Benvenuto Ospite | Iscriviti

Forum Entomologi Italiani

www.entomologiitaliani.net/forum
 
Oggi è 05/06/2020, 0:06

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Sparedrus testaceus (Andersch in Hope, 1797) Dettagli della specie

30.V.2019 - ITALIA - Friuli-Venezia Giulia - TS, Carso triestino - Basovizza


nuovo argomento
rispondi
Vai alla pagina Precedente  1, 2
Pagina 2 di 2 [ 28 messaggi ]
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 17/08/2019, 21:12 
Avatar utente

Iscritto il: 21/05/2009, 14:59
Messaggi: 6453
Località: Casinalbo (MO)
Nome: Riccardo Poloni
Clickie ha scritto:
Le specie "banali".

Ne sappiamo qualcosa ? Se qualcuno mi chiede di descrivergli la biologia di Oedemera nobilis, davvero non saprei cosa rispondere.

Ecco, una "Fauna" dovrebbe dare qualche risposta su faccende così. Temo che in termini di "binomia", con gli Oedemeridae siamo ben lontani da una qualche "precisione".

C'è da lavorare, osservare, riflettere. Ciao, A.


Sulla biologia di Oedemera nobilis credo si sappia poco, a parte che come tanti altri Oedemeridi è saproxilica. Io ne ho un esemplare ottenuto ex larva da Quercus, mentre Vasquez la indicava come ottenuta da steli di piante erbacee. Si trova sui fiori come quasi tutti gli Oedemeridi.
Poco...o quasi nulla, per essere onesti.

_________________
Riccardo Poloni
La dignità degli elementi
la libertà della poesia,
al di là dei tradimenti degli uomini
è magia, è magia, è magia...
Negrita, Rotolando verso sud


Top
profilo
MessaggioInviato: 18/08/2019, 0:33 
Avatar utente

Iscritto il: 13/10/2010, 18:21
Messaggi: 1172
Nome: Andrea Liberto
Cita:
Sono d'accordo, ma la distribuzione in sé non dice molto sulla biologia della specie. Se O. nobilis è presente in ogni angolo d'Italia, annotare tutte le località che nelle collezioni museali sono spesso centinaia è molto meno produttivo che guardare con attenzione le altre specie :mrgreen:



No che non siamo d'accordo, mi sa che non ci capiamo. Vado a tentare una spiegazione di quel che penso.ltissl

1) La distribuzione, una volta annotata ed esaminata criticamente, potrebbe dire moltissimo sulla binomia della specie. Specialmente quella latitudinale e quella locale comparata. Almeno potrebbe aiutare a capire se è specie "planiziale", "eurizonale", "stenofaga" (certamente no), polifagia (verosimilmente sì), se legata a certi ambienti piuttosto che ad altri, se predilige certe piante ospiti rispetto ad altre, e così via. Sono cose che in una "Fauna" seria andrebbero discusse.

Non è che per il semplice fatto di incontrare ovunque Oedemera nobilis, si possa o si debba sorvolare sulle sue esigenze ecologiche. Anche se "busona", ne avrà, ed una "Fauna" dovrebbe almeno tentare di renderne conto. Se poi si rinuncia in partenza, allora avremo una "Fauna" depotenziata. Una fauna "laeta", la stessa radice di "laetamen". Leggera, aerea, olfattiva, gassosa. Di merda. Ottima per i contadini, meno per gli entomologi.

2) Nemmeno è vero che O. nobilis sia ovunque così ubiquitaria, euriecia ed eurizonale. Sugli Alburni, ad esempio, in alcune stazioni è relegata ai margini dall'altrimenti sporadicissima Oedemera melanopyga: per quest' ultima quasi tutte le fioriture (Apiaceae, Centauraea, Cichorium, tutti i fiori bianchi o celesti), mentre O. nobilis, O. atrata e O. podagrariae relegate ai fiori gialli (perlopiù Spartium).

3) Scavare nei materiali dei Musei è sfiancante, come tutti sanno. Vien voglia di tirare via. Ma di mezzo c'è la Storia, proprio quella con la S maiuscola, e sarebbe stupido non approfittarne. Nei Musei trovi (tra mille difficoltà) uno spaccato della Fauna del nostro Paese in tempi diversi, precedenti quello in cui ti arrabatti tu. E allora approfittane, tentare correlazioni. Stai certo che se trovi materiale museale di Oedemera spp. in Brianza, è un dato storico, ché la Brianza non c'è più. Per dire, magari O. nobilis c'è ancora, dipende da cosa mangia la larva. Lo sapete voi ? No ? SAPEVATELO.

4) In breve e per ultimo: niente è scontato. Oedemera nobilis è sconosciuta, e l'estensore di una "Fauna" pretendo me la spieghi, me la faccia conoscere meglio. Se no, una "Fauna" mediocre, figlia di questi tempi dell'ordalia da web e wikipedia. Da una "Fauna" mi aspetto cose che non so già.

Un abbraccio, A.


Top
profilo
MessaggioInviato: 18/08/2019, 0:42 
Avatar utente

Iscritto il: 13/10/2010, 18:21
Messaggi: 1172
Nome: Andrea Liberto
Un sacco di refusi, nell'ultimo scritto. Non riesco a disinnescare il diabolico correttore.

Provo un errata corrige:

"Specialmente quella latitudinale": ALTITUDINALE

"polifagia": POLIFAGA

Baci


Top
profilo
MessaggioInviato: 07/09/2019, 11:07 
Avatar utente

Iscritto il: 21/05/2009, 14:59
Messaggi: 6453
Località: Casinalbo (MO)
Nome: Riccardo Poloni
Ciao Andrea, leggo ora il tuo intervento. No, non siamo d'accordo.
Per essere pragmatico, nel mondo delle idee mi piacerebbe che i politici facessero il loro lavoro per passione, che non esistesse la corruzione e l'evasione fiscale, che si potesse lasciare la casa aperta di notte senza paura dei ladri, e quant'altro. Ma il mondo è imperfetto. Nessuno mi paga per il tempo che dedico agli insetti e non essendo in pensione devo "guadagnarmi" da vivere (uso le virgolette perchè per ora studio). Questo implica che il tempo è limitato, ho un freezer pieno di roba da preparare e diverse cose che vorrei scrivere ma che non trovo il tempo nemmeno di iniziare, materiale indeterminato da determinare e bustine con roba probabilmente molto interessante che non ho il tempo di preparare. Preferisco dedicare tempo a queste cose che annotare sul file excel 150 (o più) esemplari di Oedemera nobilis con relative località.
Non è una scelta al 100% corretta? No, ma, lasciamelo dire, nemmeno redigere una Fauna, come scrivi tu, scrivendo "la specie x è presente in... e non in..." perchè nessuno saprà mai dove una specie c'è o non c'è realmente ed è una informazione teoricamente fuorviante. Così come bisognerebbe, a mio parere, finirla di scrivere nelle pubblicazione "specie comune" o "specie rara" e sostituire queste espressioni con altre più puntuali come "localizzato", "diffuso ma presente a basse densità" o più umilmente "difficile da raccogliere". Però poi, se ci si pensa, quando si parla di specie rara, un fondo di verità c'è e piuttosto che non scrivere nulla preferisco che si scriva "specie rara" anche se vuole dire poco o quasi niente.
Detto ciò, spero di vedere molti specialisti (dai quali mi tiro fuori perchè non mi ritengo ancora tale) che annotano ogni singolo esemplare di specie banale che gli capita tra le mani.
Anche a me piace perdermi nella filosofia, ma se lo si fa continuamente va a finire che non si fa più nulla, perchè tutto è esposto a errori e vizi di forma.

_________________
Riccardo Poloni
La dignità degli elementi
la libertà della poesia,
al di là dei tradimenti degli uomini
è magia, è magia, è magia...
Negrita, Rotolando verso sud


Top
profilo
MessaggioInviato: 07/09/2019, 22:27 
Avatar utente

Iscritto il: 13/10/2010, 18:21
Messaggi: 1172
Nome: Andrea Liberto
Ottimi argomenti, su molti aspetti di "come costruire una Fauna", non hai torto. Ovvio che una fauna esaustiva al 100% non esiste né mai esisterà.

Ma almeno siamo d'accordo sul fatto che una Fauna dovrebbe essere esaustiva in massimo grado ? Che dovrebbe render conto di quale sia lo stato del popolamento "congelato" al momento della pubblicazione ?

Allora anche le specie "banali" andrebbero considerate e le informazioni su di esse disponibili, riferite il più a fondo possibile.

Diciamo, in estrema sintesi, che il mio ultimo intervento voleva caldeggiare un atteggiamento generale di questo tenore.

Poi, quel che realisticamente si può fare, quello si fa. Niente miracoli, quelli sono terra dei santi. Ciao, A.


Top
profilo
MessaggioInviato: 08/09/2019, 21:14 
Avatar utente

Iscritto il: 13/10/2010, 18:21
Messaggi: 1172
Nome: Andrea Liberto
Ma

Cita:
Nessuno mi paga per il tempo che dedico agli insetti e non essendo in pensione devo "guadagnarmi" da vivere
: anche per me, istess...

Cita:
Questo implica che il tempo è limitato
: mal comune mezzo gaudio.

Se posso tentare di alleggerire, prendiamo il comune detto "Mal comune, mezzo gaudio" e proviamo a scomporlo.

Eliminando la "A" iniziale, avremo: "Al comune, mezzo gaudio". Cioè, gli impiegati del municipio (=comune) sono allegri ma non troppo, diciamo metà e metà

Proseguiamo eliminando la "G" dell'ultimo lemma, ed avremo: "Al comune, mezzo audio".
I già conosciuti impiegati comunali sono per metà sordi (50%-50%), oppure in toto mezzi sordi. Accade per l'invecchiamento del personale della pubblica amministrazione, niente turnover, ecc.

"Al comune, mezzo dio": metà degli impiegati credente e praticante, l'altra metà secolarizzata e laica.

Cita:
"Al comune, mezzo io"
: assenza completa di soggetti schizofrenici, in compenso molti individui frustrati ed irrealizzati alle scrivanie…

Cita:
"Al comune, mezzo o"
: mah, in municipio nessuno si sorprende più di niente….

Ciao, buona serata, A.


Top
profilo
MessaggioInviato: 08/09/2019, 21:26 
Avatar utente

Iscritto il: 13/10/2010, 18:21
Messaggi: 1172
Nome: Andrea Liberto
Ho fatto casino tra grassetti e "cita", ma insomma il gioco mi pare chiaro.

Ultimissima notazione Edemeridologica offerta in sacrificio per tutti, e specialmente per il collega Plagionotus che spero non me ne voglia per le blande critiche e le bonarie osservazioni espresse altrove.

Possibile che noi si debba subire l'attuale arrangiamento in "sottospecie" di Anogcodes seladonius s.l.?

Un chiarissimo complesso di tre buone specie vicarianti, credo.

Attendo conforto o argomentata smentita, ciao, A.


Top
profilo
MessaggioInviato: 09/09/2019, 10:09 
Avatar utente

Iscritto il: 21/05/2009, 14:59
Messaggi: 6453
Località: Casinalbo (MO)
Nome: Riccardo Poloni
Eh...su questo sono d'accordo! Ho ancora poco materiale, ma come detto anche altre volte sul forum, prima o poi bisogna decidersi a fare una revisione come si deve del genere. Anche il gruppo melanurus/ustulatus/geniculatus/difformis e quant'altro è un bel casino, per non parlare di specie descritte e mai più trovate (almeno da quel che so).

E così venne fuori che Andrea ha una sessantina di A. stenoderus :mrgreen:

P.s. se vieni ad Entomodena, sarei felice di scambiare due chiacchiere e darti quelle cose che ti avevo messo da parte. Altrimenti, sarà a Roma dal 23 al 26 per il congresso UZI, non si sa mai che si riesca a vedersi :birra:

_________________
Riccardo Poloni
La dignità degli elementi
la libertà della poesia,
al di là dei tradimenti degli uomini
è magia, è magia, è magia...
Negrita, Rotolando verso sud


Top
profilo
MessaggioInviato: 09/09/2019, 22:24 
Avatar utente

Iscritto il: 13/10/2010, 18:21
Messaggi: 1172
Nome: Andrea Liberto
Riccardo, pare fatto apposta: se alludi al 23-26 settembre, allora di sicuro ci manchiamo.

Io conto di zompare sul ponte di una nave per la Sardegna sabato 21. Se invece intendi ottobre, allora sicuramente ci si vedrà.

Cercherò di farti avere i promessi esemplari impreparati ma freschi di O. (Oncomera) murinipennis di Creta, ma non so quanto tempo avrò per cercarli nel bailamme del congelatore (come vedi, destini simili).

Alle brutte, te ne mando a Modena una coppia preparata dalla mia collezione (due bei goccioloni di sangue, visto che come a te mi manca il tempo di preparare…), poi nel lungo inverno cerco gli altri. A.


Top
profilo
MessaggioInviato: 09/09/2019, 22:47 
Avatar utente

Iscritto il: 05/02/2009, 17:28
Messaggi: 2987
Nome: Marco Uliana
Clickie ha scritto:

Eliminando la "A" iniziale, avremo: "Al comune, mezzo gaudio". Cioè, gli impiegati del municipio (=comune) sono

[...]

"Al comune, mezzo o": mah, in municipio nessuno si sorprende più di niente….

Ciao, buona serata, A.



Qualcuno fermi Liberto, stavo per farmi male cadendo dalla sedia
:lol1: :lol1: :lol1: :lol1: :lol1: :lol1: :lol1: :lol1: :lol1:

... ancora uno...
:lol1:


Top
profilo
MessaggioInviato: 10/09/2019, 0:08 
Avatar utente

Iscritto il: 13/10/2010, 18:21
Messaggi: 1172
Nome: Andrea Liberto
Cita:
Qualcuno fermi Liberto, stavo per farmi male cadendo dalla sedia


Gioco rozzo, rudimentale. Mi inchino a Bartezzaghi & Co, che sono veri professionisti.

Ma se diverte, allora è valsa la pena. Qualcuno più arguto di me potrà spingerlo oltre.

Suscitando nuove risate
cosa che male
davvero
non fa.

A.


Top
profilo
MessaggioInviato: 10/09/2019, 7:03 
Avatar utente

Iscritto il: 21/05/2009, 14:59
Messaggi: 6453
Località: Casinalbo (MO)
Nome: Riccardo Poloni
Clickie ha scritto:
Riccardo, pare fatto apposta: se alludi al 23-26 settembre, allora di sicuro ci manchiamo.

Io conto di zompare sul ponte di una nave per la Sardegna sabato 21. Se invece intendi ottobre, allora sicuramente ci si vedrà.

Cercherò di farti avere i promessi esemplari impreparati ma freschi di O. (Oncomera) murinipennis di Creta, ma non so quanto tempo avrò per cercarli nel bailamme del congelatore (come vedi, destini simili).

Alle brutte, te ne mando a Modena una coppia preparata dalla mia collezione (due bei goccioloni di sangue, visto che come a te mi manca il tempo di preparare…), poi nel lungo inverno cerco gli altri. A.


Per carità, il tuo sangue non se lo merita neanche il gran conte dopo anni di astinenza! :gh:
Sarà per la prossima, non ti preoccupare, ci tenevo più io a darti quelle Nacerdes così le metti vicine a quelle del monte Ossa. Mi devo ancora sdebitare per quei due lavori...
Buona Sardegna. Moderare l'uso di alcolici e di carni dalle unghie bifide :mrgreen:

_________________
Riccardo Poloni
La dignità degli elementi
la libertà della poesia,
al di là dei tradimenti degli uomini
è magia, è magia, è magia...
Negrita, Rotolando verso sud


Top
profilo
MessaggioInviato: 10/09/2019, 23:27 
Avatar utente

Iscritto il: 13/10/2010, 18:21
Messaggi: 1172
Nome: Andrea Liberto
Carni dalle unghie bifide mi lascia un poco perplesso. Hoplia ?

Magari intendevi zoccoli "bifidi". Ah, allora ci siamo, trattasi di ovini o caprini. Nessuna misericordia, come da dettami biblici sono lì a togliere fame ed eventualmente peccati nel mondo.

L'agnello di zio, ecc. C I O M P !!!!

La Sardegna vitivinicola: il Cannonau (che poi sarebbe il Grenache dei francesi o degli spagnoli, il Grenasso dei liguri, ecc.).

Ne sono un enorme estimatore, fa assaggiare l'infinito già al primo sorso (Guccini docet nella canzone su Keaton).

Moderare ? Ma scherzi ? Incrementare, finché c'è tempo e salute e nerbo. Dopo, solo rimpianti.

A.


Top
profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
nuovo argomento
rispondi
Vai alla pagina Precedente  1, 2
Pagina 2 di 2 [ 28 messaggi ]

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: