsant, 1854) - Tenebrionidae

Lo schema è stato disegnato dal caro Piero Leo. :lov2:

Dendarus coarticollis.jpg



Melanodytes pustulatus (Rossi, 1792) - Dytiscidae

Melanodytes pustulatus.jpg


_________________
"Stay hungry, stay foolish".
Steve Jobs, 2005
___________________
jjuniper8(at)gmail.com
Twitter: @weevil_forbix
cell. 339/5275910
___________________


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Anatomia di un edeago
MessaggioInviato: 02/11/2012, 23:52 
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 22:20
Messaggi: 30892
Località: Roma
Nome: Maurizio Gigli
Ho modificato le scritte nella immagine dell'edeago della Anthaxia umbellatarum, perchè avevo scritto inavvertitamente edeago invece di pene.

Pene, lobo centrale o lobo mediano sono nomi diversi per lo stesso pezzo.

_________________
Maurizio Gigli
http://utenti.romascuola.net/bups
http://bup.xoom.it/


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Anatomia di un edeago
MessaggioInviato: 03/11/2012, 0:35 
Avatar utente

Iscritto il: 09/06/2012, 20:57
Messaggi: 4024
Località: Mesola (FE)
Nome: Daniele Maccapani
Grazie a tutti, quando avevo aperto questa discussione speravo proprio in questo: vedere l'immagine dei genitali (un non entomologo potrebbe farsi di me un'idea mooolto negativa :gh:) di varie famiglie messe a confronto :ok:
Devo dire che ora mi è più chiaro... Mi restano però alcuni dubbi:
-Nella mia immagine, se ho capito bene, i "pezzi n°2" sono i parameri, ma i/il 3 (non capisco se sia un pezzo unico o meno) cos'è :roll:
-L'urite qual'è, rispetto ai tre che sono introflessi negli isteridi (8°,9°,10°)?
-Lo spiculum non c'è o non l'ho trovato?
...
Per ora è meglio se mi fermo :D

Grazie ancora a tutti, :hi:

_________________
"Lasciate questo mondo un po' migliore di come lo avete trovato" (Sir Robert Baden Powell)
Immagine Daniele


Top
profilo
 Oggetto del messaggio: Re: Anatomia di un edeago
MessaggioInviato: 09/02/2016, 22:59 
Avatar utente

Iscritto il: 25/05/2011, 22:20
Messaggi: 343
Località: MILANO
Nome: FABIO SERENI
Ciao a tutti,

mi sono riletto questa discussione per cercare di ri-chiarirmi le idee sulle parti genitali. Il fatto che a seconda delle famiglie possano esserci differenze anche sostanziali nelle e tra le parti genitali, con terminologie riscontrabili solo in alcune e in altre no, complica le cose. La famiglia che mi interessa maggiormente è quella dei Carabidi. Ho presente il significato di alcune parti anatomiche (sebbene non abbia mai estratto nulla finora) ma di molte altre no. Per esempio, a cosa corrisponde il bulbo basale ? Ragionando posso immaginare cosa possa essere, però...
Anche il fatto che, come dice Julodis, lobo centrale, lobo mediano e pene (edeago) siano nomi diversi per lo stesso pezzo per me non era per nulla scontato...
Fabio
:hi:

_________________
Fabio Sereni


Top
profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
nuovo argomento
rispondi
Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo
Pagina 2 di 3 [ 36 messaggi ]

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: